Cliniche dentali: come assicurarsi una buona devitalizzazione - Magazine

Cliniche dentali: come assicurarsi una buona devitalizzazione

Fitness Magazine Mercoledì 23 ottobre 2019

© www.dentalsan.it

Magazine - La devitalizzazione è un intervento di chirurgia odontoiatrica che prevede l’estrazione della polpa dentale ormai tanto danneggiata da rendere l’unica opzione alternativa possibile l’asportazione del dente. Al fine di salvare il dente e l’estetica dello stesso, si ricorre spesso a questa pratica come risoluzione di patologie infettive o carie che hanno compromesso la salute del cavo orale.

La devitalizzazione è solo una delle opere che vengono eseguite a carico delle strutture dentali e delle migliorie che è possibile effettuare su di essi. Quando si ha necessità di effettuare questo tipo di interventi, è bene recarsi in cliniche dentaliche garantiscono prestazioni di qualità. Negli ultimi anni, in Italia si è diffuso il fenomeno del turismo dentale: sempre più persone si recano all’estero per rivolgersi a professionisti del settore e garantirsi, risparmiando, un servizio altrettanto valido. La Croazia risulta una delle mete più scelte, grazie a cliniche come dentalsan.it.

Quando viene eseguita una devitalizzazione?

In caso di denti irreversibilmente cariati o gravi deterioramenti del tessuto osseo dentale interessato, verrà effettuata una visita specialistica e successivamente una valutazione del medico sul procedere secondo questa via o meno, previa una radiografia che servirà ad avere il quadro completo e dettagliato della patologia che si sta andando a contrastare.

Come viene effettuata?

La devitalizzazione, essendo un intervento piuttosto fastidioso e invasivo, richiede un’anestesia locale che permette al paziente di assistere attivamente senza sentire dolore e collaborare funzionalmente all’intervento.

Si svolge in quattro fasi principali:

  • Anestesia: si tratta di una semplice e veloce iniezione gengivale. Non si tratta di un evento traumatico, solo di un sistema per la salvaguardia del paziente;
  • Estrazione della polpa attraverso una foratura: la polpa è la parte “viva” del dente, quella zona morbida sotto strati e strati di tessuto ossificato;
  • Inserimento di materiale sostitutivo: il dente non può rimanere vuoto internamente, pertanto viene immesso un materiale tollerabile per l’organismo umano;
  • Ricostruzione: lo specialista farà in modo che tutto torni esteticamente alla normalità e che il paziente abbia la possibilità di essere il solo e unico a conoscere la propria storia clinica, senza che essa risulti visibile.

L’operazione potrà essere divisa in più sedute, per ulteriori chiarimenti e dubbi non esitate a fare al dentista tutte le domande che vi vengono in mente, anche se vi sembrano apparentemente sciocche. Anzi, ricordate che nessuna domanda lo è quando all’ordine del giorno c’è la vostra salute!

Come scegliere il meglio

Dopo aver concluso l’intervento, anche se questo è andato nel migliore dei modi, la scelta migliore sarà quella di presentarsi ad una visita di controllo e assicurarsi che tutto sia perfettamente tornato alla normalità e che il problema per cui vi siete recati dal medico sia effettivamente risolto. Non dimenticate, inoltre, di seguire diligentemente tutte le direttive che vi verranno date per scongiurare problemi post operatori come infezioni.

Un buon centro medico lo si riconosce da sistemi di pulizia, disponibilità, chiarezza e attenzione ai dettagli. Dentalsan, per esempio, garantisce una prima visita gratuita anche nel nord Italia, fornendo su territorio croato servizi come il controllo post operatorio, nonché sconti e convenzioni con alloggi circostanti.

Come prevenire?

Probabilmente l’idea della devitalizzazione non vi alletta, ma quando è arrivato il punto di non ritorno è la soluzione funzionalmente ed esteticamente più accettabile, qualora ci fosse la possibilità di scelta. Chiaramente la miglior cura ha un solo nome: prevenzione!

Le forme preventive più efficaci sono, senza dubbio, il periodico controllo odontoiatrico, un’attenzione particolare all’igiene, il consumo moderato di dolciumi e infine e non mancare ad un solo appuntamento di pulizia dei denti. Si tratta di un’innocua seduta che aiuta a pulire a fondo il cavo orale in tutte le insenature, anche in quelle dove lo spazzolino si rivela inefficace.

 Guest Article

Potrebbe interessarti anche: , Palestre e centri sportivi aperti dal 25 maggio: le linee guida. Si arriva già vestiti , Addominali a casa: come scolpirli con esercizi e alimentazione

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!