Festival di Poesia Genova 2020: sei eventi nei quartieri. Il programma tra Ninfee e musica

Festival di Poesia Genova 2020: sei eventi nei quartieri. Il programma tra Ninfee e musica

Libri Genova Mercoledì 1 luglio 2020

di A.S.
Festival della Poesia, Genova

Genova - La partenza del Festival Internazionale di Poesia di Genova 2020 è stata importante, col tutto esaurito registrato il 17 e 18 giugno nelle due serate d'apertura al Cortile Maggiore di Palazzo Ducale e un grande seguito, da tutto il mondo, alla diretta streaming degli eventi sulla pagina Facebook Parole Spalancate. Ora, il Festival di Poesia di Genova numero 26 non vuole fermarsi e ha deciso di lanciare nuove sfide, in un’edizione 2020 a tappe e ricca di contenuti. Luglio è il mese in cui la poesia infiamma con i suoi versi i quartieri della città: è stato deciso di far arrivare la manifestazione nei diversi Municipi, grazie
anche al supporto delle amministrazioni delle delegazioni. In programma ci sono ben 6 tappe per altrettante serate, dal 2 al 4 e dal 9 all'11 luglio 2020.

Oltre alle performance di poeti e musicisti genovesi e liguri è affiancata la lettura di poesie di grandi autori stranieri che hanno partecipato al Festival nel corso degli anni. In ognuna delle 6 serate spazio per la lettura, in lingua madre e in traduzione, di poesie di autori in rappresentanza di Nord America, Sud America, Oceania, Africa, Asia ed Europa. Un formula che riassume il ruolo svolto dal Festival della Poesia nei suoi 26 anni di vita: portare Genova nel mondo e portare il mondo a Genova. Il 26° Festival Internazionale di Poesia di Genova, per il finale di settembre, torna poi a Palazzo Ducale. Ora il programma itinerante di luglio 2020:

  • Giovedì 2 luglio - ore 18.30, Piazza De Ferrari (in collaborazione con Design for Everyday Life), fontana di De Ferrari: Le voci della Ninfea. Da Monet a Vian. Omaggio a Boris Vian nel centenario della sua nascita. Installazione e progetto a cura di Elisabeth Vermeer. Danno forma, colore e voce alla ninfea del libro di culto di Boris Vian La Schiuma dei Giorni. L’Écume des Jours, gli artisti e poeti: Carlo Accerboni - Silvia Bibbo - Simona Campi - Salvio Capuano - Roberto Carloni - Fabrizio Cillo - Uri De Beer - D’Iside - Antonio Di Pace - Maurizio Elettrico - Marilena Faraci - Laura Fonsa - Francesco Geronazzo - Enza Lomonaco - Daria Marchesi - Malgosia Mitka - Françoise Morin - Enzo Navarra - Gloria Pastore - Mario Pepe - Laura Peres - Farzaneh Rostami - Claire Jeanine Satin-Gian Luigi Suman - Marisa Tumicelli - Serena Vestene. Interventi musicali: Enrico Pagnucci (chitarra); live performance: Cri Eco; letture poetiche a cura della Stanza della Poesia. Proiezione di un video d’arte con lavori di Françoise Morin.
  • Venerdì 3 luglio (rinviato all'8 luglio per allerta gialla), ore 20.45, Piazza Sant’Eusebio (in collaborazione con Municipio IV Media Valbisagno): Recital poetico e musicale. Con Marco Ercolani, Lucetta Frisa, Francesco Macciò e Luca Valerio. Interventi musicali di Renato Uccelli e Chicco Sciaccaluga di Acustico Medio Levante: Omaggio a Cesare Pavese ed Edoardo Firpo. Antologia di Parole Spalancate. Letture di poesie: Ferlinghetti (USA), Horacio Ferrer (Uruguay), Roger Mc Gough (Regno Unito), Acep Zam Zam Noor (Indonesia), C.K. Stead (Nuova Zelanda), Nicholas Kawinga (Zambia);
  • Sabato 4 luglio - Villa Durazzo Pallavicini (in collaborazione con Amici di Villa Pallavicini, Studio Ghigino & associati, L'Arco di Giano cooperativa sociale), ore 16: Percorso Poetico in Villa, con passeggiata al chiaro di luna alle ore 20. Con la partecipazione di: Mauro Macario, José Pulido (Venezuela), Daniele Gatti, Anna Mumot (Polonia), Duo Noli-Soattin (chitarre dell’Ottocento). Antologia poetica di Parole spalancate. Letture di: Czeslaw Milosz (Polonia), Yang Lian (Cina), John Coetzee (Sud Africa), Juan Gelman (Argentina), Mark Strand (Stati Uniti), Les Wicks (Australia). Ingresso con biglietto; per info e prenotazioni: e-mail o 010 8531544.
  • Giovedì 9 luglio - ore 21, Giardini di Villa Scassi (in collaborazione con il Municipio II Centro-Ovest): Città dei Poeti - Poetry Slam a Villa Scassi - Semifinale 1. Gara poetica a voto popolare a cura di Genova Slam, valida per il campionato nazionale LIPS Antologia poetica di parole spalancate. Letture di: Derek Walcott (Santa Lucia), Mahmoud Darwish (Palestina), Alvaro Mutis (Colombia), Abdullah Sidran (Serbia), Wole Soyinka (Nigeria), Jennifer Compton (Australia);
  • Venerdì 10 luglio - ore 20.45, Oratorio Santo Cristo (via Domenico Oliva, in collaborazione con il Municipio VI Genova Medio Ponente): Recital poetico e musicale. Con: Massimo Morasso, Andrea Pesce, Barbara Garassino e Claudio Pozzani. Intervento in video: Yasmo (Jasmin Hafedh), Ekaterina Heider, Thomas Wallerberger, Semier Insayif (Austria). In collaborazione con il Centro Culturale Italo Austriaco. Interventi musicali: Antonio Bernardo (organista) e Quartetto di sax della Filarmonica Sestrese"UnderHouse Sax Quartet": Bianca Liuzzo (soprano) Luca Ottonello (contralto) Luca Castellaro (tenore) Andrea Alinovi (baritono). Antologia di Parole spalancate. Letture di: Francisco Brines (Spagna), Tonino Guerra (Italia), Alejandro Jodorowsky (Cile), Adonis (Siria), Joy Harjo (Stati Uniti), Mak Manaka (Sud Africa). Posti limitati: prenotazione raccomandata a questa e-mail;
  • Sabato 11 luglio - ore 21, Piazza Martinez (in collaborazione con il Municipio III Bassa Valbisagno): Città dei Poeti - Poetry Slam in Piazza Martinez - Semifinale 2. Gara poetica a voto popolare a cura di Genova Slam, valida per il campionato nazionale LIPS Antologia di Parole spalancate. Letture di: Pedro Pietri (Portorico), Michel Houellebecq (Francia), Godi Suwarna (Indonesia), Tommy Taberman (Finlandia), Evgeny Evtushenko (Russia).

«Il Festival nei quartieri di Genova ci ricorda e ricorda alla città che siamo una manifestazione radicata sul territorio e che ha sempre dato spazio ai talenti locali - dice Claudio Pozzani, direttore del Festival della Poesia di Genova - Le principali motivazioni che ci hanno spinto a viaggiare nei Municipi sono tre: la volontà di venire incontro a chi, nelle precedenti tappe di giugno al Ducale, ha avuto difficoltà a spostarsi, raggiungere più persone e comunità locali possibili e infine mettere in contatto cultura, identità e valori del territorio con la cultura internazionale contribuendo a valorizzare e promuovere diversi luoghi di Genova».

Potrebbe interessarti anche: , L'Università di Genova ti aspetta al nuovo InfoPoint di via Balbi , Il Festival delle Geografie di Levanto diventa online: il programma con Mario Tozzi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.