Cultura Milano - Lunedì 3 aprile 2017

Design Week 2017, cosa fare e dove andare: eventi e mostre da non perdere

di Simone Zeni
Poesie di Neon - Giardini di Alessandro Manzoni

Milano - Al via la Design Week 2017 che, da martedì 4 a domenica 9 aprile, oltre al Salone del Mobile, anima la città di Milano con mostre, workshop, installazioni, progetti di designer emergenti o affermati, incontri, fino alle proposte food ad hoc e agli immancabili party.

Come orientarsi tra grandi eventi e proposte di nicchia, cui si può accedere anche grazie agli orari speciali programmati da Atm? Ecco la guida di mentelocale.it agli appuntamenti imperdibili del Fuorisalone 2017.

Tortona Design District

Il quartiere del design per antonomasia ospita l'appuntamento fisso del Superdesign Show di Superstudio. Il tema di quest'anno è Time to Color! e propone installazioni che si contraddistinguono per colore e spettacolarità; su tutte quella di Tokujin Yoshioka per LG, quella di AGC Asahi Glass in collaborazione con Jin Kuramoto e lo studio Raw-Edges, il padiglione del design polacco a cura di Dorota Koziara, il progetto di PepsiCo con Mathieu Lehanneur, Luca Nichetto, Fabio Novembre, lo chef Davide Oldani, Studio Job, Patricia Urquiola. In programma anche l'esposizione Discovering: People & Stories, dedicata alle proposte dei nuovi autori di design con l’intervento artistico di Alessandro Guerriero, Selected Objects e Materials Village.

Punto di rifermento di zona Tortona, anche per questa edizione, rimane Base Milano nel suo ruolo di Design Center: oltre a designer, progetti di aziende e università, qui si possono chiedere informazioni e soprattutto visitare la mostra Design Nomade, progetto espositivo nato da una call internazionale. Sempre in questi spazi sono ospitati l'evento Manifattura 4.0. The challenge for the future of the Italian companies, organizzato da Cna Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, e Unconfined: The New Galaxy Design, un’installazione interattiva ideata dallo studio Zaha Hadid Architects e dal collettivo di artisti digitali Universal Everything per Samsung.

Con la nuova passerella, adatta sia a pedoni che ciclisti, è poi facile raggiungere il lussuoso hotel Magna Pars Suites Milano e il Magna Pars Event Space, dove si possono ammirare i lavori dello storico atelier di maioliche faentine Ceramica Gatti 1928, e Milano Space Makers, sede dell'installazione Mini Living - Breathe, il Corian® Cabana Club, oltre alla mostra collettiva cinese Ròng Contemporary Design Exhibition.
Ancora. Al Mudec fiorisce un albero alto 6 metri firmato all'architetto Alessandro Mendini, una scultura site-specific ispirata a Kandinskij che resterà visibile fino al 9 luglio. Sempre in zona la mostra New Materials for a Smart City, ideata da Material ConneXion.
Non manca l'aspetto enogastronomico: oltre all'omonimo ristorante proprio all'interno del Museo delle Culture, lo chef 2 stelle Michelin Enrico Bartolini è impegnato anche in un altro progetto: all'Opificio 31 la sua cucina è per la prima volta in versione street food, proponendo quotidianamente panini gourmet, vitello tonnato e tanto altro.

Scopri qui i migliori eventi del Tortona Design District.

Brera Design District

Il distretto si è allargato: oggi comprende anche il The Mall, con l'unico evento connesso con il Salone del Mobile e dedicato alle finiture per l’architettura, space&interiors, con un allestimento a cura dello studio Migliore+Servetto Architects; e Microsoft House, che ospita i talk della rivista Icon Design. In via Palermo 1 è allestito il Brera Design Apartment, un appartamento dei primi dell'Ottocento presentato in una nuova veste, tra rimandi cromatici e pattern, a partire dall'atteso progetto The Visit, firmato Chiara Di Pinto e Arianna Lelli Mami; Timberland propone un'installazione di Matteo Cibic ispirata a una calzatura da barca; l'Ordine degli architetti PPC della Provincia di Milano propone la mostra Aldo Rossi e Milano 1955-1995; l'azienda olandese Spaces inaugura la nuova sede presso Bastioni di Porta Nuova 21; dotdotdot e Opendot presentando sul palco di Eataly Smeraldo l'installazione Gea.

Ancora, lo studio Gambardella Architetti è in piazzetta Brera con l'installazione Lo scrigno del cielo, L’architettura in una finestra, una torre cava di sette metri e mezzo composta da profili di legno e metallo; l'artista Gaetano Pesce allestisce tra via Brera e via Fiori Chiari l'opera Maestà Tradita, una versione gigante (grande 4 metri) della poltrona Up dedicata al rispetto e contro la violenza sulle donne; Luca Trazzi firma l'installazione luminosa Poesie di Neon presso il colonnato di Palazzo Anguissola e il giardino della Casa del Manzoni; nel concept store Mad Zone in via Brera 2 ha sede la collettiva di designer, artisti e stilisti Erotic Pop Design. The Contemporary Design of Love; infine Nartist offre alla Galleria Seno un denso programma di workshop, talk ed esposizioni incentrati sul connubio tra arte e design.

Scopri qui i migliori eventi del quartiere Brera Design District 2017.

Porta Venezia In Design

Il quartiere del Liberty propone come ogni anno visite guidate ai monumenti e ai palazzi più rappresentativi dello stile che lo caratterizza. A quest'attività si affiancano tante proposte rivolte al design, su tutte c'è The Essential Taste of Design, firmato da Matteo Ragni Studio ed Essent’ial, progetto che trasforma il Casello Ovest di Porta Venezia in una crocevia di mostre a tematica soprattutto food design: dai progetti del workshop della Scuola Politecnica di Design alla mostra Breaking Bread - Pane al Pane di Azure, da Gli Oggetti Raccontano di Virginio Briatore alla selezione di Posate per la tavola, composta da tavoli-teca che ospitano una selezione di forchette, coltelli e cucchiai del collezionista Alain Wathieu.

Alla Casa Museo Boschi di Stefano è possibile visitare, oltre alla stessa casa museo, la retrospettiva a cura di Matteo Iannello Gio Ponti/Roberto Sambonet. Il cuore dei Ponti per i Sambonet. Da Stamberga, in via Melzo 3, vengono ospitati i progetti di Bonacina 1889, Octàgon Design, Puebco Inc., Meta, YStudio; nonché la mostra fotografica Spiritus del fotografo Marco Beretta. Il grande showroom Jannelli&Volpi imbastisce un allestimento scenografico delle nuove collezioni di carta da parati e rivestimenti da parete del brand, mentre presso il Centro Culturale Ceco di via Morgagni 20 si può visitare Mini Wonders, esposizione di sette designer della Repubblica Ceca che presentano i loro progetti dedicati ai bambini.
Presso il The Small l'appuntamento è con la mostra Pasta al nero di seppia Revisited: non lasciatevi ingannare dal nome, si tratta di una mostra di fotografie e sculture (vernissage alle 18.30 di martedì 4 aprile).

Non manca l'artigianato che da sempre caratterizza Porta Venezia: Daniela De Marchi, in piazzale Lavater 2, espone pezzi unici realizzati in ottone, bronzo, pietre naturali; nel negozio-laboratorio Ami Mops di via Tadino 3, Barbara Corazza presenta la collezione primavera-estate 2017.

Scopri qui i migliori eventi di Porta Venezia In Design 2017.

Ventura Lambrate e Ventura Centrale

Doppia location quest'anno per Ventura Projects, che affianca allo storico distretto di Ventura Lambrate, anche Ventura Centrale, all'interno dei magazzini della stazione, all'altezza di via Ferrante Aporti 15. Tra le tradizionali location troviamo presso Officina Ventura 14, in via Ventura 14, Ikea che presenta la sua idea di salotto del futuro e propone per le 6 giornate incontri a talk nel primo Ikea Festival. Dalla parte opposta della strada, al civico 15, trova spazio Posthuman - When technology embeds society, il progetto di Logotel che invita a riflettere sul rapporto tra uomo e tecnologia attraverso l'installazione robotica di Maria Yablonina; sempre in questa location anche Encuentro Bajo el Sol de los Dioses, mostra sulle tradizioni tessili del Perù cui hanno lavorato i designer Ricardo Geldres e Marcelo Rosenbaum assieme a 23 artigiani; ed è qui gli architetti e designer Cristian Russo e Marco Pietro Ricci dello Studio dArk presentano dArk Cube, un’opera, nell'intenzione di valorizzare la linea LightingeAirblade del brand Dyson. In ultimo c'è anche l'Atelier Mendini, che espone il progetto sulle nuove tecnologie Ecopixel.

Anche in via Conte Rosso numerosi appuntamenti. Ai civici 17 e 19 ha la sua sede In Cortile, in cui è possibile scoprire le creazioni di 50 giovani artigiani e artisti incontrandoli di persona, il miglior modo per creare contatti e spunti di collaborazione autentici. Al numero 22 c'è Anthropocene, la mostra curata da Marcello Pirovano e Stefano Maffei sul tema dei contrasti tra natura e artificio. In via Conte Rosso 36 si trova invece un'atipica esposizione di Fraai Werk e Noepster sulla trasformazione dei liquidi in solidi per creare oggetti, in cui titolo è Liquid Matter.

Molto attesa l'esposizione Sense-Me presso lo spazio Sbodio32, in via Sbodio 32, in cui espongono le loro opere alcuni giovani designer ispirati da tematiche come l'erotismo e la tecnologia; ogni sera dj-set, tra cui quello a cura i q|LAB di giovedì sera. Ancora emergenti in via Oslavia, al civico 3, dove ha luogo la mostra Materials Futures, con le più recenti ricerche degli studenti del Master in Materials Futures del Central Saint Martins College di Londra.
Food a tutto spiano al Ventura Garden di Lambrate, dove va in scena per tutti i sei giorni della manifestazione Street Food Experience, dove i protagonisti sono cibo, cocktail, musica. Ogni giorno è scandito da tre appuntamenti fissi: Food & design (dalle 12.00 alle 15.00), Street & foodtech (dalle 15.00 alle 18.00), Mixology, design e music (dalle 18.00 alle 21.00).

Presso Ventura Centrale sono esposti brand internazionali emergenti o affermati che hanno, grazie alla location, la possibilità i approcciasi al pubblico in modo interattivo, occupando anche spazi prima impensabili. Tra i vari nomi ad aver aderito Lee Broom, Maarten Baas by Lensvelt, Salviati in collaboration with Luca Nichetto and Ben Gorham, Baars & Bloemhoff. .

Scopri qui i migliori eventi della Design Week 2017 a Ventura Lambrate e Ventura Centrale.

Zona Santambrogio

Si comincia dall'headquarter DoutDeSign, all'interno dell'ex convento di via San Vittore 49. Qui si svolge l'evento Next Design Innovaton, in cui vengono esposti 21 prototipi di giovani designer. Tutti i creativi coinvolti sono under 35 e provengono da scuole e università lombarde, nonché dalla Scuola Elisava di Barcellona. Sempre presso il quartier generale di Zona Santambrogio è presente una selezione di altre esposizioni di design internazionale e un'installazione curata dal master in Service Design del Politecnico di Milano e POLI.design.

Nel giardino dell'edificio ha sede l'iniziativa food forse di maggior richiamo del Fuorisalone: Eat Urban, il Design Week Street Food Festival con ristorante open air della Design Week. Qui si può trovare una selezione di street food su ruote, dagli apecar agli automezzi vintage, posizionati tra alberi ed aiuole e accompagnati da musica. Firmati dall'organizzazione Womade gli eventi serali nel quartiere.

Da non perdere anche le novità in esclusiva presso il mitico Spazio Rossana Orlandi come, ad esempio, il lancio della home collection firmata Birkenstock.

Scopri qui i migliori eventi di Zona Santambrogio durante il Fuorisalone 2017.

5vie

Nel centralissimo distretto troviamo il progetto Foyer Gorani a design curated Piazza for Creative minds, in cui sono presentati, curati da Federica Sala, i progetti del norvegese Sigve Knutson, dell'olandese Sabine Marcelis e un tributo alla ricerca artistica della designer svedese Hilda Hellström.

Torna, dopo il successo dell'edizione 2016, la Design Pride, con partenza il 5 aprile alle ore 18.00, da piazza Castello, toccando via Magenta, via Meravigli, via Cesare Correnti e l’area tra San Maurilio, Santa Marta e piazza Affari.

Designer affermati e giovani emergenti si ritrovano allo Spazio Sanremo che, se nelle aree principali ospita un progetto di Desi Santiago per Cartier, nelle salette laterali mette in mostra i lavori dei vincitori di una call-to-action aperta lo scorso autunno. Altri due progetti da visitare nel distretto: Le Vie del Patrimonio di Francesco Garbelli, che vuole valorizzare il grande patrimonio storico e architettonico; e 5VIE People, progetto fotografico a cura di Patrizia Calegari che ritrae le persone più rappresentano il distretto nel quotidiano.

A rappresentare il food qui c'è il volto noto di Chef Rubio che, assieme al designer Filippo Protasoni, tiene da Pasta d'Autore una serie di laboratori di food design dal titolo Origami Italiani.

Scopri qui gli eventi da non perdere nel quartiere 5vie.

Isola Design District

Il Frida, storico locale del quartiere ora di grande tendenza, ospita Source, nel cui ambito viene presentata la mostra Obstacles and Solutions a cura dell'architetto Valia Barriello, che si concentra su alcuni aspetti nascosti dell'autoproduzione. Presso lo spazio O', in via Pastrengo 12, ha luogo Harvest, uno degli eventi di punta del distretto, in cui dieci designer hanno immaginato e ricreato differenti scenari in un’ambientazione futuristica. Gli spazi di Crud sono invece riservati al Social Label, iniziativa firmata Studio Boot e C-mone. I designer internazionali Tomoya Tabuchi e Tomoyuki Sakadida sono invece al Kensaku Ohiro Studio di via della Pergola 8, dove espongono i loro protetti creati per e’nteriors, una società di contratto a Tokyo; nella stessa location è esposta la nuova sedia di Chiavari progettata da Kensaku Oshiro per il ristorante Keisuke Matsushima di Nizza.

La seconda edizione del Milan Design Market si tiene da Gianni Rizzotti + YoRoom (via Pastrengo 14): oltre alle opere di 35 designer e brand emergenti da tutto il mondo, presenti anche 3 diverse installazioni, un enorme robot che produce oggetti in stampa 3D e uno spazio dedicato a workshop e talk. Infine c'è il percorso di eco-design proposto per la sedicesima edizione di Green Island, che comprende talk, workshop e l'installazione Botanik presso RivaViva in via Porro Lambertenghi, dove viene ricreato un orto botanico naturale. Progetto di Claudia Zanfi.

Capitolo food: il ristorante Capra e Cavoli ospita il progetto Tatuare gli spazi, la nuova decorazione nell’interior design realizzata da Tideo, applicata sui marmi forniti da Mgs marble & GraniteService e sugli oggetti per la tavola recycled stones, progetto multidisciplinare di Tiziana Scaciga insieme al Politecnico di Milano - Scuola del design; il piccolo bistot con forno Anche ospita il Spirito del luogo di Ceren Gun.

Scopri qui i migliori eventi del quartiere Isola Design District.

Triennale, Statale e altri quartieri

Oltre alle innumerevoli mostre in Triennale di Milano (ingresso a tutte le esposizioni a 10 euro, compresa la mostra dedicata al design per piccini del Design Museum) e alle installazioni dell'Università degli Studi di Milano, in cui è sempre bene fare un giro tra i cortili, c'è da ricordare anche le numerose iniziative dei distretti più nuovi.

Durini Design debutta con iniziative musica e l'adesione di molti showroom del quartieri ma, soprattutto con il micro labirinto di bambù di Franco Maria Ricci: un'installazione in cui il visitatore viene condotto a scoprire la nuova cucina Scic che vede la reinterpretazione del sogno di Franco Maria Ricci attraverso l'intervento dell’artista Giovanni Bressana. MonteNapoleone Design Experience coinvolge il Quadrilatero della moda in una serie di aperture straordinarie ed esposizioni, gli amanti del design non possono perdersi l'apertura del flagship store firmato Fendi Casa e la nuova collezione di Armani/Casa.

Ancora tanto food a NoLo, con un aperitivo a base di pane, salame e design presso la Salumeria del Design, e al MuVaC, distretto alla sua edizione numero zero che coinvolge per il Fuorisalone food truck molti dei ristoranti di via Muratori, via Vasari e via Corio, con menù speciali, musica e drink (i ristoranti partecipanti sono Pasta Madre, Dongiò, CAP, Trippa, MAM, Abbottega, Osteria Casa Tua, Il Cavallante, Itashi, La Cozzeria, Giulio Pane e Ojo).

Ultimo ma non ultimo: partecipate ad una delle attività aperte al pubblico del Milan Design Hostel in Bovisa, c'è la possibilità anche di dormire nella struttura, a stretto contatto con i designer e le loro creazioni. Irripetibile (almeno fino alla prossima edizione).

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

In guerra per amore Di Pif Drammatico Italia, 2016 1943. Mentre il mondo è nel pieno della seconda guerra mondiale, Arturo vive la sua travagliata storia d'amore con Flora. I due si amano, ma lei è la promessa sposa del figlio di un importante boss di New York. Per poterla sposare, il nostro... Guarda la scheda del film