Area C, i nuovi divieti previsti per ottobre sono rinviati a fine emergenza Covid‑19 - Milano

Area C, i nuovi divieti previsti per ottobre sono rinviati a fine emergenza Covid‑19

Attualità Milano Lunedì 13 settembre 2021

Milano - Fino al termine dell’emergenza Covid-19, l'accesso in Area C - la ztl che a Milano vieta l'ingresso ai mezzi più inquinanti nella cosiddetta cerchia dei Bastioni - resta consentito ai veicoli trasporto persona Euro 2 benzina, Euro 3 e 4 diesel con Fap di serie, da Euro 0 a 4 diesel con Fap after market, Euro 5 diesel. A stabilirlo l'ordinanza 59/483710 firmata dal sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Un rinvio reso necessario dall’emergenza sanitaria in corso e dal conseguente contingentamento della capienza sui mezzi pubblici quello deciso dall’Amministrazione comunale: in Area C sarà ancora consentito l'accesso dei veicoli trasporto persona Euro 2 benzina; Euro 3 e 4 diesel con Fap di serie e da Euro 0 a 4 diesel con Fap after market installato entro il 31 dicembre 2018 e con classe di adeguamento per la massa di particolato ad almeno Euro 4; Euro 5 diesel.

Il divieto avrebbe dovuto scattare il primo ottobre 2021 secondo un cronoprogramma consolidato e precedente alla diffusione del virus Covid-19. Il congelamento è la coerente conseguenza di tutte le disposizioni eccezionali prese in questi mesi per contrastare gli effetti della pandemia sulla mobilità cittadina, a partire dal contingentamento all’80% della capienza sul trasporto pubblico; e appare ancora più opportuno in relazione al Patto per consentire la ripresa in sicurezza delle attività scolastiche adottato dal Comune e dalla Prefettura di Milano con le parti sociali ed economiche della città.

Da tempo è in atto un percorso di rinnovamento del parco auto cittadino verso veicoli a minore impatto ambientale: è del maggio 2021 il dato fornito da Aci che pone Milano in testa nelle immatricolazioni di auto alimentate a energia elettrica con una crescita del 176%, passando dalle 842 del 2019 a 2.325. In Lombardia la crescita è ancora più netta e le immatricolazioni sono cresciute del 228% rispetto all'anno precedente: erano 1947 nel 2019, salite a 6394 nel 2020. Complici del rinnovamento, oltre alla cresciuta sensibilità dei cittadini sui temi ambientali, lo sviluppo delle tecnologie, le misure adottate per disincentivare l'uso di veicoli inquinanti e i contributi messi a disposizione da Governo e Amministrazione locale. In particolare, nel 2020, il Comune di Milano ha investito 8,5 milioni di euro per aiutare cittadini che hanno acquistato veicoli a basso impatto e nei giorni scorsi sono stati messi a disposizione per lo stesso scopo altri 3 milioni di euro.

Il nuovo bando per accedere ai contributi disponibili fino al 31 dicembre 2021 o fino a esaurimento fondi sarà pubblicato sul sito del Comune nei prossimi giorni. Potranno accedere i cittadini maggiorenni residenti a Milano. I contributi sono cumulabili con gli incentivi statali e l'importo viene calcolato sul prezzo finale già comprensivo del bonus statale. Per accedere ai contributi per l'acquisto di autoveicoli ibridi (elettrico/benzina ed elettrico/diesel), elettrici, idrogeno, bifuel, i privati dovranno provvedere alla radiazione per demolizione di un veicolo per il trasporto persone alimentato a benzina fino ad Euro 3 incluso oppure diesel fino ad Euro 6 incluso. Il contributo sarà ridotto del 20% per chi non rottamerà e sceglierà invece di provvedere alla contestuale radiazione per esportazione all'estero di un veicolo per il trasporto persone diesel Euro 5 e 6. Incentivi anche per l'acquisto di moto o scooter elettrici.agosto, così come avviene ormai da alcuni anni.

Area C: quanto costa il ticket di ingresso

Il ticket di ingresso giornaliero ad Area C ha un prezzo di 5 euro (2 euro per i residenti in Area C). L'ingresso è invece gratuito per i veicoli che trasportano disabili (con contrassegno) oppure persone dirette al pronto soccorso ospedaliero, per i veicoli elettrici, ciclomotori e motoveicoli (moto, tricicli e quadricicli) e ibridi con specifiche ben precise.

Area C: chi non può entrare nel centro di Milano

La ztl di Area C, detta cerchia dei Bastioni, è delimitata da 43 varchi elettronici muniti di telecamera. Durante gli orari di attivazione, non possono accedere né transitare ad Area C i seguenti veicoli (salvo deroghe), considerati i più inquinanti: autoveicoli in classe ambientale vietata; a doppia alimentazione gasolio-Gpl e gasolio-metano Euro 0, 1, 2 e 3; motoveicoli e ciclomotori a due tempi Euro 0 e 1 e a gasolio Euro 0 e 1. Solo in via sperimentale fino al 30 settembre 2022, è consentito l’ingresso in Area C per i mezzi di lunghezza superiore ai 7,5 metri se elettrici. È prevista inoltre una deroga al divieto di accesso per gli autoveicoli per trasporti specifici e per uso speciale alimentati a gasolio con classe emissiva soggetta a divieto, con filtro antiparticolato o che certifichino l’impossibilità ad installarlo ovvero per le tipologie di veicoli speciali come le autogru, i mezzi per movimento terra o trasporto eccezionale per i quali non sono ancora disponibili motori alternativi a quelli alimentati a diesel. Nuove regole riguardano infine i veicoli di interesse storico che hanno fino a 40 anni e dotati di Certificato di Rilevanza Storica che possono entrare in Area C a pagamento.

Area C: sito e numero del call center telefonico

Per ulteriori dettagli aggiornati su orari di Area C, prezzi, deroghe ed eventuali nuove sospensioni consultare la pagina dedicata ad Area C sul sito del Comune di Milano oppure contattare il call center telefonando al numero 02 48684001 dal lunedì al sabato in orario 8.00-24.00 e la domenica in orario 8.00-17.00.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.