Atp Finals 2021: Torino si prepara al grande tennis internazionale

Attualità Torino Giovedì 8 agosto 2019

Atp Finals 2021: Torino si prepara al grande tennis internazionale

© Pixabay

Torino - Torino attende sempre più il 2021, l’anno di avvio del quinquennio che vedrà la città della Mole ospitare le ATP Finals di tennis, il maggiore appuntamento dell’anno con il tennis professionistico. Mentre è ancora in fase di costruzione il Comitato organizzatore ufficiale dell’evento, il Comune rende noto che per amministrare al meglio gli aspetti organizzativi delle Atp Finals è stata istituita una cabina di regia, incaricata di lavorare alla predisposizione dei servizi che la città dovrà assicurare durante la manifestazione sportiva. In merito a questo organismo, e in attesa che si costituisca il Comitato ufficiale, sono già stati definiti gli ambiti d’azione e affidati gli incarichi con le relative responsabilità.

Tra i compiti della cabina di regia, spiega il Comune «il raccordo con gli organismi sportivi nazionali e internazionali, ma anche l’approvare del piano di intervento e la verifica dei risultati, nonché il controllo periodico dell’utilizzo delle risorse stanziate in relazione al perseguimento degli obiettivi e l’individuazione di ogni intervento utile a garantire il buon esito dell’evento e la valorizzare dell’immagine della città, assicurandone maggiore attrattività turistica».

Il team vedrà in azione tre comitati operativi coordinati da una cabina di regia di cui fanno parte la sindaca Chiara Appendino, la vicesindaca Sonia Schellino e gli assessori Alberto Sacco, Roberto Finardi, Maria Lapietra e Paola Pisano, insieme al segretario generale, Mario Spoto, al vice coordinatore generale della dirigenza, Giuseppe Ferrari, al direttore delle Risorse finanziarie, Paolo Lubbia, e a Ruben Abbattista, che si occuperà della parte comunicazione.

In merito alla divisione dei compiti tra i tre comitati operativi, il primo, coordinato da Paola Virano, direttore dei settori comunali Commercio, Turismo e Lavoro, si occuperà di accoglienza (strutture recettive e trasporti) promozione della città, crowdfunding, innovazione tecnologica e di autorizzazioni e permessi nell’ambito delle attività di accoglienza. Il secondo, guidato da Antonino Calvano, direttore dell’area Patrimonio, curerà la parte infrastrutture, patrimonio pubblico e misure urbanistico edilizie. Il terzo comitato, che farà capo al comandante della Polizia municipale, Emiliano Bezzon, avrà il compito di programmare e gestire i servizi relativi a sicurezza e protezione civile. Il monitoraggio degli obiettivi di sostenibilità ambientale contenuti nel dossier di candidatura sarà affidato alla divisione comunale Ambiente, Verde e Protezione civile, che parteciperà ai lavori della cabina di regia per la messa a punto di un modello di valutazione degli impatti ambientali generati dall’evento.

La cabina di regia si riunirà per la prima volta a fine agosto 2019.

Potrebbe interessarti anche: , Sciopero per il clima: a Torino migliaia in strada. Gli Eugenio in via di Gioia invitano a piantare alberi , Imbianchini a Torino: come scegliere gli esperti giusti in edilizia , Dinner in the Sky: a Carmagnola arriva il ristorante tra le nuvole. Prezzi, informazioni e orari , Un Po d'aMare: Torino parte dal fiume per aiutare l'ambiente , Ovada incontra il Piemonte, nella tenuta di Casa Wallace degustando vini e piatti regionali

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.