Bardonecchia: escursioni e passeggiate imperdibili per un'estate in montagna - Torino

Bardonecchia: escursioni e passeggiate imperdibili per un'estate in montagna

Cultura Torino Mercoledì 11 agosto 2021

© Bardonecchia Ufficio del Turismo/Facebook

Torino - Chi ha detto che per vivere esperienze indimenticabili a tutta montagna si debba finire per forza sull'Everest o il K2? Spesso, anche concedersi escursioni e passeggiate più soft immerse nella natura, adatte a tutti i tipi di gambe, può rivelarsi un'esperienza memorabile senza il bisogno di spostarsi troppo dalla propria città. Gli abitanti di Torino in questo sono fortunati: a poco più di un'ora dal capoluogo piemontese c'è Bardonecchia, famosa non solo per gli sport invernali. Durante l'estate, la montagna a Bardonecchia dà spettacolo, offrendo suggestivi itinerari nella natura incontaminata.

Bardonecchia e le sue quattro valli (Valle Stretta, Valle della Rho, Valle del Frejus e Vallone di Rochemolles) offrono un’infinità di alternative per chi ama camminare in montagna: sentieri, mulattiere e strade militari dai 1300 ai 3500 metri, adatti a tutti gli appassionati. Da chi preferisce semplicemente passeggiare all’escursionista attento fino all’alpinista piu’ esigente, sostando in rifugi e posti tappa e visitando i numerosi alpeggi.

Diversi sono i punti di partenza da cui intraprendere una camminata a Bardonecchia: il Colle della Scala, i Rifugi della Valle Stretta, Pian del Colle, Melezet, Les Arnauds, Campo Smith, Borgo Vecchio, Millaures, Gleise, Bacini Frejusia e Rochemolles. Che ne dite di una vacanza a Bardonecchia questa estate? Gli itinerari possibili sono davvero tanti: per questo abbiamo pensato ad una piccola guida alle escursioni a Bardonecchia da non perdere, adatte a tutti i tipi di gambe. Allacciate gli scarponcini, si parte!

Passeggiate per tutta la famiglia a Bardonecchia

Partiamo con le passeggiate ed escursioni semplici e rilassanti, da fare insieme alla famiglia. Non c'è che l'imbarazzo della scelta a Bardonecchia. Ecco i nostri consigli:

  • Decauville Alpeggio Beatrix
    Itinerario nella Valle di Rochemolles
    Dislivello in salita: 100 metri
    Tempi di percorrenza
    : 3 ore e 30 minuti
    La strada, aperta negli anni ’20 del ‘900 per il trenino di servizio durante i lavori di costruzione della Diga di Rochemolles, collega quest’ultima ai bacini di Frejusia, alle pendici del Monte Jafferau. Praticamente pianeggiante, è possibile raggiungerla da Bardonecchia in auto, dalla frazione Millaures (anche con la telecabina), da Rochemolles o dalla diga stessa: percorsa interamente è lunga 7 km a/r. Partendo dai bacini, dopo circa 1,5 km si trova l’Alpeggio Beatrix; è possibile interrompere l’itinerario al km 4, sopra le Grange Mouchecuite, e scendere a Rochemolles collegandosi all’itinerario Grange Mouchette-La Croix-Alpeggio Valfredda.
  • Sentiero Balcone da Millaures a Les Issard
    Itinerario nella Conca di Bardonecchia
    Dislivello in salita: 70 metri
    Tempi di percorrenza: 2 ore
    Raggiungere la frazione Millaures e quindi la località Le Frassinet: vicino alla Chiesa Parrocchiale parte l’itinerario su strada sterrata pianeggiante che permette di fare un giro lungo le pendici del Monte Jafferau. Ignorando un paio di bivi, si arriva sopra i piazzali di parcheggio degli impianti di risalita: qui è possibile interrompere la passeggiata scendendo agli stessi e in paese (bivio segnalato nel bosco). Proseguendo sul sentiero in falsopiano si arriva alla Borgata Les Issard, nella Valle di Rochemolles: questo secondo tratto è accompagnato da piccoli pannelli di divulgazione naturalistica (sentiero natura “I Cosetti di Luciano”).
  • Forte Bramafam
    Itinerario ad anello nella Conca di Bardonecchia
    Dislivello in salita: 170 metri
    Tempi di percorrenza: 1 ora e 30 minuti
    Raggiungere la partenza degli impianti sciistici di Campo Smith. In fondo al parcheggio di sinistra parte la ripida strada Vivier, che in breve tempo porta in località Quattro Strade: qui proseguire dritto in piano fino alla Cappella di Sant’Anna e subito dopo imboccare la salita a sinistra per raggiungere il Forte Bramafam. Dopo averlo visitato, ridiscendere alla cappella e imboccare la strada a sinistra per le Grange del Bersac; arrivati alla piccola Cappella di Santa Chiara girare a sinistra verso il Colletto della Forca: da qui scendere sulla Fontana Giolitti e, per chiudere l’anello, seguire il sentiero pianeggiante Natale Bosticco che, costeggiando la Dora Riparia, riporta a Campo Smith.
  • Lago Verde
    Itinerario ad anello nella Valle Stretta
    Dislivello in salita: 100 metri
    Tempi di percorrenza: 1 ora e 30 minuti
    Da Bardonecchia raggiungere le Grange di Valle Stretta: alla sbarra proseguire verso il Rifugio I Re Magi, oltrepassarlo e continuare sul sentiero che si apre nei pascoli, raggiungendo la baita solitaria all’incrocio con la strada sovrastante. Il bivio poco distante segnala il Lago Verde: prendere a destra, passare sul ponte e, dopo la curva naturale della strada, piegare a sinistra per superare una piccola spalla rocciosa e scendere al lago. Attenzione: quest’ultima svolta non è segnalata, ma indispensabile per raggiungere il lago. Per il rientro, tornare alla spalla rocciosa e seguire il sentiero che va a sinistra verso il torrente, opposto al ponte: risalire nei prati al Rifugio I Re Magi e quindi alla sbarra.
  • Sentiero sotto la roccia
    Itinerario ad anello nella Valle della Rho
    Dislivello in salita: 100 metri
    Tempi di percorrenza: 1 ora e 15 minuti
    Seguire la strada asfaltata dei camini del Frejus, che sale oltre la Tur d’Amun, fino all’evidente incrocio con la sterrata della Valle della Rho: la si percorre sino al quarto e ultimo tornante con bivio segnalato; qui si prende il sentiero sulla destra, che con brevi saliscendi - e punto panoramico sulla conca con tavola orientativa a metà strada - porta alle Grange del Frejus: a questo punto, scendendo lungo la strada asfaltata fino all’incrocio con la sterrata della Rho, si chiude l’anello.
  • Valletta Almiane
    Itinerario ad anello nella Valle di Rochemolles
    Dislivello in salita: 200 metri
    Tempi di percorrenza: 1 ora
    Da Rochemolles, seguire in auto la strada. sterrata che sale alla diga, superare il ponte sul rio Almiane: poco oltre, dallo spiazzo erboso sulla destra, parte l’itinerario. Imboccare il sentiero per il Colletto Almiane, verso le diroccate Grange Chaux; proseguendo sulla destra si raggiungono altre grange, le Jalet e le Selle: in corrispondenza di quest’ultime, a quota 2200 m, parte una traccia sulla sinistra che, in leggera discesa, conduce alle Grange Almiane. Per chiudere l’anello, scendere nel bosco lungo il sentiero che riporta alla sterrata e quindi alla partenza. In questo breve giro si incontrano molte tracce di sentiero che si perdono nel bosco o nei prati, in ogni caso utili per il rientro.
  • Strada del Paradiso
    Itinerario ad anello nella Valle del Rho
    Dislivello in salita: 215 metri
    Tempi di percorrenza: 2 ore e 45 minuti
    Dalla piazza del mercato di Borgo Vecchio, risalire per 100 m lungo Viale San Rocco, svoltare a sinistra sul ponte del torrente Rho e imboccare la mulattiera che sale al Poggio Tre Croci: la si percorre fino al settimo tornante, dove si incontra un bivio segnalato e si prende il sentiero pianeggiante sulla sinistra. Sopra l’abitato di Les Arnauds il tracciato inizia a scendere e in prossimità del rio Fosse incrocia uno sterrato che conduce alla frazione Melezet e raggiunge la strada provinciale. Per rientrare a Bardonecchia è possibile prendere un autobus oppure procedere a piedi per Les Arnauds e tornare al punto di partenza lungo la Passeggiata del Canale, evidente sentiero pianeggiante che porta al ponte sul Rho già attraversato all’andata.
  • Giro basso Valle della Rho
    Itinerario ad anello nella Valle del Rho
    Dislivello in salita: 240 metri
    Tempi di percorrenza: 1 ora e 15 minuti
    Itinerario ad anello con partenza dall’Hotel Europa, in cima a Viale San Rocco di Borgo Vecchio. Si imbocca il ripido sentiero che sale a una bacheca illustrativa, frutto di un lavoro di ricerca degli alunni della Scuola Primaria di Bardonecchia; qui lo si abbandona e si prosegue a sinistra in falso piano, sino a una piccola radura e a un bivio con cartello indicatore: si prende a sinistra e si scende al torrente Rho, si attraversa il ponte e si risale nel bosco sull’altro versante. Raggiunta la mulattiera del Poggio Tre Croci, dove si trova un’altra bacheca, si scende lungo i facili tornanti che riportano a Viale San Rocco.

10 escursioni a Bardonecchia per i più esperti

Per chi vuole mettersi alla prova con escursioni più impegnative, le montagne di Bardonecchia offrono diversi itinerari dai panorami mozzafiato. Eccone alcuni:

  • Grange della Rho e Cappella di Mont Serrat
    Itinerario ad anello nella Valle della Rho
    Dislivello in salita: 315 metri + 50 metri
    Tempi di percorrenza: 2 ore e 15 minuti
    Itinerario ad anello con partenza dall’Hotel Europa, in cima a Viale San Rocco di Borgo Vecchio. Si imbocca il ripido sentiero che sale a una bacheca illustrativa, frutto di un lavoro di ricerca degli alunni della Scuola Primaria di Bardonecchia; qui lo si abbandona e si prosegue a sinistra in falso piano, sino a una piccola radura e a un bivio con cartello indicatore: si prende a destra, in salita, e alla biforcazione successiva si tiene la sinistra, in traverso. Raggiunto un ultimo bivio si svolta a destra, ormai in vista delle Grange: superatele, la strada in falsopiano porta alla Cappella del Mont Serrat. Per il ritorno, usare il ripido sentiero che dal centro delle Grange scende di fronte alla chiesetta che taglia i tornanti della carrozzabile; giunti alla bacheca dei bambini si riprende l’itinerario di salita.
  • Orrido del Frejus - Grange Chaffaux
    Itinerario ad anello nella Valle del Frejus
    Dislivello in salita: 357 metri
    Tempi di percorrenza: 2 ore
    Risalire Via Modane fino all’incrocio con Via Cavour, imboccare il sentiero pianeggiante che costeggia il torrente, superare la stalla e iniziare a salire sulla destra, sino al rio Merodovine. Continuare sulla destra su un piccolo ma evidente sentiero, che incontra una bacheca allestita dai bambini della Scuola Primaria di Bardonecchia e un bivio segnalato: proseguire a sinistra con saliscendi, superare un ponticello in legno, raggiungere un’altra biforcazione segnalata e proseguire a destra fino alla mulattiera che, sulla sinistra, sale alle Grange Chaffaux. Per chiudere l’anello, scendere lungo lo sterrato che riporta alla partenza.
  • Grange Chaffaux - Vernet
    Itinerario ad anello nella Valle del Frejus
    Dislivelloin salita: 357 metri
    Tempi di percorrenza: 2 ore
    Risalire Via Modane fino all’incrocio con Via Cavour, imboccare la mulattiera che sale ripida di fronte alla fontana, superare la solitaria Grangia La Moutte e al bivio segnalato proseguire a sinistra: la strada porta direttamente alle Grange Chaffaux. Ritornare brevemente all’inizio della borgata, imboccare il sentiero a sinistra in corrispondenza della prima abitazione e seguire la traccia che in breve raggiunge le Grange Vernets. Per chiudere l’anello, scendere la ripida strada che riporta alla Grangia La Moutte e quindi alla partenza.
  • Cresta Melmise + Grange La Casse
    Itinerario ad anello nella Valle del Frejus
    Dislivello in salita: 450 metri
    Tempi di percorrenza: 3 ore
    Risalire Via Modane fino all’incrocio con Via Cavour, raggiungere il bivio sopra la Grangia La Moutte, proseguire a destra per le Grange Vernets e la biforcazione Grange La Casse-Cresta Melmise: qui è possibile un’interessante variante alla Baita La Casse (1875 m, 0h30 e 100 m+), punto molto panoramico che merita una visita. Per continuare il giro, invece, tenersi a destra e raggiungere le casermette sulla Cresta Melmise. Scendere sul filo di cresta - subito roccioso, poi tranquillo - che in poco tempo porta a valle: a un certo punto spiana verso i prati, svolta a destra e, passando dietro i condomini, torna alla partenza. È possibile anche rientrare lungo la strada militare, più lunga ma più dolce della cresta; al sesto tornante prestare attenzione al bivio, non segnalato ma necessario per tornare alla partenza: prendere a destra il sentiero che, procedendo in piano, riporta alla cresta e quindi seguie la precedente opzione.
  • Rochemolles - Diga Rifugio Scarfiotti
    Itinerario nella Valle di Rochemolles
    Dislivello in salita: 550 metri
    Tempi di percorrenza: 2 ore e 30 minuti
    Da Rochemolles proseguire lungo la carrozzabile fino al quinto tornante, dove un cartello indica il sentiero pedonale per la diga: si attraversa un torrente in guado (attenzione nei periodi ricchi di acqua!), si risale sulla destra e si raggiungono le Grange Serre e il muro della diga; la traccia pianeggiante costeggia tutto il lato sinistro del bacino d’acqua fino al Monumento degli Alpini in località Picreaux. Per raggiungere il Rifugio Scarfiotti, seguire il sentiero che fiancheggia in brevissimi tratti la carrozzabile.
  • Grange Mouchequite La Croix/Alpeggio Valfredda
    Itinerario nella Valle di Rochemolles
    Dislivello in salita: 355 metri
    Tempi di percorrenza: 1 ora e 15 minuti
    Dal parcheggio all’ingresso di Rochemolles, imboccare il sentiero sulla destra e salire nel bosco fino alla Cappella della Madonna della Neve, ignorando i bivi; da qui proseguire ancora a destra e raggiungere le Grange La Croix, dove hanno origine la Valfredda e la strada per le omonime grange (2256 m): per raggiungerle, aggiungere 300 m+ e 1h30 di facile cammino su ampia mulattiera. Rientro sullo stesso sentiero o dalle Grange Mouchequite, situate poco sotto la cappella.
  • Prati de la Jarge
    Itinerario nella Valle di Rochemolles
    Dislivello in salita: 400 metri
    Tempi di percorrenza: 2 ore 
    Dal ponte di Rochemolles verso la chiesa, in prossimità del Museo svoltare a destra in direzione delle Grange del Vallone (cartello indicatore). Il sentiero è uno solo, sale costante e in poco tempo porta in quota, là dove il percorso spiana per un lungo spostamento verso ovest in località La Jarge: qui si possono vedere i resti degli ovili usati per il ricovero degli animali. È un itinerario molto panoramico, tutto al sole.
  • Grange d'Etiache
    Itinerario nella Valle di Rochemolles
    Dislivello in salita: 300 metri
    Tempi di percorrenza: 1 ora
    Da Rochemolles, raggiungere in auto il Rifugio Scarfiotti, poco prima del quale, a sinistra del laghetto, si attraversa il torrente e si imbocca il sentiero per il Colle d’Etiache. Il percorso è piuttosto ripido e porta velocemente in quota: si incontra solo un bivio che, verso sinistra, sale alla Cresta San Michele; raggiunti i pascoli dell’Alpe d’Etiache si vedono le grange diroccate e si gode un bel panorama. Proseguendo sul sentiero si può raggiungere il colle (400 m+).
  • Rifugio Scarfiotti - Sentiero geologico - Cascate
    Itinerario ad anello nella Valle di Rochemolles
    Dislivello in salita: 250 metri
    Tempi di percorrenza: 3 ore
    Alla testata della Valle di Rochemolles, sopra il Rifugio Scarfiotti, è stato attrezzato un interessante sentiero geologico che permette di ripercorrere la storia delle Alpi. L’itinerario parte dalle Grange du Fond, dove si trova il primo pannello vicino alla sbarra: si attraversa poi il piccolo ponte (cartello “Sentiero Geologico”) e si sale su ripido sentiero verso le Grange d’Etiache (secondo pannello). Si prosegue più dolcemente fino a un bivio, con cartello, dove si svolta a destra: attenzione ai tracciati degli animali; in leggera discesa si supera un piccolo rio, generalmente secco, e poco dopo si risale nei prati per raggiungere il terzo pannello e un piccolo lago. Si passa quindi sotto il Bric del Mezzodì e, in corrispondenza del Vallone della Rognosa, si tocca un altro laghetto: si sale ancora un poco fino a un altro pannello. A questo punto si scende attraverso i prati fino al ponte sul rio di Fond; da qui una serie di ripide scorciatoie si tiene a ridosso dei salti d’acqua: l’ultima (si svolta a destra prima del ponte in legno della strada) passa proprio sotto la grande cascata e consente di leggere l’ultimo pannello.
  • Sentiero Lucianina - Alpeggio Valle Stretta
    Itinerario nella Valle Stretta
    Dislivello in salita: 300 metri
    Tempi di percorrenza: 2 ore
    Da Pian del Colle, nei pressi del ponte sul rio di Valle Stretta, parte il sentiero che si snoda lungo la sinistra orografica della valle. La prima parte del percorso consente di raggiungere in breve tempo la diga detta “delle 7 Fontane”, poi inizia a salire arrivando a un’altra piccola diga vicino a un ponte; qui la valle si allarga e, dopo un passaggio fra i pioppi tremuli, ecco l’ampio Pian dei Militi: a sinistra si vede la Parete dei Militi, al di là del torrente di Valle Stretta. Proseguendo si toccano l’Alpeggio di Valle Stretta e, ancora oltre, le Grange di Valle Stretta su sentiero (sinistra orografica) o attraversando il ponte per la carrozzabile.

Tante altre escursioni le potete trovare sul sito web di Bardonecchia.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.