Ricette lombarde: 10 piatti tipici da provare, dai primi ai dolci - Milano

Ricette lombarde: 10 piatti tipici da provare, dai primi ai dolci

Food Milano Venerdì 12 novembre 2021

Clicca per guardare la fotogallery
© Flickr.com / Stijn Nieuwendijk

Milano - La Lombardia è una regione con una ricchissima e storica tradizione culinaria e offre una serie di piatti e ricette che ormai si tramandano di generazione in generazione. Tante sono le pietanze gustose e saporite che si potrebbero citare, dalle preparazioni varie della polenta fino ai famosi risotti di pianura. Così come sono moltissimi i prodotti di qualità che caratterizzano la cucina lombarda, dal Taleggio e dalla Bresaola della Valtellina fino al riso, noto a livello mondiale, del pavese e della Lomellina.

Ecco allora dieci ricette tipiche della Lombardia, da provare assolutamente quando si gira per ristoranti nelle varie zone della Lombardia, oppure da provare a cucinare in casa.

1) Cassoeula

Una delle ricette tipiche della zona del milanese è sicuramente la Cassoeula. La pietanza prende il nome dal recipiente in cui viene cucinata e i suoi ingredienti principali sono la carne di maiale e diversi tipi di verdure. Per quanto riguarda il maiale la ricetta tradizionale vuole l’impiego di alcuni parti specifiche dell’animale, come: la cotenna, i piedini, le orecchie e il codino. Mentre il resto della preparazione prevede l’utilizzo di verza, cipolla, sedano, carote, brodo di carne, pepe e vino bianco, ottenendo un piatto ricco di ingredienti e molto saporito. Inoltre la Cassoeula è considerata un piatto unico, visti i tanti ingredienti che la compongono, e ideale da mangiare in famiglia nei periodi più freddi dell’anno, come l'autunno o l'inverno.

2) Ossobuco alla milanese

Parte della tradizione culinaria milanese e tra i piatti più noti a livello mondiale, non si può non citare l’Ossobuco alla milanese. La ricetta tradizionale prevede l’utilizzo di un taglio di carne, solitamente di manzo, insaporita con un condimento a base di vino, cipolla, aglio, prezzemolo e buccia di limone grattugiata. I condimenti, comunque, sono differenti e possono assolutamente variare, per esempio molti accompagnano la carne con carote, piselli, peperoni, fagioli o funghi. Oppure spesso al fianco della carne è possibile trovare un contorno a base di purè di patate o una insalata di pomodori. Tante, quindi, sono le varianti per condire o accompagnare l’ossobuco, che costituisce uno dei capisaldi della cucina milanese e lombarda.

3) Pizzoccheri alla valtellinese 

Pizzoccheri alla valtellinese sono un piatto tipico della cucina lombarda, composto principalmente da prodotti tipici della zona della Valtellina. La ricetta infatti prevede l’utilizzo dei pizzoccheri, bolliti insieme a patate e verza, e poi conditi con un formaggio della Valtellina, solitamente il Casera o il Bitto, un po’ di parmigiano grattugiato e burro. L’ingrediente principale è comunque il pizzocchero, una pasta fresca valtellinese composta da farina di frumento e piccole quantità di quella di grano saraceno, che dà il colore e la consistenza che la caratterizzano. Il piatto infine è bene che venga servito caldo, per gustare al meglio i sapori della Valtellina contenuti al suo interno.

4) Polenta Taragna

La polenta è il piatto simbolo della gastronomia lombarda, cucinata praticamente in ogni zona della regione. Le preparazioni dunque sono moltissime, ognuna con l’aggiunta di varianti e l’impiego di prodotti tipici della zona. Tra tutte le differenti alternative una molto nota è la cosiddetta Polenta Taragna, parte della tradizione gastronomica bergamasca e valtellinese. In questa ricetta viene utilizzata un tipo di polenta a base di farina di grano saraceno, che le dà un colore scuro, e di farina di mais. La preparazione prevede poi una lunga mescolatura in un grande paiolo, quello tradizionale è in rame, e l’aggiunta successiva di formaggi della zona valtellinese o salsiccia a pezzetti. Il tutto poi solitamente viene servito caldo su un tagliere.

5) Brasato 

Tra le pietanze a base di carne tipiche della Lombardia, non si può non nominare il Brasato. Un piatto che prevede una lenta cottura della carne, tradizionalmente insieme al brodo o al vino Barolo. Per questa pietanza, dunque, molto importante è la scelta del taglio di carne più adatto, che deve avere un giusto equilibrio tra parte grassa e magra. Inoltre è possibile accompagnare la lunga cottura con diversi tipi di aromi o spezie, per esempio sedano, cipolle, rosmarino o chiodi di garofano. Una volta pronta la carne, poi, è consigliabile servirla con un contorno di patate al forno o con della polenta.

6) Gnocchi al gorgonzola

Una ricetta tipica e diffusa in tutta la Lombardia è quella degli Gnocchi di patate al Gorgonzola. Un piatto semplice da preparare, ma che permette di assaggiare uno dei prodotti più famosi della gastronomia lombarda: il Gorgonzola. Per questo tipo di ricetta si consiglia di impiegare la versione dolce del formaggio, più morbida rispetto a quella piccante e quindi più adatta per realizzare la salsa cremosa che va sugli gnocchi. La pietanza, inoltre, non ha una preparazione fissa e rigida, ma è possibile aggiungere diversi ingredienti al piatto. Molti per esempio mettono dei pezzettini di pancetta, dopo averla rosolata in padella con della cipolla rossa, e come condimento usano anche un po’ di mascarpone.

7) Riso al salto 

Tra le specialità a base di riso della Lombardia, si può citare la ricetta del riso al salto. Un piatto dalla preparazione semplice e che in molti casi permette di recuperare il risotto avanzato, magari dopo un pranzo in famiglia o con gli amici. Per preparare la pietanza è necessario prendere il riso, ungerlo nel burro e poi formare dei dischi sottili. Una volta fatto ciò bisogna trasferire i dischi di riso in una padella con burro fuso, friggendoli circa cinque minuti per lato fino a quando non diventano dorati.

8) Risotto alla milanese 

Uno dei piatti simbolo della tradizione culinaria milanese è il cosiddetto Risotto alla milanese, la cui origine risale addirittura all’epoca medievale del ‘500. Gli ingredienti principali della ricetta originale sono il riso bianco, lo zafferano, che dà il colore giallo al piatto, e il midollo di bue. Tuttavia quest’ultimo - che nelle versioni più moderne è stato del tutto eliminato - può essere sostituito dall’ossobuco. La ricetta ha una storia davvero secolare e dal 2007 possiede il riconoscimento di De.Co., acronimo che sta per Denominazione Comunale e viene dato ai prodotti gastronomici più connessi al territorio e alla comunità locale.

9) Torta Sbrisolona 

Tipica della zona del mantovano, la Torta Sbrisolona è uno dei dolci più diffusi in tutta la Lombardia. Il dolce è composto da ingredienti semplici come: la farina bianca e gialla, uova, zucchero, mandorle tritate, scorza di limone, un pizzico di sale e burro. Il tutto così viene mescolato in un unico impasto, dando vita ad una torta che si sbriciola facilmente quando si taglia. Proprio da questa sua caratteristica, fin dalle sue origini seicentesche, prende il nome di Sbrisolona.

10) Torta Paradiso

Parte della tradizione culinaria del pavese e del mantovano, la Torta Paradiso fa parte dei dolci tipici della Lombardia. La ricetta ha origini molto antiche, infatti venne creata dai pasticcieri di corte dei Gonzaga per Isabella d’Este. Tuttavia si narra anche come ad inventarla fu Enrico Vigoni, pasticciere pavese dell’Ottocento. Gli ingredienti principali sono la farina bianca, lo zucchero, il limone, il burro, il lievito, la fecola, le mandorle dolci, le uova e lo zucchero a velo. Quest’ultimo ricopre l’intera superficie della torta, che ha una forma tonda e un peso che può arrivare fino a 2 chili.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.