Food Torino Giovedì 30 maggio 2019

La piemontese Molecola vince l'International Design Award nel segno di Sophia Loren

Torino - 90.60.90, queste le "misure" della bottiglia che racchiude la Molecola, la prima cola 100% Made in Italy ispirata a un’antica ricetta piemontese di fine Ottocento riscoperta da Francesco Bianco e Graziano Scaglia. Ed è con questo laciapassare che l'oggetto si è aggiudicato l’International Design Award (IDA) di Los Angeles, uno dei più importanti riconoscimenti al mondo che premia ogni anno i migliori progetti di design.

La giuria internazionale ha selezionato, tra più di tremila progetti provenienti da 95 nazioni, la bottiglia 90.60.90 creata da Curve Creative Studio per Molecola e prodotta da Verallia Italia, premiandola per il suo uso originale del vetro e attribuendole due Gold Prize nelle sottocategorie Material Design e Manufacturing Design.

90.60.90 è un oggetto che gioca con forme sinuose come quelle del corpo delle dive degli Anni ‘50, pensato per esaltare le particolarità del prodotto nel contesto della ristorazione. Nella sua silhouette sono riconoscibili il vitino da vespa e i fianchi prosperosi di quelle attrici che hanno contribuito a creare in tutto il mondo il mito di una precisa “italianità” in una sorta di omaggio alla sua regina di sempre, la bellissima Sofia Loren.

Ma gli italiani sono famosi anche per i loro successi nel campo della moda ed è per questo che con la bottiglia nel formato da 33 cl. si è cercato di trasmettere visivamente anche l’idea della sartorialità, del “fatto su misura” richiamandosi all’arte di un grande maestro come Giorgio Armani. La superficie del vetro lavorata come la trama di un tessuto sartoriale di tweed, l’etichetta che ricorda una cintura e il dettaglio del tappo a corona che richiama il cappello, fanno della nuova bottiglia il contenitore perfetto per la cola dal cuore tutto italiano.

Una bottiglia esclusiva pensata per esaltare le particolarità della bevanda, che riesce a far dialogare estetica e funzione, grazie alla particolare lavorazione ergonomica antiscivolo, ma anche attenta al suo utilizzo: nella parte inferiore della bottiglia il testo in braille riporta il nome di Molecola e 90.60.90 garantendone un’elevata accessibilità.

La scelta del vetro, poi, non è stata esclusivamente estetica: questo materiale, completamente inodore, sicuro e igienico, permette infatti di offrire al consumatore un prodotto che conserva al meglio le sue caratteristiche uniche e contribuisce a lanciare un segnale forte per l’ambiente combattendo l’utilizzo della plastica.

«Una grandissima emozione andare a Los Angeles a ritirare un premio così importante - sono le parole di Francesco Bianco, Founder & Partner di Molecola - Avevamo la sensazione che il lavoro svolto con Curve Studio fosse di massima importanza, ma vederlo riconosciuto da un organismo come Ida va oltre ogni immaginazione. Bella è la sensazione di rappresentare l’Italia in un mondo, quello del design, che da sempre ci vede protagonisti. Oggi ci sentiamo più forti e sicuri che Molecola possa garantire l’italianità vera, seguendo il motto Buono, Bello e Giusto».

Molecola nasce a Torino nel 2012 prendendo spunto da un famoso libro di ricette piemontesi del 1854 e da novembre 2017 diventa la cola tutta italiana: lo garantisce il marchio Italcheck, un organismo senza scopo di lucro che si occupa della tutela del Made in Italy e che tutela il consumatore da falsificazioni e dalla minaccia dell’Italian sounding.

«Il vetro è da sempre uno dei materiali più nobili della storia del design. Competere con la bottiglia di vetro più iconica del mondo - dice Marco Gallo, Founder & Creative Director di Curve Studio - è stata una delle sfide più affascinati di questi ultimi anni. Intraprendenza e attenzione ai dettagli sono stati gli ingredienti vincenti per accompagnare un progetto all’insegna della bellezza e di uno stile che da sempre rendono famosa l’Italia nel mondo. Ritirare un premio cosi importante ci riempie di orgoglio e ci dà la consapevolezza di poter competere con i migliori nel settore».

Potrebbe interessarti anche: , Food&Wine Tourism Forum: a Grinzane Cavour il futuro del turismo e dell’enogastronomia , Il Pane del re: in un'antica ricetta il «pane da meditazione» di Casa Savoia , Cheese 2019: la grande festa dei formaggi a Bra , Turin Coffee 2019: torna il Salone del Caffè di Torino. Il programma , Parchi da gustare 2019: in Piemonte la biodiversità a tavola con il «menù del parco»

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.