A Milano sono tornati i falchi sul Pirellone: ecco il primo uovo. Quando si schiuderà?

A Milano sono tornati i falchi sul Pirellone: ecco il primo uovo. Quando si schiuderà?

Itinerari e visite Milano Palazzo Pirelli Martedì 3 marzo 2020

© Giò&Giulia Falchi Pellegrini a Milano/Facebook

Milano - Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano, cantava Venditti. Quanto aveva ragione il buon Antonello! Così, in una Milano immobilizzata dal Coronavirus, finalmente qualcosa per cui sorridere in città: un amore ad alta quota che a distanza di un anno torna più forte che mai, pronto ad appassionare migliaia di milanesi. È la bella storia di Giò&Giulia, la coppia di falchi pellegrini che ogni anno torna a nidificare in cima al grattacielo Pirelli di Milano, ormai la loro casa, a ben 125 metri d'altezza.

Puntuali come un orologio svizzero, anche per questo 2020 i due falchi innamorati hanno fatto ritorno sul Pirellone, con una bella sorpresa per tutti: nella mattinata di martedì 3 marzo, infatti, è comparso il primo uovo nel nido della coppia di volatili, sopra piazza Duca d'Aosta. In fondo, era prevedibile. I due falchetti sono arrivati a Milano domenica 19 gennaio 2020, quando si è registrato il loro primo avvistamento, ma negli ultimi giorni di febbraio i birdwatcher che spiano Giò&Giulia attraverso le webcam della Regione Lombardia (qui la webcam 1 e la webcam 2) avevano notato accoppiamenti, ispezioni sospette e soste sempre più lunghe. E all'alba di martedì, direttamente dalla pagina Facebook di Giò&Giulia è arrivata la notizia dell'uovo. Ora i due falchi si daranno il cambio per la cova.

Che dire? Love is in the air. Ma riavvolgiamo il nastro e raccontiamo qualcosa di più su questi due adorabili innamorati, dal momento che la loro storia può non essere nota a tutti. Da quando Giò&Giulia sono a Milano? Perchè sono stati chiamati così? Si tratta del primo uovo per loro? E il piccolo quando nascerà? Ecco la storia dei due falchi romanticoni...

Giò&Giulia: un amore che vola su Milano dal 2017

Per risalire alle origini dell'amore tra Giò&Giulia dobbiamo tornare indietro di qualche anno: precisamente nel 2017, quando la coppia di falchi pellegrini decise di nidificare in cima al Grattacielo Pirelli. I rapaci sono stati scoperti durante i lavori di ristrutturazione dell'edificio e in seguito è stato costruito un nido artificiale per ospitare la cova e installata una webcam che osserva la vita dei falchi 24 ore su 24

L'osservazione di Giò&Giulia (nomi scelti in omaggio a Giò Ponti, progettista del Pirellone, e alla moglie Giulia) è diventata una consuetudine per molti cittadini che attendono ogni anno il ritorno dei volatili al nido. Nella primavera 2019, dopo la cova, sono nati due piccoli di falco chiamati Lisa&Lea, nomi scelti in seguito a un sondaggio pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale di Regione Lombardia in omaggio alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.

Giò&Giulia, la famiglia si allarga: quando nascerà il piccolo falco?

La domanda ora è legittima: quando nascerà il piccolo falco? La risposta è presto detta facendo due rapidi calcoli: la durata della cova di un falco pellegrino varia da un minimo di 28 a un massimo di 35 giorni, ma generalmente le uova di falco si schiudono in 33-34 giorni.

Il falchetto (o la falchetta?), quindi, potrebbe nascere tra il 31 marzo e il 7 aprile. I partner di una coppia di falchi pellegrini rimangono insieme per tutta la vita e si accoppiano nuovamente in caso di morte di uno dei partner. La covata di un falco pellegrino può prevedere da 2 a 6 uova (casi eccezionali) con solitamente 3/4 uova come standard usuale.

Potrebbe interessarti anche: , Tulipani Italiani 2020 diventa virtuale: il campo fiorito è chiuso per Coronavirus, ma si può visitare on line , A Milano una Walk of Fame con le impronte delle celebrità: dove si trova e perché è lì , Codogno oltre il Coronavirus: dove è e cosa c'è da vedere , Milano ferma per Coronavirus: il Museo Bagatti Valsecchi lancia una raccolta fondi , Un Banksy misterioso omaggia i Pinguini Tattici Nucleari nella loro Bergamo: chi è l'autore?

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.