Teatro Torino - Martedì 17 gennaio 2017

Palcoscenico Danza 2017 a Torino: il programma

di Paolo Morelli

Torino - I diversi problemi economici che hanno colpito il settore teatrale torinese, situazione che accomuna tutti i comparti della cultura, non fermano la Fondazione TPE, che giovedì 26 gennaio inaugura la nuova stagione di Palcoscenico Danza, diretta da Paolo Mohovich. «Torino – ha spiegato Mohovich – cerca di lavorare sulla cooperazione tra vari enti, nella nostra attività dobbiamo basarci su queste sinergie». E così, infatti, il nuovo cartellone di Palcoscenico Danza è un programma all’insegna delle collaborazioni tra diverse realtà del territorio.

Giovedì 26 gennaio, al Teatro Astra (ore 21), la stagione parte con uno spettacolo composto da tre parti: L’eco dell’acqua di Philippe Kratz, 14’20” di Jirí Kyliáne e Rain dogs di Johan Inger. Tre coreografie della compagnia Aterballetto, considerata una delle più importanti compagnie italiane di danza, per la direzione artistica di Cristina Bozzolini.

Sempre al Teatro Astra, giovedì 9 febbraio (inizio alle 21), toccherà a un altro progetto collettivo: Agorà Coaching Project, con le coreografie di Paolo Mohovich, Michele Merola e Gustavo Ramirez Sansano. Un progetto che vede la partecipazione di 19 danzatori, coinvolti nel progetto annuale di perfezionamento nella danza, che dà il nome allo spettacolo, rivolto a giovani di età compresa fra i 17 e i 24 anni.

«Mi piace aiutare i giovani coreografi permettendo loro di lavorare con ballerini formati», ha sottolineato Pompea Santoro, direttrice della compagnia Eko Dance International Project, che giovedì 2 e venerdì 3 marzo presenterà, alla Casa del teatro ragazzi e giovani (corso Galileo Ferraris, 266), le creazioni del progetto Made 4 You. Inizio sempre alle 21. Lo spettacolo è creato per Palcoscenico Danza, con pezzi brevi, e valorizza un autore che, all’interno dell’iniziativa Made 4 You, è sostenuto economicamente e artisticamente dalla compagnia. Quest’anno è stato scelto il bresciano Diego Tortelli, classe 1987.

Oltre ai suoi lavori, andranno in scena opere di Paolo Mohovich, Simona Ficosecco, Alessio di Stefano e Massimiliano Volpini. Ma ci saranno anche le cubane Laura Domingo e Sandra Ramy, nell’ambito di CUBITA – Progetto di scambio coreaografico Italia-Cuba a cura di Elisa Guzzo.

Entrare nella stagione di Palcoscenico Danza equivale a fare un viaggio nelle realtà collaborative esistenti, scoprendone i progetti, le opportunità e le reti che collegano compagnie italiane e straniere. Ci sono i tre assoli di Dance Ladies (sabato 18 febbraio, Lavanderia a Vapore, ore 19), con tre grandi danzatrici: Marta Reig Torress, Cristiana Casadio e Jone San Martin. Poi c’è il Balletto del Teatro nazionale di Saarbrücken, con una creazione di Ohad Naharin (mercoledì 22 e giovedì 23 marzo, Teatro Astra, ore 19). Quindi la terza edizione di Fiver/Permutazioni, che presenterà, nella stessa serata, i lavori dei vincitori del festival spagnolo Fiver e quelli dei coreografi selezionati dal bando Permutazioni, organizzato da Cie Zerogrammi con il sostegno di Piemonte dal Vivo e Università di Torino (sabato 8 aprile, Lavanderia a Vapore, ore 19).

Si va poi verso la conclusione con la premiata coreografia della Thomas Noone Dance, ispirata alla Medea di Euripide (venerdì 21 e sabato 22 aprile, Teatro Astra, ore 19.30). La replica del 22 aprile, peraltro, sarà introdotta da Sosterrò le ragioni della leggerezza, creazione di Francesca Cola, presentata in collaborazione con Interplay/Mosaicodanza. Chiusura in grande stile con INRI, della compagnia Zerogrammi, una creazione che ruota intorno alla tradizione meridionale italiana (venerdì 5 e sabato 6 maggio, Casa del teatro ragazzi e giovani, ore 19).

Ma Palcoscenico Danza è anche incontri con gli autori, workshop e masterclass. «Nonostante tutto – ha commentato Beppe Navello, presidente della Fondazione TPE – abbiamo messo in piedi un cartellone di qualità. E Torino è ancora considerata un modello da seguire».

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.

Oggi al cinema a Torino

Saint Amour Di Gustave Kervern, Benoît Delépine Commedia Francia, Belgio, 2016 Ogni anno, Bruno, un demotivato allevatore di bestiame, partecipa al Salone dell’Agricoltura di Parigi. Quest’anno suo padre Jean lo accompagna: vuole finalmente vincere la competizione grazie al loro toro Nebuchadnezzar e convincere Bruno... Guarda la scheda del film