Torinofacile: Torino lancia il nuovo portale dei servizi ai cittadini

Torinofacile: Torino lancia il nuovo portale dei servizi ai cittadini

Attualità Torino Mercoledì 23 gennaio 2019

© servizi.torinofacile.it

Torino - Fare comodamente dal personal computer, o via smartphone, il cambio di residenza, 24 ore su 24, oppure interrogare il portale sull’iter di una pratica edilizia, ricevere informazioni tributarie o anagrafiche personali, iscrivere i figli al nido, pagare contravvenzioni e prenotare appuntamenti con i funzionari comunali. Queste non sono che alcune delle possibilità offerte dal nuovo portale TorinoFacile, che è stato presentato il 22 gennaio all’Urban Lab dall’assessora all’innovazione e a Smart City Paola Pisano insieme al direttore generale del CSI Piemonte, Pietro Pacini.

Si tratta di uno strumento di dialogo diretto tra il cittadino e Amministrazione Pubblica che ha un’interfaccia nuova, semplice e accessibile a tutti ovunque, anche da desktop o cellulare, che si presenta come una vera e propria porta d’ingresso a tutti i servizi digitali della Città. Se “il cittadino è al centro e il Comune al suo servizio”, concetto che ha guidato il restyling del portale, tutti i dati personali saranno dunque ora reperibili attraverso un’unica interfaccia con servizi di notifica, ad esempio sulla scadenza della carta d’identità e avvisi sulle informazioni che più sono di interesse per l’utente. Per accedervi i torinesi dovranno essere in possesso delle credenziali di Torino Facile o di Spid, il sistema pubblico di identità digitale.

«Stiamo affrontando un cambiamento importante non solo tecnologico, non solo di semplificazione dei processi e di riorganizzazione, ma siamo impegnati in una sfida culturale concreta - sottolinea Paola Pisano -Misureremo la nostra efficienza attraverso indicatori di performance chiari, conteggeremo le pratiche inevase, il numero di cittadini che si recano agli sportelli e usufruiscono on line dei servizi. La digitalizzazione ci consente di ottimizzare infatti i servizi e riprogettarli con versatilità. Il riorganizzare i servizi on line che dialogano tra diverse piattaforme con metodi intuitivi da parte dei fruitori consente di costruire una vera cittadinanza digitale – aggiunge l’assessora – introducendo la possibilità che in un futuro non troppo distante i servizi diventino personalizzati secondo i bisogni e le preferenze di ogni singolo utente».

Al portale Torino Facile, realizzato dal CSI Piemonte e attivo dal 2011, nell’ultimo anno si sono collegati almeno una volta circa 25mila utenti, di cui circa il 30% con Spid. In media sono 28mila gli accessi al mese, per un totale di circa 344mila accessi, di cui circa il 12% con Spid.

«Il lancio del nuovo Torino Facile rappresenta un risultato importante sotto molti punti di vista - sostiene Pietro Pacini, Direttore Generale del CSI Piemonte - I cittadini avranno a disposizione un sito dal quale accedere a servizi on line facili da usare, che renderanno davvero più semplice la loro vita, mentre la Città diventerà ancora più smart e vicina alle esigenze delle persone. Per il CSI, invece, si tratta di un passaggio importante nella nostra collaborazione con l’amministrazione comunale. In questo caso non solo per gli aspetti tecnico-informatici, ma anche perché abbiamo lavorato insieme nell’ideazione e nella realizzazione della campagna di comunicazione che accompagnerà il progetto. Il cammino verso un nuovo CSI passa anche da questo tipo di risultati, che dimostrano la fiducia dei soci nelle nostre potenzialità».

Potrebbe interessarti anche: , Treni Piemonte: Frecciarossa per la Puglia e Bardonecchia, novità dei regionali e orari , BBBell: telefonia e internet ultraveloce anche in Val Susa e Val Sangone , Aeroporto Caselle di Torino: due nuovi voli per l'estate 2020 con Volotea , Scuola Holden, la Special Edition per il 2020/2021 tra corsi e sconti , Coronavirus a Torino: sospesi i mercati all'aperto

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.