Liguria in zona gialla dal 20 dicembre 2021: ecco cosa cambia - Genova

Liguria in zona gialla dal 20 dicembre 2021: ecco cosa cambia

Attualità Genova Giovedì 16 dicembre 2021

Clicca per guardare la fotogallery
Mascherina
© Pixabay

Genova - "Da lunedì 20 dicembre 2021, la Liguria sarà in zona gialla per le prossime due settimane. Secondo il report del 16 dicembre, l'incidenza media settimanale ogni 100mila abitanti si attesta a 313 (314 Savona, 235 Spezia, 647 Imperia, 229 Genova) mentre i posti letto occupati in area medica sono al 17% e quelli in terapia intensiva sono al 12%". Così il presidente e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito alla circolazione del virus in Liguria.

Prosegue Toti: "Un dato che ci aspettavamo vista la circolazione del virus nei giorni scorsi e che conferma come ci troviamo nel picco della quarta ondata. Fortunatamente grazie ai vaccini, gli ospedali e le terapie intensive sono occupate di un terzo rispetto allo scorso anno e questo ci permette di non avere situazioni di allarme negli nostri ospedali".

Ma cosa cambia tra Liguria in zona bianca e in zona gialla? L'unica differenza tra le regole della zona gialla e quelle della zona bianca riguarda l'uso delle mascherine, che in fascia gialla sono obbligatorie anche nei luoghi all'aperto, e non solo nei luoghi chiusi, in quelli affollati all’aperto e sui trasporti pubblici (sono già attive in zona bianca molte ordinanze che dispongono l'obbligatorierà delle mascherine all'aperto in diverse zone). Fino al 6 dicembre 2021 c'erano altre minime differenze tra zona gialla e zona bianca, che però sono venute meno con l'entrata in vigore del Green Pass rafforzato, il certificato che si può ottenere solo con la vaccinazione o con la guarigione dal Covid. Per esempio, non ci sono più distinzioni per quanto riguarda i limiti di capienza di eventi (tra cui teatri e cinema), spettacoli, sale da concerto e ristoranti (al chiuso), a cui tanto in zona bianca quanto in zona gialla ora si può accedere solo con il Green Pass rafforzato. Cambia, invece, la capienza per gli stadi e i palazzetti: in zona gialla è al 75% (e 60% al chiuso) e i biglietti restano accessibili solamente a chi è vaccinato o guarito. La scuola resta in presenza, al 100%, così come l'Università con accesso ancora regolato dall'esibizione del green pass base.

Un’altra differenza che è stata annullata dal nuovo Green Pass è che non c’è più un limite al numero di persone che possono sedersi allo stesso tavolo al chiuso di un bar o di un ristorante (prima del 6 dicembre, in zona gialla, il limite era di 4 commensali non conviventi). Come per la zona bianca, in zona gialla per andare a lavoro è necessario avere il Green Pass base (va bene anche il rafforzato), obbligatorio anche per i mezzi di trasporto a lunga percorrenza e per i mezzi pubblici. Il Green Pass base, sia in zona Bianca che in zona Gialla serve per accedere a palestre e piscine. In zona gialla, la certificazione verde non è richiesta per i ristoranti all'aperto, per praticare sport all'aperto e per andare a fare la spesa, ad esempio. Qui la tabella del governo con tutte le regole e le attività consentite.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.