Laura Pausini vince ai Golden Globe 2021 con una canzone in italiano: Io sì (Seen) - Magazine

Laura Pausini vince ai Golden Globe 2021 con una canzone in italiano: Io sì (Seen)

Musica Magazine Lunedì 1 marzo 2021

Magazine - Laura Pausini trionfa ai Golden Globe Awards 2021. Il prezioso riconoscimento è stato conquistato all’alba del primo marzo 2021, durante la cerimonia virtuale trasmessa sul canale americano Nbc da Los Angeles. La cantante italiana, vince nella categoria Miglior canzone originale insieme a Diane Warren e Niccolò Agliardi con Io sì (Seen), best original song del film Netflix The Life Ahead/La vita davanti a sé, primeggiando su brani come Speak Now da Quella notte a Miami e Hear My Voice dal film Il processo ai Chicago 7.

Ancora una volta l’artista porta alto il nome dell’Italia nel mondo, stabilendo un nuovo record e aggiungendo al suo palmares il Golden Globe Award al Grammy Award (2006) e ai quattro Latin Grammy Awards (2005, 2007, 2009, 2018). Il brano Io sì (Seen), scritto con Diane Warren, segna la prima collaborazione di Laura Pausini con la pluripremiata compositrice statunitense già undici volte nominata agli Oscar; e la prima collaborazione anche con Bonnie Greenberg (music supervisor di film come Tutto può succedere, Il matrimonio del mio migliore amico, What women want o The Mask) e per il testo italiano rinnova quella con Niccolò Agliardi, uno dei suoi più assidui coautori. Il brano è la canzone originale del film La vita davanti a sé con la regia di Edoardo Ponti che segna il grande ritorno alle scene di Sophia Loren: una pellicola emozionante per una storia di amore, di accoglienza e di condivisione oggi più che mai universale.

«Mai e poi mai avrei pensato di vincere ai Golden Globe Awards», ha commentato Laura Pausini: «che emozione pazzesca e che grandissimo onore! È veramente un privilegio essere la prima donna ad avere vinto con un brano tutto in italiano. Devo ringraziare Sophia Loren ed Edoardo Ponti che mi hanno proposto questa avventura, il grande talento di Diane Warren che è veramente un gigante della musica mondiale, la music supervisor Bonnie Greenberg e Niccolo Agliardi, l’autore con cui ho scritto il testo italiano» Il brano, già vincitore dell’Hollywood Music in Media Awards, ha vinto anche alla venticinquesima edizione del Satellite Award che si è svolta a Los Angeles lo scorso 15 febbraio, il premio statunitense assegnato dal 1997 dalla giuria dei giornalisti della International Press Academy, originariamente conosciuto come Golden Satellite Award.

«Sono felice per questo traguardo soprattutto per il messaggio di accoglienza e di condivisione che la canzone porta con sé, dedicato a tutti quelli che desiderano e meritano di essere visti», prosegue Laura Pausini. «Ed essere la voce del personaggio di Sophia Loren mi riempie di orgoglio. Proprio in questi giorni ricorre il 28esimo anniversario da quella serata a Sanremo che mi ha cambiato la vita. E sorrido a pensare a quella ragazzina, che mai si sarebbe aspettata di arrivare così lontano. Dedico questo premio all’Italia, alla mia famiglia, alla mia bimba che di questo giorno vorrei ricordasse la gioia nei miei occhi e che sempre bisogna credere nei propri sogni».

La canzone (Atlantic/Warner) è stata e nominata ai Critics Choice Awards  del 7 marzo 2021 ed presente nella shortlist della categoria Miglior Canzone per la candidatura agli Oscar 2021 in programma il prossimo 25 aprile.