Porte aperte nei negozi, a Milano scatta il divieto dal primo gennaio 2022 per non sprecare energia e calore

Porte aperte nei negozi, a Milano scatta il divieto dal primo gennaio 2022 per non sprecare energia e calore

Attualità Milano Martedì 21 dicembre 2021

Clicca per guardare la fotogallery
© shutterstock

Milano - Da venerdì primo gennaio 2022 a Milano scatta l'obbligo della chiusura delle porte per i negozi, come stabilito dal Regolamento per la qualità dell’aria approvato dal Consiglio comunale. Un provvedimento che vuole strizzare l'occhio alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico, con l'obiettivo di contenere le emissioni di Co2, per esercizi commerciali, pubblici esercizi ed edifici aperti al pubblico.  

«Un’iniziativa volta in primo luogo a incentivare il risparmio energetico evitando sprechi e riducendo le emissioni inquinanti, oltre ad avere una valenza di tutela della salute pubblica in questo particolare momento di incremento di contagi, in quanto contribuisce a regolare il flusso e la presenza di persone all’interno delle attività commerciali», spiega l’assessora all’Ambiente e Verde, Elena Grandi: «fondamentale, infatti, è non confondere la finalità dei sistemi di areazione interni per il ricambio dell’aria con questa iniziativa, che invece è espressamente indirizzata a minimizzare le dispersioni di calore e quindi gli sprechi energetici». 

A partire da venerdì primo gennaio 2022, dunque, per gli esercizi commerciali, pubblici esercizi e gli edifici aperti al pubblico nei quali è attivo un impianto di climatizzazione invernale o estiva è obbligatorio tenere isolato il locale. Pertanto, non è più ammessa l’apertura costante dei varchi di accesso del pubblico verso i locali isolati termicamente.

In alternativa alle normali porte, sono ammessi dispositivi di ingresso che garantiscono comunque l’isolamento termico degli ambienti come porte a bussola o dispositivi a lame d'aria che evitano la dispersione del calore e lo spreco di energia. Nello specifico, le barriere d’aria devono avere una larghezza non inferiore a quella dell’apertura dell’esercizio e non essere generate tramite resistenze elettrica oltre a garantire una velocità del flusso d’aria al suolo non inferiore a 2m/s. Nel caso di dispositivi a barriera d'aria installati prima del novembre 2020, data dell’entrata in vigore del Regolamento, c'è tempo fino a mercoledì primo giugno 2022 per l’adeguamento o l’eventuale dismissione degli impianti. 

La data di venerdì primo gennaio 2022 rappresenta il termine ultimo anche per l’utilizzo di gruppi elettrogeni dotati di motore a combustione interna, alimentati a gasolio o miscela, da parte degli operatori delle attività di commercio non alimentare presenti nei 94 mercati settimanali scoperti e nei 166 spazi extra mercato che vengono occupati con banchi o trespoli per almeno 4 giorni a settimana. Per questi ultimi operatori d'ora in poi è obbligatorio l’allacciamento alla rete elettrica.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.