Courmayeur: lo smart working etico per migliorare lo stile di vita - Magazine

Courmayeur: lo smart working etico per migliorare lo stile di vita

Benessere Magazine Lunedì 8 marzo 2021

© pixabay.com

Magazine - Viene da Courmayeur l'idea di un Manifesto dello smart working etico: nasce ai piedi del Monte Bianco un nuovo modello di smart working sostenibile e attento al benessere, sottoscritto a Courmayeur dalla comunità, dagli operatori del turismo e da personalità legate al territorio.

«Lo smart working è la via maestra da percorrere per migliorare lo stile di vita, ritrovare equilibrio e armonia in una dimensione come la montagna», spiega il sindaco di Courmayeur Roberto Rota, che ha sottoscritto il Manifesto.

L’idea di fondo è proprio quella di rilanciare lo smart working - ormai un must nelle località turistiche – in chiave evoluta, rispettosa di un territorio tanto protetto quanto accessibile. E come si fa? Invitando a non trasferire lo stile della città in montagna, ma a portare la montagna al centro del proprio stile di vita.

Cosa c'è di meglio di un risveglio tra le vette, dello yoga o della passeggiata mattutina, con il pranzo sulla terrazza di un rifugio o il picnic sui prati e il relax dopo il lavoro, nella natura?

Ecco la giornata-tipo di uno smartworker a Courmayeur: che dorma in hotel, in un appartamento o in una seconda casa, si sveglia circondato da vette altissime. Fa il pieno di energia con una passeggiata, una corsa, un po’ di yoga, respirando l’aria pura del Monte Bianco, prima di mettersi al lavoro. In fondo bastano un computer portatile, uno smartphone e internet per trasformare qualsiasi luogo in “ufficio”. In questo caso, con vista. L’ora di pranzo diventa l’occasione per godersi un panino sulla terrazza di un rifugio, un picnic sul prato, o scoprire le ricette del luogo in un localino in centro.

E quando la sera stacca dal lavoro, si dedica alle proprie passioni, allo sport outdoor, si esplorano i dintorni o ci si rilassa davanti al fuoco di un camino. La connessione internet non manca. Ma soprattutto funziona un altro tipo di connessione, quella con se stessi e con ciò che ci circonda. Si scopre uno stile di vita differente, fatto di ritmi umani, contatto con la natura, immersione nella bellezza del Monte Bianco.