Attualità Torino Mercoledì 31 luglio 2019

Monopattini e segway a Torino: dove usarli, regole e limitazioni

© Pixabay

Torino - Sapete che Torino sarà una delle prime città italiane a sperimentare l'uso di monopattini e i segway per strada? Si tratta di una sperimentazione che durerà per un massimo di 24 mesi e che partirà in città dopo il posizionamento della prevista segnaletica e sarà accompagnata da una campagna informativa particolarmente attiva nei pressi di infrastrutture di trasporto destinate allo scambio modale come stazioni ferroviarie, autostazioni, aeroporto.

La circolazione di questi speciali veicoli è per ora limitata alle cosidette zone 30, ovvero le strade urbane che prevedono una velocità limitata a 20 chiometri orari, nonché alle piste ciclabili oppure ciclopedonali. La delibera che autorizza questa sperimentazione è stata approvata in Giunta Comunale a luglio 2019 per favorire lo sviluppo di quella che viene definita micromobilità elettrica.

«Abbiamo inteso aderire a questa possibilità per offrire ai cittadini altre modalità di mobilità alternative e per agevolare il cosiddetto "ultimo miglio" negli spostamenti intermodali – spiega l’assessora Maria Lapietra, facendo riferimento al decreto ministeriale dello scorso 4 giugno che autorizzava l'entrata in vigore del provvedimento - Si tratta di un servizio che si può integrare con quelli già attivi contribuendo così a diminuire l’uso dei mezzi più inquinanti aiutandoci a migliorare l’ambiente e la qualità dell’aria».

Monopattini e segway sono, normalmente, mezzi vietati per strada. Questo implica che, nell'ambito della sperimentazione, esistono diverse regole da rispettare e limitazioni cui attenersi. Innanzitutto, questi mezzi dovranno essere condotti esclusivamente da maggiorenni e minori in possesso della patente AM. La velocità massima a cui si potrà circolare sarà quella di 20 km/h utilizzando il necessario limitatore di velocità. Non solo, ricordade che questi mezzi dovranno inoltre essere dotati di segnalatori acustici e il motore elettrico che li alimenta non potrà avere una potenza superiore a 500W.

E per il posteggio? Sia i monopattini che i segway potranno essere parcheggiati nelle aree e negli stalli destinati alle biciclette e ai motoveicoli, in punti ove non ci siano interferenze con pedoni e altri veicoli e in altre aree di sosta che l’Amministrazione individuerà con apposite ordinanze.

Attenzione anche all'illuminazione, perché da mezz'ora dopo il tramonto e durante le ore buie, nonché in giornate particolarmente prive di luce a causa delle condizioni meteo, monopattini e segway sprovvisti o mancanti deli dispositivi utili alla segnalazione visiva non potranno essere utilizzati ma solo condotti o trasportati a mano. Dopo il tramonto del sole fino a mezz’ora prima del suo sorgere, inoltre, gli utilizzatori di monopattini e segway avranno l’obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle autoriflettenti ad alta visibilità.

Nel corso dell'estate, la Città di Torino pubblicherà una manifestazione di interesse rivolta a operatori privati intenzionati a gestire nel territorio cittadino un servizio di micromobilità elettrica free floating.

Potrebbe interessarti anche: , Un Po d'aMare: Torino parte dal fiume per aiutare l'ambiente , Ovada incontra il Piemonte, nella tenuta di Casa Wallace degustando vini e piatti regionali , Casa Ugi a Torino raddoppia: nasce Ugi2 , Nuovi tram a Torino: ecco quando arriveranno e come saranno , Torino diventa Urban Escape Room con Il lato oscuro

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.