FestivAlContrario a Castelvecchio di Rocca Barbena: il programma - Savona

FestivAlContrario a Castelvecchio di Rocca Barbena: il programma

Teatro Savona Giovedì 8 luglio 2021

di Silvia Frattini
Castelvecchio di Rocca Barbena
© Davide Papalini - commons.wikimedia.org
Altre foto

Savona - È stato presentato l’8 luglio al Palazzo della Regione Liguria (Sala Trasparenza) il programma del FestivAlContrario, che si terrà a Castelvecchio di Rocca Barbena (Savona) dal 20 luglio al 14 agosto, con una selezione di esperienze che vogliono toccare tutte le forme d’arte conosciute. Questa sarà la prima edizione del FestivAlContrario, nella speranza che possa continuare la rivalutazione di borghi liguri.

Il FestivAlContrario avrà luogo nello scenario di Castelvecchio di Rocca Barbena, uno dei borghi più belli d’Italia, situato nell'entroterra ligure di Ponente. Il FestivAlContrario è organizzato da Musicaround insieme al Comune di Castelvecchio come prima tappa di un progetto di rilancio delle aree rurali della Valle Ingauna attraverso la cultura e il turismo lento e sostenibile, motori di coesione sociale e ripresa economica (biglietti acquistabili in prevendita su Happyticket dal 15 luglio 2021).

L’ideazione del FestivAlContrario è di Vera Marenco, Manuela Litro, Francesco Cambi di Associazione Musicaround, con Chiara Quartero, cultural project manager, in collaborazione con Comune di Castelvecchio di Rocca Barbena. La direzione artistica è di Vera Marenco e Manuela Litro.

«In questa estate speciale il festival intreccia la cultura e l'arte con il territorio in un percorso di riscoperta delle tradizioni  - sottolinea l'assessora alla cultura e allo spettacolo Ilaria Cavo -. È il luogo a dettare la linea da seguire con l'artista, che trae ispirazione dalla realtà in  cui risiede e restituisce a quel territorio la sua opera tra musica, poesia e pittura. L'evento studiato per l'antico borgo ligure di Castelvecchio di Rocca Barbena è un modello replicabile. Anche il Pnrr, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, individua nella valorizzazione dei borghi una formula efficace di ripartenza e il Festivalcontrario in qualche modo con il suo programma culturale getta un seme in questa direzione».

Il FestivAlContrario è multidisciplinare e ospita artisti internazionali, musicisti, pittori, poeti, economisti, esperti di sviluppo sostenibile. La formula proposta è quella dell’artista in residenza, che traendo ispirazione dal luogo restituisce al pubblico e al borgo stesso un'opera o una performance e ne contribuisce alla promozione. Artisti in residenza e numerosi appuntamenti tra musica, arti figurative, poesia, dibattiti, oltre a iniziative di carattere sportivo e naturalistico per la scoperta del territorio, in collaborazione con enti e associazioni locali, dal 20 luglio al 14 agosto.

Si inizia il 24 luglio con Fold, di Yuval Avital: il poliedrico artista ha accettato l’invito a inaugurare il Festival con una performance-rito collettiva, corporea e vocale, che ha per protagoniste donne e natura.
Il giorno dopo sarà la volta di una prima assoluta: l’operina per l’infanzia Sottosopra di Aimone Gronchi dal racconto di Cristina Bellemo, di recente premiata come migliore autrice dal Premio Andersen 2021.
La settimana successiva ospita in residenza l’Ensemble 400, specializzato nel repertorio medievale, gruppo che ha recentemente aperto la conferenza su Dante di Alessandro Barbero a Palazzo Ducale. Tre sono gli appuntamenti musicali offerti: il primo - previsto ad Albenga (unico evento fuori sede) il 29 luglio - è dedicato a Dante e la musica, mentre il 31 luglio a Castelvecchio si proporrà Naturalis concordia,  un programma dedicato al rapporto tra musica e natura, interessante argomento di riflessione tra passato e presente. La passeggiata Di sentiero in sentier, di lauda in lauda (1 agosto mattina) coniuga musica, arte e natura in una formula che vuole coinvolgere un pubblico misto ma attratto dal turismo esperienziale. 

Nello stesso spirito nasce l’idea di affidare a Stefano Faravelli la conduzione di un’esplorazione in natura con taccuino e matita nell’antica Via del Sale che corre lungo il torrente Neva. I partecipanti al Sentiero delle meraviglie potranno disegnare o scrivere, lasciandosi condurre dalle suggestioni poetiche e filosofiche dell’artista.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Savona consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Savona.