Turismo sostenibile e turismo responsabile: nuovi modi per andare in vacanza - Magazine

Turismo sostenibile e turismo responsabile: nuovi modi per andare in vacanza

Attualità Magazine Venerdì 16 luglio 2021

Magazine - Anche l’andare in vacanza è un’attività che si può fare rispettando l’ambiente, la cultura di un luogo e le abitudini di chi vive in una delle tante mete turistiche presenti nel nostro Paese. Negli ultimi tempi, sempre più italiani preferiscono optare per nuovi modi di andare in vacanza, evitando le zone più affollate, dove la massa dei turisti provoca disagio a chi vive nelle vicinanze delle località più alla moda. Si parla di turismo sostenibile e di turismo responsabile: non solo dei semplici slogan, ma una modalità tutta nuova di pensare al turismo.

Il turismo sostenibile tiene in considerazione l’impatto del turismo sull’ambiente, partendo dalla scelta dei mezzi di trasporto. Il turismo responsabile valuta l’impatto etico del turismo sulla popolazione locale, anche considerando il suo sviluppo economico e sociale. Diciamo basta alle code in autostrada, all’affollamento delle spiagge e delle città d’arte. Per fare una vacanza nel rispetto dell’ambiente e delle comunità locali, si possono facilmente scegliere mete diverse in cui recarsi, periodi dell’anno diversi da agosto e considerare anche mezzi di trasporto più ecologici.

Come andare in vacanza
Il primo passo per cambiare il modo in cui si va in vacanza consiste nell’utilizzare mezzi di trasporto alternativi e più rispettosi dell’ambiente. L’automobile, tanto cara agli italiani, non solo inquina, ma può essere causa di disagi anche per le comunità che risiedono nelle mete più gettonate, che in alta stagione vedono crescere esponenzialmente il traffico. Dato che ogni famiglia o gruppo di vacanzieri utilizza la propria auto, il risultato è presto detto: lunghe code ai caselli autostradali, caos nelle zone di villeggiatura, fumi di scarico che arrivano anche nelle mete incontaminate. Una buona alternativa consiste nell’approfittare di mezzi di trasporto come l’autobus.

Ad oggi sono disponibili lungo tutta la penisola diversi servizi di autobus, anche economici, con prenotazioni effettuabili online. Particolarmente degna di nota in questo settore è Itabus, una nuova azienda italiana e innovativa che punta all’eccellenza nel campo del trasporto su gomma. Scegliendo tra le oltre 70 città collegate dal network Itabus, si ha la possibilità di viaggiare con mezzi di trasporto moderni, comodi e a basso impatto ambientale. Per alcune tratte sono disponibili anche autobus notturni, che permettono di ottimizzare al massimo i tempi necessari per gli spostamenti e godere al 100% dei giorni di vacanza.

Mete alternative
Per godersi le vacanze rispettando ambiente e comunità locali, è importante anche scegliere mete alternative a quelle più popolari e gettonate. In effetti, le problematiche che riguardano il turismo classico sono spesso correlate proprio al fatto che un’elevata percentuale dei turisti si muove sempre verso le medesime mete, che risultano quindi particolarmente congestionate, impedendo sia al turista stesso, sia alla persona del luogo, di sfruttare al meglio tutte le opportunità presenti in quella particolare zona. Via libera allora alle mete meno inflazionate, dai piccoli borghi di provincia alle spiagge meno affollate, dalle città d’arte poco conosciute fino alle località in collina o in campagna che offrono tante opportunità di relax e di divertimento. Nel nostro Paese abbiamo la fortuna di avere a disposizione coste marittime lunghissime, parchi naturali e località montane mozzafiato, piccole città ricche di storia e di testimonianze del passato: individuato il tema della vacanza, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Quando andare in vacanza

Nel nostro Paese abbiamo anche questo problema, correlato al fatto che tradizionalmente le lunghe vacanze di famiglia si fanno quasi esclusivamente durante il mese di agosto, o nelle settimane finali di luglio e iniziali di settembre. Per rendere meno pesante la pressione del turismo sui principali luoghi di villeggiatura, si può anche decidere di organizzare le proprie vacanze in altri periodi dell’anno. Del resto, sempre più aziende oggi evitano la classica chiusura di agosto, offrendo ai propri dipendenti la possibilità di andare in vacanza quando lo desiderano. Peraltro, i soggiorni in primavera e a fine estate sono anche molto meno costosi rispetto a quelli estivi. Molte zone di mare in Italia permettono di godersi la spiaggia e il sole anche in maggio e giugno, o in settembre e ottobre. Lo stesso dicasi per varie località alpine o per le città d’arte e i borghi, che si possono visitare in qualsiasi periodo dell’anno.