Il Piemonte, tra cultura, arte, spiritualità e paesaggi mozzafiato - Magazine

Il Piemonte, tra cultura, arte, spiritualità e paesaggi mozzafiato

Attualità Magazine Mercoledì 16 giugno 2021

Magazine - Come si fa a non amare il Piemonte? Una terra ricca di storia, cultura, arte e paesaggi unici tra montagne, pianure, laghi e fiumi. Un patrimonio da riscoprire in qualsiasi momento dell’anno e a qualsiasi età, in modo lento, dolce e sostenibile.

Il Piemonte è innanzitutto terra di montagne che lo circondano sul confine occidentale, dal Monviso al Monterosa.

I paesaggi che si possono incontrare sono di rara bellezza in tutte le stagioni. D’inverno i comprensori sciistici, tra cui la Via Lattea, Sestriere, Bardonecchia e la Valsesia, accolgono gli appassionati di sport invernali con impianti all’avanguardia per permettere di divertirsi in assoluta sicurezza. D’estate invece sono meta di trekking, passeggiate e arrampicate per tutti i livelli, dai principianti ai professionisti.

Scendendo verso valle si incontrano le famose colline delle Langhe e del Monferrato, dichiarate Patrimonio Unesco, dove prosperano i vitigni più apprezzati al mondo, dal Barbera al Barolo, dal Dolcetto al Grignolino, e i tartufi che tutto il mondo ci invidia.

Ma le colline non sono solo terra d’uva, sono ricoperte anche di lavanda, erbe officinali e frutteti, con una grande biodiversità che caratterizza tutto il territorio piemontese.

E poi ci sono i mille castelli che sorgono in ogni angolo della regione, segno di un glorioso passato e di una sfrenata passione dei piemontesi per la propria storia e cultura. Non si può venire in Piemonte, senza visitare le Regge Sabaude, da Venaria a Racconigi e Moncalieri, o senza aver fatto una tappa al Castello di Govone o in quello di Masino, fiore all’occhiello del Canavese.

In Piemonte, possiamo sfoggiare anche la Serra, una delle colline moreniche più grandi d’Europa, ma sicuramente la meglio conservata, che racchiude in un abbraccio il territorio del Canavese con al centro Ivrea, città storica romana e medievale, e punto di riferimento per molti anni per l’industria informatica con l’Olivetti.

Spostandosi invece verso il vercellese, si può ammirare il ‘mare a quadretti’ delle risaie, un paesaggio suggestivo ed insolito, dove le antiche cascine sembrano galleggiare sull’acqua che, a sua volta, rispecchia l’azzurro del cielo. Il Piemonte è il primo produttore di riso in Italia e sicuramente l’altissima qualità di questo prodotto è riconosciuta ormai in tutto il mondo.

Ma non è finita. Il Piemonte è anche terra di laghi e fiumi. Innanzitutto dal Monviso nasce il Po, il fiume più lungo d’Italia, che attraversa completamente Torino, dando alla città una caratteristica unica e magica, ma che è anche una preziosa fonte per l’agricoltura della nostra regione. Oltre al Po, quasi tutte le città sono attraversate da fiumi più o meno grandi, a testimonianza dell’importanza di questa risorsa per la vita dei piemontesi. Ma non bisogna dimenticare i numerosi laghi che punteggiano il nostro territorio, dal Lago Maggiore al Lago d’Orta, fino ai più piccoli Laghi di Viverone, Sirio e Candia, dove ci si può rilassare e bagnare in totale sicurezza e relax.

Il Piemonte è anche terra di grande spiritualità, con i Sacri Monti e i grandi santuari di Oropa e Vicoforte, la cui cupola ellittica primeggia a livello mondiale, ma anche luoghi di culto più piccoli e raccolti, come il Santuario di Crea, Graglia e Castelnuovo Don Bosco, dove lo spirito di Don Bosco è ancora fortemente presente.

Ma spiritualità vuol dire anche Cammini e Pellegrinaggi, come la famosa Via Francigena che attraversa le province di Torino e Alessandria, con percorsi, sentieri, cappelle e luoghi d’interesse storico e culturale che invitano alla meditazione e alla tranquillità.

Ed infine, difficilmente si può trovare un altro luogo con una enogastronomia così varia e di altissimo livello. I nostri chef sono richiesti in tutto il mondo per la loro capacità di preparare piatti tradizionali ed innovativi allo stesso tempo. Dal 2004, possiamo inoltre orgogliosamente vantare la presenza di un ateneo totalmente dedicato alla cucina, a Pollenzo, in cui ogni anno approdano studenti provenienti da tutto il mondo, per costruire insieme un’enogastronomia che raccolga passato e presente, permettendo di apprezzare la ricchezza delle varietà culturali.

Questo è solo un piccolissimo assaggio di ciò che si può trovare in Piemonte, perché ogni piccolo paese o grande città ha le sue particolarità, la sua storia e la sua cultura unica e irripetibile, a volte con i suoi misteri e i suoi segreti tutti da svelare.