Salone del libro 2019: il terzo ingresso dalla Stazione Lingotto - Torino

Libri Torino Venerdì 26 aprile 2019

Salone del libro 2019: il terzo ingresso dalla Stazione Lingotto

Torino - Era stato annunciato durante la presentazione ufficiale del programma e delle novità dell'edizione 2019: il Salone del libro quest'anno avrà un nuovo ingresso direttamente accessibile dalla stazione di Torino Lingotto. 

L'organizzazione, interamente rinnovata, annuncia infatti un Salone tutto nuovo, inclusivo, aperto al territorio, dotato di molteplici servizi: la più grande fiera editoriale italiana cambierà veste dal 9 al 13 maggio per presentarsi al pubblico completamente ripensata, valorizzando così l'esperienza di ciascuno, dai professionisti al pubblico dei lettori.

Sarà un Salone capace di entrare in dialogo con l’organizzazione urbana della città e con il territorio regionale e nazionale. Grazie ai tre ingressi, infatti, la fiera diventa facilmente accessibile ai visitatori che potranno scegliere da dove entrare a seconda del punto d’arrivo. Allo storico ingresso di via Nizza 294 che porta al Padiglione 1 si aggiungerà quello da via Mattè Trucco 70, quindi dall’Oval. Ma non solo: la grande novità del 2019 è l’apertura del passaggio dalla Stazione Lingotto per accedere direttamente al Salone tramite la passerella che parte dalla banchina del binario 9. Grazie alla collaborazione con la Città di Torino, la Regione Piemonte, il Gruppo Ferrovie dello Stato e in particolare delle due aziende del gruppo, Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia, chiunque arrivi dal Basso Piemonte, dalla Liguria o dall’Emilia Romagna, servendosi del treno, potrà facilmente entrare in fiera con pochissimi passi.

Una logistica rivoluzionata, dunque, per una manifestazione davvero capace di accogliere i suoi visitatori nel modo più efficiente. Con Trenitalia, inoltre, il Salone sta lavorando per una convenzione su biglietti e abbonamenti Regionali, FrecciaRossa e per i titolari di CartaFreccia.

Chi utilizzerà l’autobus e la metropolitana per andare e tornare da Lingotto potrà inoltre acquistare il biglietto anche all’uscita del Padiglione 1, grazie a un accordo con GTT – Gruppo Torinese Trasporti, per evitare le code alle biglietterie sotterranee. Chi, invece, sceglierà il servizio TObike godrà di uno sconto sul biglietto d’ingresso (8 euro invece di 10). Incentivare l’uso dei mezzi pubblici è tra i primi obiettivi strategici del nuovo Salone del Libro: nel 2019 è l’anno in cui nasce, in seno alla manifestazione, il primo Board di Sostenibilità multi-stakeholder legato a un evento, per avviare il percorso che porterà verso un Salone del Libro sostenibile. È l’iniziativa Il Prossimo Passo, perché la sostenibilità non riguarda solo l’ambiente, ma tutte le dimensioni dello sviluppo e richiede un forte coinvolgimento di ogni componente della società.

Tutto sembra quindi essere pronti per i nastri di partenza: è del 25 aprile la notizia che la Fondazione Circolo dei lettori e l’Associazione Torino, La Città del Libro hanno infatti definitiva conferma dell’utilizzo delle sale di proprietà della Fondazione per il libro, la musica e la cultura in liquidazione. 

L’ultimo metro per realizzare al meglio la XXXII edizione è stato infatti percorso grazie al prezioso contributo del liquidatore della suddetta fondazione e dell’Amministratore Delegato di Lingotto Fiere e sancito dal Presidente del Tribunale. Decisivi il sostegno della Regione Piemonte e il supporto della Città di Torino

La rivoluzione logistica infatti non riguarderà solo gli ingressi ma anche l'interno. Il Salone 2019 sarà una mappa composita in cui tutte le case editrici avranno modo di raccontarsi ed esporre il proprio catalogo, in un’alternanza tra piccoli e grandi editori. Per realizzare questo grande progetto, che prevede 40 sale per gli incontri e più aree di sosta, panchine e spazi liberi per incontrarsi, è stato annesso l’Oval con i suoi 22.000 mq. Una fiera più grande quindi, e capace di accogliere i visitatori e soddisfarne i bisogni con una molteplicità di servizi.

18 saranno i punti bar e ristorazione firmati Autogrill Spa, nei diversi Padiglioni e all’Oval, per rispondere alle esigenze del pubblico e degli addetti ai lavori. A questi si aggiungono il ristorante della Terrazza e il ristorante Ciao: con la formula “un piatto e via” gli espositori potranno ritirare il pranzo da consumare allo stand. Grande novità del 2019 l’area street food di qualità nel collegamento per raggiungere l’Oval. Si chiamerà Passaggi di gusto e riunirà la pizzeria Rossopomodoro, l’Hamburgheria di Eataly e la gelateria firmata Guido Gobino.

Un Salone del libro di Torino rivolto a tutti: pubblico, espositori, scuole e professionisti, con i migliori contenuti culturali e tempo di qualità, da godere in una fiera di facile accesso e a misura di visitatore.

Potrebbe interessarti anche: , Scrittorincittà 2019: a Cuneo il festival letterario dedicato alle voci. Il programma , In cordata: a Torino una rassegna sulle narrazioni di montagna , Le Biblioteche Civiche di Torino compiono 150 anni tra eventi, spettacoli e novità , Murakami ad Alba per il Premio Lattes Grinzane 2019: scrivo per illuminare angoli oscuri , Rinasce la Libreria Borgopo di Torino: un salotto culturale già amato da Fruttero e Orengo

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.