25 aprile a Torino, la Festa della Liberazione al Polo del '900. Il programma completo

25 aprile a Torino, la Festa della Liberazione al Polo del '900. Il programma completo

Attualità Torino Martedì 13 aprile 2021

Torino - Prendono il via da giovedì 15 aprile 2021 le iniziative che il Polo del '900 e i 22 enti partner dedicano all'Anniversario della Liberazione 2021, grazie al sostegno del Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio Regionale del Piemonte e in collaborazione con la Città di Torino.

Incontri, dirette streaming, podcast, proiezioni, spettacoli teatrali da seguire sui canali web del Polo del ‘900 e degli enti organizzatori fino al 29 aprile, cui si aggiungono percorsi a piedi nei luoghi della memoria e due mostre dedicate al reporter-partigiano Felix De Cavero presso il Polo (sospesa a causa delle restrizioni covid) e a Nuto Revelli sotto i portici di Piazza della Repubblica.

Incontri 

Il programma si apre sul tema della giustizia dopo gli orrori della guerra con I giorni della Liberazione di Torino e della “resa dei conti” con il fascismo, primo di tre incontri online (15-21-29 aprile, ore 16 sui canali social dell’Istoreto) a cura di Istoreto, nell’ambito del progetto Giustizia straordinaria e militare.

Proiezioni

A partire da venerdì 16 aprile, in occasione del suo 50° anniversario, l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza presenta Resistenza e Deportazione, otto film su momenti cruciali della Liberazione, restaurati e messi a disposizione su www.ancr.to.it con schede e approfondimenti pensati per le scuole (ore 18, canale YouTube ANCR). Le proiezioni con ANCR continuano su streeen.org con l’anteprima del docufilm “Marzo” e con il film “Cichero” introdotti dagli autori, chiude “Libere” dedicato alle donne della Resistenza (20-21-23 aprile, ore 18).

Percorsi a piedi

Con i percorsi della memoria, dal 17 aprile ore 10.30 e 15, il Museo Diffuso della Resistenza invita a riscoprire luoghi e protagonisti della Resistenza torinese nelle circoscrizioni 2, 3, 5 in un percorso a tappe guidato (max 10 persone su prenotazione da lun-ven al numero 011 01120780). Il Museo Diffuso propone anche Resistere in città, quattro guide digitali, disponibili dal 19 aprile sui propri canali web, per visite in autonomia.

La Resistenza attraverso lo sport

Lo sport diventa una lente d’ingrandimento per riflettere su guerra e Resistenza con Tifare…sotto le bombe, dialogo tra Aldo Agosti e Giovanni De Luna, a cura di Istoreto e Unione culturale “Franco Antonicelli” (20 aprile, ore 17) e Un calcio al fascismo. Storie di calciatori partigiani con Enrico Miletto e Stefano Tallia, a cura di Fondazione Vera Nocentini e Unione culturale “Franco Antonicelli” (22 aprile, ore 17), su pagina FB e YouTube del Polo, nell’ambito del più ampio progetto del Polo del ‘900 Sfide sconfinate. Lo sport che cambia il mondo.

Podcast e percorsi multimediali

Dal 19 aprile sul sito e pagina FB del Polo, la Resistenza si rivive anche attraverso il Podcast per la Festa di Liberazione, racconto a più voci per approfondire il tema della partecipazione femminile, il rapporto tra violenza e coscienza per chi scelse di resistere e sul significato di combattere una guerra civile anche per chi era contro. Gli appuntamenti con i podcast continuano con Un ritratto di Sophie Scholl a cento anni dalla nascita, a cura di Fondazione Nocentini e Istituto Salvemini (21 aprile, sito del Polo e degli enti organizzatori). Mentre, dal 22 aprile, nella sezione Storie e percorsi dell’Hub 9centRo (sito del Polo) è possibile consultare il percorso multimediale Resistenza e Liberazione frutto della ricerca tra le fonti documentarie del Polo a cura dell’Istituto piemontese A. Gramsci, in collaborazione con Istoreto, nell’ambito del progetto del Polo del ‘900 Archivi connessi.

Spettacoli

Con Aria di Libertà, in diretta dal Polo del ‘900, un omaggio teatrale alla vita di Mario Ghiglione, quindicenne attivo nella Resistenza con il nome di battaglia “Aria”, attraverso musiche, canzoni e monologhi di Gian Piero Alloisio in uno spettacolo pensato per grandi e piccoli (19 aprile, ore 20.30, pagine FB Consiglio regionale e Gian Piero Alloisio-Info, canale YouTube Teatro Italiano del Disagio). Invece, con Fondazione Donat-Cattin e Associazione Swinging Turin APS, anteprima video dello spettacolo Senza sparare un colpo, un ventaglio di storie della Resistenza non armata (dal 25 aprile, canali social Fondazione Donat-Cattin). 

Per i bambini

Anche i bambini sono invitati a partecipare alla Festa di Liberazione con Salto nella storia, momento ludico-didattico a partire dai materiali custoditi negli archivi del Polo, in compagnia di Davide Toscano in arte BombettaBook (24 aprile, ore 10, piattaforma Meet, info e prenotazioni a staff_didattica@polodel900.it).

25 aprile 2021

Le iniziative si concentrano nella giornata del 25 aprile. Tra le altre, sulla pagina facebook e sul canale youtube del Consiglio Regionale del Piemonte: R–esistenza. Dalla resa dei conti ai ‘giorni cantati’ dai cantautori italiani, docu-film di Giulio Graglia con Darwin Pastorin e Gianni Oliva, con canzoni di Francesco Guccini, Francesco De Gregori, Sergio Endrigo, Giorgio Gaber interpretate da Bruno Maria Ferraro. Due i percorsi della memoria curati dal Museo Diffuso della Resistenza per il giorno della Liberazione, l’appuntamento è alle 10.30 in corso Racconigi, 196 a partire dalla Pietra d’Inciampo dedicata al partigiano Carlo Stratta, mentre alle ore 15 in Via Chiesa della Salute, 73 più focalizzato a luoghi e racconti della Resistenza nata nelle fabbriche (su prenotazione a 011 01120780 max 10 persone). Alle 11, si continua con la presentazione del libro di Chiara Colombini Anche i partigiani però... (Laterza, 2021) alla scoperta del giudizio sui partigiani diventato negli anni senso comune diffuso, ne discutono con l’autrice Giovanni De Luna e Marco Rovelli, a cura di Istoreto, in diretta sui canali social del Polo. I festeggiamenti si spostano su TradiRadio con È festa d’Aprile, dalle ore 11 per tutta la giornata con contributi musicali, aneddoti e gli studenti come ospiti privilegiati, a cura di Rete Italiana di Cultura Popolare in collaborazione con le scuole del territorio, gli spacciatori di cultura, la Fondazione Nuto Revelli, il Museo audiovisivo della Resistenza e gli Archivi della Resistenza di Fosdinovo. Nel pomeriggio, alle ore 18, si procede con La Resistenza spiegata attraverso i discorsi di Norberto Bobbio sul 25 aprile, a cura del Centro Studi Piero Gobetti una rilettura della Resistenza attraverso i discorsi tenuti da Bobbio in occasione del 25 aprile tra il 1955 e il 1999, conservati in originale nell’archivio Bobbio al Centro Gobetti di Torino.

Mostre

A partire dal 25 aprile, inaugura sotto i portici di Piazza della Repubblica, la mostra fotografica Ricordati di non dimenticare. Nuto Revelli, una vita per immagini, fino al 31 luglio, uno sguardo sulla figura di Revelli, alpino in Russia, poi partigiano in montagna e infine ricercatore della memoria contadina a cura di Paola Agosti e Alessandra Demichelis. Mentre la mostra 75 anni dopo. Torino liberata nelle fotografie di Felix De’ Cavero, allestita presso la Galleria delle Immagini del Polo del ‘900 (Corso Valdocco 4/a) è sospesa a causa delle restrizioni vigenti e potrà essere visitata solo qualora le condizioni lo consentano. Le iniziative per la Festa di Liberazione ideate dal Polo del ‘900 e dagli Enti partner si concludono il 29 aprile, il programma completo con iniziative e aggiornamenti è consultabile al sito www.polodel900.it

Il Programma completo giorno per giorno

15-21-29 aprile
Ora: 16-18
Luogo iniziativa: piattaforma zoom e canali social dell’Istoreto
Nell’ambito di Giustizia straordinaria e militare
In occasione della Festa della Liberazione 2021 e nell’ambito del Progetto giustizia straordinaria e militare coordinato da Maria Di Massa e incentrato sui processi per i crimini di guerra e di collaborazionismo, sulla giustizia militare del Novecento, sulla storia della magistratura e dell’avvocatura, si propongono tre incontri on line per riflettere sui giorni della Liberazione, sul ritorno alla dimensione della legalità dopo gli orrori della guerra e di una spietata occupazione militare, sulle complesse dinamiche internazionali che garantirono l’impunità ai criminali di guerra tedeschi ed italiani, sulla giustizia negata alle vittime dei crimini nazifascisti.

Primo incontro (15 aprile 2021, h.16-18)
I giorni della Liberazione di Torino e della “resa dei conti” con il fascismo con Nicola Adduci, Barbara Berruti (Istoreto), introduce e modera: Luciano Boccalatte
Secondo incontro (21 aprile 2021, h. 16-18):
Le stragi impunite: i crimini di guerra italiani e tedeschi tra diritto e politica internazionale con Edoardo Greppi (Università degli Studi di Torino) e Paolo Pezzino (Istituto Nazionale Ferruccio Parri), introduce e modera: Maria Di Massa

Terzo incontro (29 aprile 2021, h. 16-18,30):
La (tardiva) giustizia per i crimini di guerra tedeschi: i processi dei Tribunali militari italiani negli anni Novanta e Duemila con Pierpaolo Rivello (Procuratore Generale Militare Emerito presso la Corte di cassazione) e Marco De Paolis (Procuratore Generale Militare presso la Corte d’appello militare), introduce e modera: Maria Di Massa
La partecipazione a ciascun incontro sarà certificata da attestazione del'Istoreto per gli studenti e gli insegnanti partecipanti. Info a direzione@istoreto.it
A cura di Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea
“Giorgio Agosti”

Venerdì 16 aprile
Ora: 18.00
Luogo iniziativa: in diretta streaming sul canale youtube dell'Archivio Nazionale
Cinematografico della Resistenza
Titolo: Per il 50° dell’Ancr, presentazione di RESISTENZA E DEPORTAZIONE
otto film realizzati nel corso della sua storia messi a disposizione di tutti
Otto film su Resistenza e deportazione al sito www.ancr.to.it, rappresentativi della ricerca e dell’impegno in cinquant’anni dell’Ancr, possono diventare un contributo per comunicare momenti chiave della storia del Novecento. L’importanza che hanno assunto nella fase che attraversiamo i materiali audiovisivi per chi voglia operare nell’ambito didattico e della divulgazione rendono gli otto film dell’Ancr una risorsa importante e di immediata utilizzazione; in tale prospettiva ogni film è dotato di ampi apparati di schede, documenti audiovisivi, fotografici e audio. L’iniziativa sarà presentata dal presidente del Consiglio regionale del Piemonte Stefano Allasia, dal presidente dell’Ancr Franco Prono, da Bruno Gambarotta, dagli storici Giovanni De Luna e Bruno Maida.
A cura di: Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza e del Comitato
Resistenza e Costituzione del Consiglio Regionale del Piemonte
Info: info@ancr.to.it - 0114380111

Sabato 17 aprile
Ora: 10.30 e ore 15.00
Luogo iniziativa: luogo di ritrovo all’ingresso Fiat Mirafiori, corso Agnelli, 200
Titolo: Percorso Festa della Liberazione circoscrizione 2
I percorsi nei luoghi della memoria sono un invito alla riscoperta di una parte fondamentale della storia della città di Torino e del legame con la sua identità civile: questi siti diventano tappe di un percorso museale all’aperto. In occasione del 25 aprile il Museo Diffuso propone dei percorsi speciali che nascono dall’esigenza di andare incontro ai cittadini in un momento in cui è più difficile spostarsi. Il percorso comprende lo stabilimento Fiat Mirafiori e la lapide posta in Strada del Drosso 19 per ricordare Gozzellino, Grassini e Marchisio. Attraverso il racconto delle notizie biografiche e del complesso industriale che ha caratterizzato per decenni la città, si mettono in luce alcuni momenti della Resistenza torinese che, immediatamente dopo l’occupazione della città, trovò nelle fabbriche un luogo dove crescere e diffondersi.
A cura di: Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà Il percorso è gratuito con obbligo di prenotazione. Numero massimo di partecipanti a gruppo: 10 persone
Per prenotare: telefonare dal lunedì al venerdì alla biglietteria del Museo diffuso al numero 011 01120780

Domenica 18 aprile
Ora: 10.30 e ore 15.00
Luogo iniziativa: luogo di ritrovo in corso Racconigi, 196
Titolo: Percorso Festa della Liberazione circoscrizione 3
I percorsi nei luoghi della memoria sono un invito alla riscoperta di una parte fondamentale della storia della città di Torino e del legame con la sua identità civile: questi siti diventano tappe di un percorso museale all’aperto. In occasione del 25 aprile il Museo Diffuso propone dei percorsi speciali che nascono dall’esigenza di andare incontro ai cittadini in un momento in cui è più difficile spostarsi. Il percorso parte da corso Racconigi 196 con la Pietra d’Inciampo dedicata a Carlo Stratta, prosegue in Via Borg Pisani 29 con la Pietra d’Inciampo dedicata a Felice Scaringella e termina in via San Bernardino 14 con la casa di Dante Di Nanni. Attraverso il racconto delle biografie di coloro che hanno fatto parte del movimento partigiano, si mettono in luce alcuni momenti importanti della Resistenza torinese. A cura di: Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà
Il percorso è gratuito con obbligo di prenotazione. Numero massimo di partecipanti a gruppo: 10 persone
Per prenotare: telefonare dal lunedì al venerdì alla biglietteria del Museo diffuso al numero 011 01120780

Lunedì 19 aprile
Ora: 20.30
Luogo iniziativa: sulle pagine FB Consiglio Regionale del Piemonte e Gian Piero Alloisio–Info e sul canale YouTube di Teatro Italiano del Disagio fino al 29 aprile 2021
Titolo: Spettacolo online Aria di libertà
Gian Piero Alloisio racconta con canzoni, monologhi e video la storia del bambino-partigiano Mario Ghiglione. Nel ’44, a soli quindici anni, Mario, già attivo nella Resistenza all’insaputa dei genitori, raggiunge i ribelli del Monte Tobbio. Il suo nome di battaglia, “Aria”, esprime tutto il senso liberatorio della sua scelta. La storia di Aria è un'avventura di un adolescente alle prese con un mondo sconvolto dalla guerra e una patria dominata dall'odio politico e razziale. La sua famiglia non si occupa di politica, non è schierata contro il fascismo, eppure Aria matura lo stesso la sua scelta.
Lo spettacolo è adatto a un pubblico di ogni età e coinvolge particolarmente i ragazzi.
Gian Piero Alloisio è disponibile a incontrare gli studenti da remoto
A cura di: Associazione “Teatro Italiano del Disagio” (ATID) diretta da Gian Piero
Alloisio, con il sostegno del Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio Regionale del Piemonte e in collaborazione con Polo del ‘900
Info: infoatid@gmail.com - www.teatroitalianodeldisagio.it - Simonetta Cerrini cell.
3804522189

Resistere in città
Luogo: Sito internet e canali social del Museo Diffuso della Resistenza
Titolo: Mappe/guida Resistere in città
Il Museo Diffuso della Resistenza propone la realizzazione della guida “Resistere in città”, uno strumento per raccontare i luoghi di Memoria della città di Torino attraverso quattro percorsi incentrati sul tema della Resistenza: quattro mappe digitali corredate da brevi video per far conoscere ai cittadini alcuni luoghi fondamentali per il Museo e per la città e per fornire a tutti gli strumenti per poter effettuare in autonomia la propria visita, in un momento in cui è molto difficile organizzare un’offerta strutturata di visite guidate. A cura di: Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà.
“Resistere in città” sarà pubblicato da lunedì 19 a domenica 25 aprile e sarà
disponibile su:
Web site: museodiffusotorino.it
Facebook: @MuseoDiffusodellaResistenza
Instagram: @museodiffuso
YouTube: youtube.com/user/DIFFUSO2003
Info: info@museodiffusotorino.it

Podcast per la Festa della Liberazione
Luogo iniziativa: online sui canali del Polo del ‘900
Titolo: Podcast per Festa della Liberazione
La Liberazione porta in dote ancora oggi un bagaglio di spunti e significati studiati e approfonditi. Tra gli altri la partecipazione femminile troppo spesso sottovalutata, il rapporto non sempre semplice tra violenza e coscienza per chi scelse di resistere e il significato di combattere una guerra civile per tutti, anche per chi era contro.
Attraverso letture e testimonianze il podcast vuole provare ad approfondire questi tre aspetti inseriti nell'ampio contesto dell'esperienza della Resistenza.
A cura di: Polo del ‘900,Valeria Dinamo e Maurizio Petroni con il sostegno del Comitato
Resistenza e Costituzione del Consiglio Regionale del Piemonte
Info: www.polode900.it

Martedì 20 aprile
Ora: 17.00
Luogo iniziativa: In diretta streaming sui canali social del Polo del ‘900 e degli enti organizzatori
Titolo: Tifare ... sotto le bombe
Nell’ambito del progetto integrato del Polo del ‘900 “Sfide sconfinate. Lo sport che cambia il mondo”, Aldo Agosti e Giovanni De Luna discutono, in una conversazione a due voci, di sport, guerra e Resistenza.
A cura di: Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” e Unione culturale “Franco Antonicelli” Info: www.istoreto.it e www.unioneculturale.org

Ora: 18.00
Luogo iniziativa: in streaming su piattaforma Streeen.org
Titolo: Storie del Novecento antifascista e partigiano: il film “Marzo” in anteprima a Torino
Il docufilm Marzo. Cronache di una vita (2020) di Diego Venezia racconta la storia di Giovanni Battista “Marzo” Canepa, che attraversa da protagonista il secolo passato, dalle lotte del biennio rosso all’opposizione al fascismo e alla condanna al confino, dalla partecipazione alla Guerra civile spagnola fino alla Resistenza come commissario  olitico della divisione “Cichero” di cui era comandante Aldo Gastaldi Bisagno. Il film, in anteprima non solo a Torino, sarà presentato dall’autore.
A cura di: Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza
Info: info@ancr.to.it – 0114380111

Mercoledì 21 aprile
Ora: 18.00
Luogo iniziativa: in streaming su piattaforma Streeen.org
Titolo: Storie del Novecento antifascista e partigiano: il film “Cichero” di Daniele Gaglianone
Il film (1994) è dedicato al gruppo partigiano capeggiato da Giovanni Battista Lazagna, attivo tra l’Alessandrino e la Liguria. Vengono messe in evidenza le motivazioni che spinsero giovani provenienti da esperienze politiche diverse
(comunisti, cattolici, liberali, giellisti) a scegliere la via della montagna e creare una delle prime bande partigiane, poi brigata e poi Divisione “Cichero”, con uomini uniti più da legami personali che non di partito. Pur rimanendo la formazione saldamente nell'ambito garibaldino, molti furono i non comunisti, a cominciare dal comandante Bisagno. La formazione si contraddistinse anche per un ottimo rapporto con la popolazione delle valli in cui si trovò a combattere.
Il film sarà presentato dall’autore
A cura di: Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza
Info: info@ancr.to.it - 0114380111

Podcast. Un ritratto di Sophie Scholl a cento anni dalla nascita
Luogo iniziativa: Sito del Polo del ‘900 e degli enti organizzatori
Titolo: Podcast Un ritratto di Sophie Scholl a cento anni dalla nascita
Podcast incentrato sulla figura di Sophie Scholl nel centenario della sua nascita. Nota per il suo attivismo contro il nazismo nel gruppo di ispirazione cristiana della Rosa Bianca, Sophie Scholl fu giustiziata il 22 febbraio 1943. Attraverso i suoi scritti, le sue lettere e le pagine dei suoi biografi, si ricostruisce l’immagine di una giovane proiettata verso il futuro, ostile verso ogni forma di dittatura e attenta ai diritti e alle libertà di ciascuno. A cura di: Fondazione Nocentini e Istituto Salvemini
Info: www.fondazioneveranocentini.it e www.istitutosalvemini.it

Ora: 16.00
Luogo iniziativa: In diretta streaming su FB e YouTube del Polo del’ 900
Titolo: Sulle tracce della storia: scegliamo il nome del trekking partigiano
La Città metropolitana di Torino in collaborazione con il Polo del ‘900 celebra l'anniversario del 25 aprile presentando un contest per individuare il nome con cui intitolare il percorso di trekking lungo i sentieri percorsi dai partigiani sulle nostre montagne e nelle nostre valli. L'iniziativa si inserisce all'interno del piano tematico
Pa.C.E. - progetto Scoprire per promuovere finanziato dal programma transfrontaliero Interreg Alcotra Italia Francia. Obiettivo del progetto è quello di creare un percorso diffuso della Resistenza sparso su tutto il territorio transfrontaliero e reso fruibile sia fisicamente attraverso la messa a sistema con accatastamento e segnaletica dei sentieri partigiani che sono stati teatro della lotta di Liberazione, sia virtualmente attraverso il censimento dei siti internet delle realtà transfrontaliere suddivisi per archivi e centri di documentazione, musei ed ecomusei, luoghi della memoria dedicati alla commemorazione.
A cura di: Città Metropolitana di Torino e Polo del ‘900
Info: progetti.info@polodel900.it

Giovedì 22 aprile
Ora: 17.00
Luogo iniziativa: In diretta streaming sui canali social del Polo del ‘900 e degli enti organizzatori
Titolo: Un calcio al fascismo. Storie di calciatori partigiani
Il calcio è al centro della scena, filo conduttore di una narrazione che attraversa gli anni bui del regime, con la nazionale italiana vincitrice di due titoli mondiali, e la tragedia della guerra durante la quale, nonostante tutto, il pallone continua a rotolare tra il Torneo Alta Italia e diverse competizioni locali. Ma, nello stesso periodo, alcuni calciatori giocano, fuori dal campo, la partita più importante: quella della Resistenza. Un incontro con Enrico Miletto e Stefano Tallia nell’ambito del progetto integrato del Polo del ‘900 “Sfide sconfinate. Lo sport che cambia il mondo”.
A cura di: Fondazione Vera Nocentini e Unione culturale “Franco Antonicelli”
Info: www.fondazioneveranocentini.it e www.unioneculturale.org

Luogo iniziativa: https://archivi.polodel900.it/percorsi-tematici/
Titolo: Percorso multimediale Resistenza e Liberazione
Pubblicazione nella sezione Storie e percorsi dell’Hub 9centRo del percorso multimediale su Resistenza e Liberazione, nell’ambito del progetto integrato del Polo del ‘900 “Archivi con-nessi”
A cura di: Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci onlus – In collaborazione con Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea Giorgio Agosti Info: segreteria@gramscitorino.it – www.gramscitorino.it

Ora: 17.30
Luogo iniziativa: Streaming su Youtube dell’ANPPIA nazionale
Titolo: Presentazione del libro “Regime fascista, nascita e morte – Vent’anni di opposizione (1922-1943)”
Presentazione del libro di Giancarlo Carcano con prefazione di Bruno Segre, pubblicato la prima volta nel 1993 ed edito da ANPPIA, con l’obiettivo di essere distribuito tra i giovani insegnanti di Storia delle Scuole pubbliche piemontesi per rafforzare le loro conoscenze sul tema della Resistenza. Siamo giunti, ora, alla III edizione di tale importante manuale e anche questa volta le Istituzioni regionali hanno accolto volentieri il nostro progetto di donare alla Scuola, fondamento della formazione, il volume “Regime fascista, nascita e morte – Vent’anni di opposizione (1922-1943)”.
Intervengono come relatori: Nicola Adduci (Docente di storia e autore di libri sul fascismo a Torino), Dario De Jaco (Informatico e ricercatore di storia greca) e Bruno Segre (Presidente ANPPIA Torino).
A cura di: ANPPIA – Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti.
Info: Boris Bellone (segretario ANPPIA) borisbellone@alice.it - 320.9441222
Bruno Segre (presidente ANPPIA) redaincontro@gmail.com - 011.5212000
(lun - ven ore 9,30-13)

Venerdì 23 aprile
Ora: 18.00
Luogo iniziativa: in streaming su piattaforma Streeen.org
Titolo: Le donne della Resistenza nel film “Libere” di Rossella Schillaci.
Segue un frammento inedito di intervista a Bianca Guidetti Serra. Il film racconta, con le voci delle protagoniste, cosa ha significato per le donne la Resistenza combattuta insieme agli uomini ma anche per la loro stessa liberazione. Estrapolando un filo narrativo dalle interviste a partigiane, realizzate negli ultimi quarant’anni dall'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, emerge una precisa visione di quel periodo, “rivissuto” nella memoria e nei ricordi. Con il film la registrazione del racconto che Bianca Guidetti Serra fece della drammatica vicenda del partigiano Emanuele Artom.
A cura di: Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza
Info: info@ancr.to.it - 0114380111

Luogo iniziativa: pubblicazione online sui canali social del Polo del ‘900 e degli enti organizzatori
Titolo: Un aprile di libertà
Pubblicazione del video Un aprile di Libertà realizzato a seguito di una serie di incontri e confronti tra ragazzi della scuola secondaria inferiore e i testimoni sul tema delle libertà e delle scelte individuali e collettive. Il cuore del progetto, ideato e realizzato da Thea Dellavalle e Antonio Bertusi, è il rapporto dei ragazzi con i testimoni e la possibilità di avvicinarsi ad un momento della storia collettiva traducendolo attraverso i mezzi di espressione che fanno parte della quotidianità comunicativa dei ragazzi e contemporaneamente di esplorare le potenzialità che l’approccio ludico e espressivo del teatro può offrire creando l’occasione per superare la distanza temporale e “fare propri” e “rivivere” racconti legati alla Resistenza come momento fondativo della nostra storia comune e del percorso di costituzione della storia democratica e repubblicana del nostro paese.
A cura di: Polo del ‘900, Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” e Casa Teatro Ragazzi, in collaborazione con Anpi provinciale
Info: www.istoreto.it

Sabato 24 aprile
Ora: 10
Luogo: online su piattaforma Meet
Titolo: Un salto nella storia
Uno spazio ludico-didattico per avvicinare i bambini ad alcuni momenti della Resistenza e della Liberazione partendo dai materiali custoditi negli archivi del Polo. BOMBETTABOOK racconterà la storia di FULMINE coinvolgendo attivamente il pubblico attraverso un’attività esperienziale di libera espressione della fantasia.
A cura di Fondazione Polo del ‘900 in collaborazione con Davide Toscano - Bombetta Book
Partecipazione su prenotazione (max 15 posti)
Info e prenotazioni: staff_didattica@polodel900.it

Ora: 10.30 e 15
Luogo iniziativa: luogo di ritrovo in via Chiesa della Salute, 73
Titolo: Percorso Festa della Liberazione circoscrizione 5
Descrizione: I percorsi nei luoghi della memoria sono un invito alla riscoperta di una parte fondamentale della storia della città di Torino e del legame con la sua identità civile: questi siti diventano tappe di un percorso museale all’aperto. In occasione del 25 aprile il Museo Diffuso propone dei percorsi speciali che nascono dall’esigenza di andare incontro ai cittadini in un momento in cui è più difficile spostarsi. Il percorso parte da Via Chiesa della Salute 73 con la Pietra d’Inciampo dedicata a Vittorio Casnati, prosegue in Via Stradella 34 con la lapide in memoria di Edi Franchetti e termina in Corso Mortara 4 e 7 nel luogo in cui sorgevano la Savigliano e la Fiat Ferriere. Attraverso il racconto delle biografie e dei luoghi, si mettono in luce momenti salienti della Resistenza torinese, con particolare attenzione per quella nata nelle fabbriche.
A cura di: Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà
Il percorso è gratuito con obbligo di prenotazione. Numero massimo di partecipanti a gruppo: 10 persone
Per prenotare: telefonare dal lunedì al venerdì alla biglietteria del Museo diffuso al numero 011 01120780

Domenica 25 aprile
Luogo iniziativa: online sul sito del Consiglio Regionale del Piemonte
Titolo: Video R-esistenza
La Pro Loco di Coazze presenta “R – esistenza.Dalla resa dei conti ai “giorni cantati” dai cantautori italiani.” Un docu film di Giulio Graglia con Darwin Pastorin e Gianni Oliva e con canzoni di Francesco Guccini, Francesco De Gregori, Sergio Endrigo,
Giorgio Gaber interpretate da Bruno Maria Ferraro
Testi di Beppe Fenoglio e Carlo Cassola letti da Carlotta Micol de Palma, Bruno Maria
Ferraro e Giulio Graglia. Riprese Erika Facchino. Montaggio Giacomo Filippa.
Consulenza di Andrea Mortara e Sabrina Gonzatto. Produzione Linguadoc
A cura di: Linguadoc in collaborazione con Pro Loco di Coazze
Info: info@linguadoc.it

Ora: 10.30
Luogo iniziativa: luogo di ritrovo in corso Racconigi, 196
Titolo: Percorso Festa della Liberazione circoscrizione 3
I percorsi nei luoghi della memoria sono un invito alla riscoperta di una parte fondamentale della storia della città di Torino e del legame con la sua identità civile: questi siti diventano tappe di un percorso museale all’aperto. In occasione del 25 aprile il Museo Diffuso propone dei percorsi speciali che nascono dall’esigenza di andare incontro ai cittadini in un momento in cui è più difficile spostarsi. Il percorso parte da corso Racconigi 196 con la Pietra d’Inciampo dedicata a Carlo Stratta, prosegue in Via Borg Pisani 29 con la Pietra d’Inciampo dedicata a Felice Scaringella e termina in via San Bernardino 14 con la casa di Dante Di Nanni. Attraverso il racconto delle biografie di coloro che hanno fatto parte del movimento partigiano, si mettono in luce alcuni momenti importanti della Resistenza torinese. A cura di: Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà
Il percorso è gratuito con obbligo di prenotazione. Numero massimo di partecipanti a gruppo: 10 persone
Per prenotare: telefonare dal lunedì al venerdì alla biglietteria del Museo diffuso al numero 011 01120780

Ora: 10.30
Luogo iniziativa: Ex-Carceri Le Nuove via Paolo Borsellino, 3 - Torino
Titolo: Commemorazione alle Ex-Carceri Le Nuove
Alla presenza dell’avv. Bruno Segre (presidente ANPPIA) e del prof. Felice Tagliente (direttore del Museo dell’ex-carcere Le Nuove) il 25 aprile alle ore 10,30 l’ANPPIA, come ogni anno, deporrà una corona d’alloro dinnanzi alla propria lapide collocata all’ingresso dell’ex-carcere Le Nuove, per onorare la memoria storica dei detenuti, confinati, fucilati. Iniziativa non aperta al pubblico, ma alla sola presenza dei rappresentanti delle suddette Associazioni
A cura di: ANPPIA torino (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti) Con la partecipazione dell’Associazione del Museo del carcere Le Nuove “Nessun uomo è un’isola”
Info: redaincontro@gmail.com

Ora: 11:00 alle 23:00
Luogo iniziativa: Tradiradio, webradio di Rete Italiana di Cultura Popolare
Titolo: è festa d’Aprile
Durante tutta la giornata Tradiradio trasmetterà un ricco palinsesto di contenuti inerenti alla Festa di Liberazione. È previsto un incontro con le scuole a cura di PFP – Progetti Formativi Personalizzati e il concerto tematico realizzato con gli Spacciatori di
cultura che andrà in onda tra un appuntamento e l'altro. Dalle 18:00 incontri in collaborazione con la Fondazione Nuto Revelli e il Museo audiovisivo della Resistenza e gli Archivi della Resistenza di Fosdinovo (MS). I podcast e le dirette verranno mandati in onda durante tutta la giornata su www.tradiradio.org e saranno reperibili in seguito nell’archivio podcast, ad accesso gratuito. Sarà possibile interagire in diretta sul gruppo facebook di Tradiradio.
A cura di: Rete Italiana di Cultura Popolare in collaborazione con le scuole, con gli
spacciatori di cultura, la Fondazione Nuto Revelli, il Museo audiovisivo della Resistenza e gli Archivi della Resistenza di Fosdinovo. Info: organizzazione@reteitalianaculturapopolare.org

Ora: 11:00
Luogo iniziativa: In diretta streaming sui canali social del Polo del ‘900 e degli enti organizzatori
Titolo: Anche i partigiani però...
Presentazione del volume di Chiara Colombini Anche i partigiani però … (Laterza, 2021). Il libro risponde ai giudizi sui partigiani che costruitisi nel corso degli anni sono oggi sono parte integrante di un senso comune diffuso. Con un meccanismo connaturato ai media in generale ma amplificato dalla rete, ha preso forma un racconto che azzera i contesti, semplifica, trasporta gli avvenimenti del passato nel presente per giudicarli con il metro dell'oggi. Il volume restituisce concretezza alla distanza che ci separa da quegli anni, calandosi nella realtà dura e drammatica, ma anche piena di speranza, di quei venti mesi che tanto hanno significato per la storia del nostro paese. Un libro che si propone di conoscere ciò che è stato, senza retorica, tornando alla storia. Ne discutono con l’autrice Giovanni De Luna e Marco Rovelli.
A cura di: Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società
contemporanea “Giorgio Agosti” in collaborazione con Polo del ‘900
Info: www.istoreto.it

Ora: dalle 11 alle 23
Luogo iniziativa: link sui canali degli enti organizzatori
Titolo: documentario “I Giorni di Torino”
Trasmissione del documentario “I Giorni di Torino” (produzione ANCR) in cui si ripercorrono i giorni fondamentali dell’insurrezione e della liberazione di Torino (18 aprile – 6 maggio 1945) seguito da brevissimi interventi video da parte dei dirigenti delle sei Associazioni della Resistenza costituenti il Comitato di Coordinamento fra le Associazioni della Resistenza (ANPPIA, ANPI, ANED, FIAP, FIVL, Ex Combattenti e Reduci).
A cura di: Comitato di Coordinamento fra le Associazioni della Resistenza e con la collaborazione di ANCR (Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza)
Info: siti degli enti organizzatori

Ora: 15
Luogo iniziativa: luogo di ritrovo in via Chiesa della Salute, 73
Titolo: Percorso Festa della Liberazione circoscrizione 5
I percorsi nei luoghi della memoria sono un invito alla riscoperta di una parte fondamentale della storia della città di Torino e del legame con la sua identità civile: questi siti diventano tappe di un percorso museale all’aperto. In occasione del 25 aprile il Museo Diffuso propone dei percorsi speciali che nascono dall’esigenza di andare incontro ai cittadini in un momento in cui è più difficile spostarsi. Il percorso parte da Via Chiesa della Salute 73 con la Pietra d’Inciampo dedicata a Vittorio Casnati, prosegue in Via Stradella 34 con la lapide in memoria di Edi Franchetti e termina in Corso Mortara 4 e 7 nel luogo in cui sorgevano la Savigliano e la Fiat Ferriere. Attraverso il racconto delle biografie e dei luoghi, si mettono in luce momenti salienti della Resistenza torinese, con particolare attenzione per quella nata nelle fabbriche. A cura di: Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà
Il percorso è gratuito con obbligo di prenotazione. Numero massimo di partecipanti a gruppo: 10 persone
Per prenotare: telefonare dal lunedì al venerdì alla biglietteria del Museo diffuso al numero 011 01120780

Ora: 18
Luogo iniziativa: online sul canale YouTube del Centro studi Piero Gobetti
Titolo: La Resistenza spiegata attraverso i discorsi di Norberto Bobbio sul 25 aprile.
A cura di Antonio Caputo, Mariachiara Borsa, Pina Impagliazzo, Pietro Polito La Resistenza è stata “un atto di libera scelta” da parte di chi, “accettando la responsabilità e il rischio di una lotta senza quartiere, si era trovato solo di fronte alla propria scelta”. Una scelta decisiva per l’avvenire del paese compiuta da coloro che “seppero fare la scelta storicamente giusta”. Una scelta che “vive nel cuore, nel ricordo e nelle speranze, dei compagni che l’hanno combattuta sul serio, e che sono pronti a ricombatterla qualora il fascismo dovesse impadronirsi ancora una volta del potere”. Una scelta che col passare del tempo continua ad apparire “non meno necessaria” e “non meno giusta”. Una rilettura della Resistenza attraverso i discorsi tenuti da Norberto Bobbio in occasione del 25 aprile tra il 1955 e il 1999, conservati in originale nell’archivio Bobbio al Centro Gobetti di Torino e ora compresi nel suo
volume Eravamo ridiventati uomini, Einaudi, Torino 2015.
A cura di: Centro studi Piero Gobetti e di FIAP Federazione Italiana Associazioni
Partigiane
Info: info@centrogobetti.it

Luogo iniziativa: evento on–line sui social Fondazione Donat-Cattin
Titolo: SENZA SPARARE UN COLPO Storie di Resistenza (anteprima spettacolo)
L’idea di spettacolo è quella di raccontare la Resistenza non armata, le vite quotidiane di coloro che, in modo a volte nascosto, a volte più eclatante, misero la loro vita a repentaglio per combattere il nazifascismo, senza però ricorrere mai alla violenza. Ne emerge un ventaglio di storie due delle quali sono il fulcro di questa anteprima, relative alle figure di Simone Teich Alasia ed Ennio Pistoi. A cura di: Fondazione Carlo Donat-Cattin e Associazione Swinging Turin APS
Info: info@fondazionedonatcattin.it

MOSTRA Dal 25 aprile al 31 Luglio 2021
Luogo iniziativa: Piazza della Repubblica, Torino
Titolo: Mostra di banner Ricordati di non dimenticare. Nuto Revelli, una vita per immagini a cura di Paola Agosti e Alessandra Demichelis
L'iniziativa locata sotto i portici in Piazza della Repubblica a Torino vuole offrire uno sguardo sulla figura di Nuto Revelli, che fu alpino in Russia, poi partigiano in montagna tra le fila di Giustizia e Libertà e infine ricercatore della memoria contadina, e sulle storie da lui raccolte nei libri Einaudi Il mondo dei vinti e l'Anello forte mettendole in raffronto con quelle che vengono raccolte oggi a Porta Palazzo grazie all’azione costante e al presidio sociale e culturale che rappresenta Lo spaccio di cultura - Portineria di comunità A cura di: Fondazione Nuto Revelli e Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Nuto Revelli. In collaborazione con l'Istituto storico per la Resistenza in Cuneo e Provincia Dante Livio Bianco, Polo del ‘900, Rete Italiana di Cultura Popolare - Portineria di Comunità, Fondazione La Contrada e Spazio Zero Sei.
Con il patrocinio di Città di Torino, Città di Cuneo e Regione Piemonte.
Info: www.nutorevelli.org

MOSTRA Fino al 28 aprile 2021 (SOSPESA CON POSSIBILE PROROGA)
Ora: lunedì-venerdì ore 10-18 (sino a nuovi aggiornamenti normativi)
Luogo: Galleria delle Immagini, Polo del ‘900 – Corso Valdocco 4/a, Torino
Titolo: “75 anni dopo”. Torino liberata nelle fotografie di Felix De’ Cavero” a cura di Luciano Boccalatte e Paola Boccalatte con la collaborazione di Paola de Cavero La mostra, prevista per il 2020 ma sospesa per la pandemia, è stata aperta al pubblico il 4 febbraio. La liberazione di Torino è raccontata attraverso una sequenza di oltre un centinaio di fotografie, scattate dal pittore Felix De’ Cavero (1908-1994), artista e fotografo partigiano, responsabile della sezione stampa e propaganda della 14a divisione Garibaldi, provenienti dall’archivio storico privato Paola De’ Cavero. Le sequenze riguardano le giornate insurrezionali, i funerali dei caduti partigiani, la sfilata del 6 maggio e altre immagini. In contemporanea sono esposti nello stesso Palazzo, presso la sede dell'Istoreto, i collages polimaterici di Paola De’ Cavero, artista e già docente dell’Accademia Albertina, come il ciclo sulla lotta partigiana, elaborato dalle fotografie del padre Felix De’ Cavero.
A cura di: Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” in collaborazione con il Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà e con l’Archivio nazionale Cinematografico della Resistenza.
Ingresso gratuito contingentato previa registrazione delle presenze in reception
Info: direzione@istoreto.it - 011 4380090

Martedì 27 aprile
Ora: 17.00-18.30
Luogo iniziativa: Diretta streaming sui canali web dell’IstoretoTitolo: Raimondo Luraghi partigiano e storico. Ricordo a cent'anni dalla nascita
Incontro con Luciano Boccalatte, direttore Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea G. Agosti (Istoreto) e Andrea Testa, storico, allievo di Luraghi. Modera: Cristina Vernizzi, Associazione Mazziniana Italiana Sezione di Torino
A cura di: AMI, Associazione Mazziniana Italiana Sezione di Torino e Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea G. Agosti (Istoreto),
Info: cristina.vernizzi@vigilio.it e aldogianluigi.salassa@istoreto.it

Ora: 18
Luogo iniziativa: Diretta streaming sulla pagina FB e sul canale Youtube della Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci onlus
Titolo: Premio internazionale Giuseppe Sormani per un’opera su Antonio Gramsci
Cerimonia di premiazione della 5. Edizione del Premio internazionale Giuseppe Sormani intitolato ad Antonio Gramsci. Con voto unanime la Giuria ha assegnato il Premio a Francesca Antonini, autrice di Caesarism and Bonapartism in Gramsci. Hegemony and the Crisis of Modernity (Brill 2020), per la categoria “giovani esordienti”, e ad Angelo d’Orsi, autore di Gramsci. Una nuova biografia (nuova edizione rivista e accresciuta, Feltrinelli 2018). Saluti di: Gianguido Passoni, Presidente della Fondazione Istituto Piemontese Antonio Gramsci. Intervengono: Mauro Pala, Università degli studi di Cagliari, Presidente della giuria. Consegna dei premi e lettura delle motivazioni. Interventi di Francesca Antonini e Angelo d'Orsi. A cura di: Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci onlus.
Info: segreteria@gramscitorino.it – www.gramscitorino.it

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.