A Milano le lapidi cimiteriali sposano il concetto di design

A Milano le lapidi cimiteriali sposano il concetto di design

Attualità Milano Martedì 19 ottobre 2021

Milano - La morte di una persona cara rappresenta una delle sfide più difficili da affrontare. L'elaborazione e l'accettazione del lutto sono processi lenti e complessi, le cui tempistiche variano da persona a persona. Onorare il defunto con una bella lapide cimiteriale, tuttavia, può aiutare molto a rimarginare la ferita, a maggior ragione se la scelta ricade su una lapide moderna, con un bel design e curata nell'estetica

Seppellire una persona cara con tutti gli onori, del resto, è una tradizione che ci è stata tramandata dai nostri antenati e che anche al giorno d'oggi è più viva e sentita che mai.

Lo sanno bene i titolari delle Onoranze Funebri La Simonetta dal 1946, il cui talento nell'arte funeraria si evince chiaramente dalle lapidi che hanno realizzato per il Cimitero Monumentale di Milano, per il Cimitero di Musocco e per altri luoghi di sepoltura situati nel capoluogo lombardo e nei suoi dintorni. 

Lapidi di questo tipo costituiscono delle vere e proprie opere d'arte e, per realizzarle, occorre tenere in considerazione una serie di importanti fattori, quali: la scelta dei materiali e del design della lapide cimiteriale, la sua resa estetica finale e, inevitabilmente, anche il budget che s'intende mettere a disposizione per la sua realizzazione. In questa guida, pertanto, illustreremo con precisione tutti questi parametri, accompagnandoti nei vari passaggi che si devono affrontare per commemorare il proprio caro con la tomba che merita.

Milano città del design... anche funebre

Gli esempi che abbiamo appena fatto, a proposito dell'arte funeraria di Milano, non sono certo casuali. Il capoluogo lombardo è infatti consideratola capitale europea del design: un titolo pienamente meritato se si pensa alle sue installazioni architettoniche innovative, alle tendenze che ha lanciato e alle numerose aziende milanesi che hanno investito in progettazione e innovazione. 

Progetti come il Bosco Verticale, la Torre Unicredit o il modernissimo quartiere di City Life sono la testimonianza di quanto questa città s'impegni a mantenere alta la propria fama di capitale europea del design: una nomea che le permette di attirare ogni giorno migliaia di turisti e visitatori provenienti da tutto il mondo.

Tale eccellenza artistica e attenzione al design si evince in qualsiasi campo e settore della città, nonché in tutti i luoghi che offrono l'opportunità di sviluppare idee creative, cimiteri inclusi. Il già citato Cimitero Monumentale, del resto, ne è un chiaro esempio. Le lapidi cimiteriali realizzate al suo interno rappresentano degli autentici capolavori d'arte novecentesca e sono il risultato di attenti studi architettonici mirati all'ottenimento di tombe eleganti, dal design innovativo e prodotte con materiali resistenti e di pregio.

Del resto, Milano vanta la presenza di eccellenti agenzie di onoranze funebri, che hanno consacrato il proprio talento e creatività alla realizzazione di lapidi di elevato valore artistico, volte a commemorare degnamente la memoria dei defunti cui sono dedicate. Ciò vale soprattutto per le lapidi di marmo, un materiale in grado di coniugare efficacemente resa estetica e resistenza e, in quanto tale, particolarmente richiesto e apprezzato nell'ambito dell'arte funeraria.

Come scegliere una lapide cimiteriale bella e in grado di durare a lungo

Oltre ai fattori che già elencati, nella scelta della lapide cimiteriale per il caro scomparso, si dovrebbe tenere conto di un aspetto ancora più importante, per non dire fondamentale: la personalità del defunto. Questo perché una lapide, in un certo senso, rappresenta il suo ultimo ricordo: un messaggio da lasciare al mondo inciso a chiare lettere sulla pietra, in senso letterale. Tale messaggio, chiamato epitaffio, dovrebbe sintetizzare efficacemente i sentimenti provati per il caro e l'ideale sarebbe quello di comporlo prima di commissionare la lapide. In questo modo, infatti, si può sapere con precisione quanto spazio serve per disporre ordinatamente sia il testo che la fotografia del defunto (se la si vuole) e, di conseguenza, ci si può fare un'idea precisa della forma che dovrà avere la sua lapide.

Le lapidi, infatti, non sono certo tutte uguali e uno dei compiti consiste proprio nello stabilire qual è la forma che meglio si presta all'epitaffio che hai in mente di incidere, scegliendo tra:

  • lapide verticale: si tratta della tipologia più comune in assoluto e si presenta disposta in maniera perpendicolare rispetto alla tomba (i materiali con cui viene realizzata sono il granito, il marmo e il calcare;) 

  • lapide piatta: disposta direttamente sopra la tomba, in posizione parallela, è disponibile in varie dimensioni, materiali e colori, e può essere arricchita con numerose finiture; 

  • lapide a cordolo: si tratta di una lapide molto particolare, formata da una cornice che offre al suo interno uno spazio completamente vuoto, da personalizzare a piacere; 

  • lapide commemorativa: chiamata anche targa commemorativa, è una lapide che viene eretta in memoria di una o più persone morte in seguito a un tragico avvenimento di grande risonanza storica o mediatica. Il Monumento ai Caduti, a tal proposito, rappresenta l'esempio più iconico di questo tipo di lapide. 

Il design che meglio rappresenta il proprio caro

Oltre a distinguersi per la forma, le lapidi cimiteriali moderne si caratterizzano ancheper un design estremamente diversificato. Per scegliere quello migliore per il proprio caro, si dovrebbe pensare un po' al tipo di persona che era in vita, ai sentimenti che si provavano per lui/lei e magari anche alle circostanze della sua morte.

Di seguito elenchiamo i sei principali design moderni che contraddistinguono le lapidi, fornendo anche qualche spunto interessante in merito a quando e per chi adottarli.

  • Lapide a forma di croce: si tratta di un design molto classico e serioso, rappresentato dal simbolo cristiano per antonomasia. Una lapide di questo tipo è dunque l'ideale per una persona che in vita è stata molto credente o per chi avrebbe desiderato una sepoltura classica e priva di fronzoli, come per esempio i nonni.

  • Lapide a forma di libro: perfetta se si vuole impostare l'epitaffio come se fosse il racconto di una vita, a maggior ragione se il defunto era un appassionato di lettura.

  • Lapide a forma di cuore: il sentimento d'amore nei confronti del caro scomparso, con una lapide di questo tipo, arriva forte e chiaro. Questo è il motivo per cui viene adottata soprattutto per i figli morti prematuramente, soprattutto se si tratta di bambini.

  • Lapide a forma di serpentina: caratterizzata da un design irregolare, questa lapide si presenta spesso come una semplice pietra non lavorata che sporge dalla terra.  È l'ideale se il defunto ambiva a una tomba semplice e discreta.

  • Lapide a forma di lacrima: molto simile a quella a forma di cuore, rispetto a quest'ultima enfatizza maggiormente il senso di dolore e disperazione suscitato dalla perdita, ponendosi così come la scelta ideale per i defunti morti prematuramente e/o in tragiche circostanze.

  • Lapide a forma di mezza ogiva: data la sua struttura vagamente piramidale, questa lapide offre un design decisamente particolare ed è perfetta se vuoi dedicare al proprio caro una vera e propria tomba artistica.

I materiali in grado di durare nel tempo

Una volta stabilito quale design dovrà presentare la lapide cimiteriale, ecco un altro passaggio molto importante: la scelta del materiale con cui verrà realizzata. Anche in questo caso, proponiamo un elenco delle principali opzioni, illustrando brevemente le caratteristiche di ciascun materiale.

  • Granito: si tratta di una delle scelte più classiche ed è particolarmente apprezzato per la sua elevata resistenza agli agenti atmosferici e all'usura del tempo.

  • Lastrico: altra scelta molto frequente, ha il merito di essere più economico del granito, ma anche meno resistente.

  • Gres: perfetto se si ambisce a una lapide dalla resa elegante senza spendere un patrimonio, presenta però lo svantaggio di necessitare di una manutenzione costante.

  • Pietra naturale: un materiale che offre un elegante fascino rustico, in grado di resistere efficacemente alle intemperie e di migliorare con il passare del tempo.

  • Marmo: resistente come e più della pietra, ma caratterizzato da un'eleganza senza pari, questo materiale rappresenta la scelta ideale se si ambisce a una lapide durevole nel tempo, bellissima da vedere e in grado di lasciare un ricordo indelebile della persona che hai amato

Le scritte incise sulla lapide possono fare la differenza

Per quanto si possa scegliere una lapide moderna, elegante, bella da vedere e realizzata con i migliori materiali, la memoria del defunto risulterà adeguatamente commemorata solo nel momento in cui gli si dedicherà l'epitaffio perfetto. Le incisioni sulle lapidi cimiteriali dovrebbero infatti essere eseguite nel pieno rispetto della persona di cui parlano, il che significa che non dovrebbero mai essere frasi di circostanza, bensì pensieri personalizzati e intimamente sentiti.

Vero è che, trattandosi di frasi molto particolari, può risultare difficile idearne una ad hoc per il defunto. Questo è il motivo per cui esistono epitaffi standard da cui è possibile prendere spunto, personalizzandoli sulla base della persona che è morta e sul tipo di ricordo che si vuole lasciare di lei.

L'ideale sarebbe quello di scegliere un epitaffio breve, che eviti le ridondanze e non si perda in un lungo elenco di attributi: l'obiettivo è infatti quello di incidere una frase che arriva dritta al cuore di chi la legge

  • Sarai sempre con noi, per esempio, è una frase molto incisiva, che meglio di ogni altra esprime il ricordo imperituro del defunto.
  • Per sempre nei nostri cuori ottiene lo stesso risultato, ma con una resa più affettuosa.
  • Il tuo sorriso vive con noi è invece l'ideale se si vuol conferire all'epitaffio un tocco di poesia.

In alternativa, se il defunto era molto credente, si può puntare anche a epitaffi a sfondo religioso, come per esempio questo: Io sono la resurrezione e la vita. Chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno.

A discrezione, inoltre, una lapide può essere arricchita anche da un disegno: un'immagine evocativa che sottolinei visivamente il messaggio riportato nell'epitaffio. Tra le più comuni figurano ovviamente le croci e le immagini di Cristo, ma vengono molto richiesti anche i disegni a tema floreale. Ciò che conta è che testo e immagini risultino perfettamente armonici e integrati, anche e soprattutto nella loro disposizione, a maggior ragione se dovranno incorniciare la fotografia del proprio caro.

Ecco quanto ti viene a costare una lapide cimiteriale moderna

Pensare a cosa fare in caso di decesso di una persona cara non è mai una cosa facile. Del resto, le questioni da risolvere sono tante: dalla vestizione della salma all'organizzazione del funerale e, in particolare, ce n'è una che risulta fastidiosamente venale, ma tristemente necessaria. Parliamo ovviamente del budget da mettere a disposizione per garantire una degna sepoltura.

Quanto abbiamo spiegato finora a proposito della realizzazione della lapide cimiteriale moderna ha infatti un costo che, in alcuni casi, può diventare anche molto salato. Tutto dipende dal tipo di lapide che si intende realizzare per iltuo caro estinto, nonché dal budget di cui si dispone.

Per sapere quanto costa una lapide cimiteriale bisogna tenere conto di fattori quali: le sue dimensioni, le incisioni che si intende realizzare e, non ultimo, il materiale con cui viene creata.

A Milano, per esempio, i costi delle lapidi partono da un minimo di 400 euro per arrivare a diverse migliaia, a seconda dei parametri che abbiamo appena elencato. Per esempio, se si vuole sapere specificatamente quanto costa una lapide di marmo, bisogna tenere presente che dipende molto dalla tipologia utilizzata: il marmo travertino, per esempio, rientra in una fascia di prezzo compresa tra i 400 e gli 800 euro; il marmo di Coreno, invece, parte dai 600 per arrivare ai 1200 euro

A questi costi base bisogna poi aggiungere quelli relativi alle iscrizioni, all'eventuale bordatura e ai simboli che si intende incidere sulla lapide: tutti fattori che possono far lievitare il prezzo di altre centinaia di euro. La cosa migliore da fare, pertanto, è quella di fissare uno specifico budget, puntando al meglio che si può ottenere con la cifra che hai stanziato. 

La morte rappresenta un passaggio fondamentale nella vita di una persona, motivo per cui merita di essere adeguatamente onorata. E quale modo migliore di farlo, se non offrendo al tuo caro la possibilità di riposare in un luogo bello da vedere, che celebri degnamente la sua memoria e quella della famiglia che lo ha perso? Per molte città questa usanza è ormai una prassi consolidata e, tra di esse, Milano si piazza in prima posizione grazie alla raffinata estetica della sua arte funeraria. 

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.