Mercatino di San Nicola 2022 in piazza Piccapietra: tra shopping natalizio e solidarietà - Genova

Mercatino di San Nicola 2022 in piazza Piccapietra: tra shopping natalizio e solidarietà

Shopping Genova Giovedì 24 novembre 2022

Clicca per guardare la fotogallery
Mercatino di San Nicola
© https://www.facebook.com/mercatinodisannicola

Genova - Torna a Genova il Mercatino di San Nicola, l'iniziativa di Natale tradizionale e amatissima dai genovesi, che giunge quest'anno alla sua trentatreesima edizione. L'appuntamento tra i settanta stand va da venerdì 2 fino a venerdì 23 dicembre 2022, nelle storica location di piazza Piccapietra (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 21 e il weekend fino alle 21.30, sempre con apertura alle 10).

Si tratta del più grande mercatino solidale d'Italia, l'unico gestito da una Onlus, che dà spazio da ormai tre decenni a numerose associazioni, arrivate attualmente a raggiungere le centoventi unità che, attraverso questa manifestazione, hanno la possibilità di autofinanziarsi e continuare ad essere «la benzina che nutre la macchina della solidarietà genovese e un vero patrimonio della nostra città», come afferma Paola Bordilli, assessore al Commercio, Artigianato, Pro Loco e Tradizioni cittadine.

L'intero ricavato della manifestazione servirà a sostenere tre progetti in particolare: «Si tratta del Centro Antiviolenza Pandora, del Centro Stroke dell'Ospedale Pediatrico Gaslini e della Band degli Orsi», spiega Marta Cereseto, a capo dell'Associazione Volontari Mercatino di San Nicola.

Gli ingredienti del Mercatino di Natale sono tanti, tra i quali spicca proprio la buona tavola, con menù tipici e sapori della tradizione: sabato 3 si può gustare il Bagnun di Riva Trigoso, mentre domenica 4 è il turno della succulenta trippa degli Alpini, giovedì 8 il protagonista è il Gulasch, sabato 10 e domenica 11 tornano la polenta e i tortelli di Montepegli, sabato 17 si gusta il salame di Sant'Olcese e domenica 18 si chiudono le sagre con tigelle, salumi e Lambrusco.

Non è finita qui, perché tra le specialità del Mercatino di Natale ci sono anche quelle proposte dagli chef di alcune realtà ristorative del territorio, come l'Ippogrifo, Zupp, La Rosa di Sussisa e il Cuoco Pescatore di Recco. Spazio alla solidarietà con la cucina del Mercatino, in collaborazione con la Soms degli Alpini, che si occuperanno di preparare pasti che verranno distribuiti alle mense dei poveri in alcune zone della città.

Immancabili, come ogni Natale, gli stand di artigianato, degli antichi mestieri, i laboratori mattutini per le scuole e gli animali, presenza con attitudine pet friendly, che vede protagonisti un asinello e tre caprette, a cura della Fattoria Didattica di Tiglieto. 

Non è Natale senza i presepi, che quest'anno sono tre, due messi a disposizione dall'Associazione di Crevari e uno dalla Casa Famiglia di Fraconalto. Inoltre, ogni mattina alle 9 è possibile partecipare alla Messa, che domenica 11 dicembre sarà celebrata con rito ortodosso dalla comunità religiosa dell'Ucraina.

Infine gli spettacoli con il gruppo Folcloristico (venerdì 2 e sabato 3), l'Avantgarde Boyz (domenica 4), l'All Academy (martedì 6), i Tassi d'irlanda, Mago Walter e Michela Silvestri (giovedì 8), il Coro Corcontigo e i Frankaruggi (venerdì 9), il Coro di Milano (sabato 10), la Band C Road (giovedì 15), i Kengo Jumps e Andrea Trabucco (venerdì 16), Buggia Angels Choir e i Piccoli Chitarristi (sabato 17) e i Quarantagradi (martedì 20).

«Nel 2022 il Mercatino di San Nicola torna a pieno regime», spiega Bordilli, «dopo le restrizioni degli anni scorsi, con il ritorno del corteo storico e dei suoi oltre cento figuranti, tra cui spicca anche Babbo Natale, fissato per l'8 dicembre, data che solitamente apre ufficialmente le celebrazioni del Natale a Genova. Si parte da piazza Matteotti alle 10, per arrivare in piazza Piccapietra per il taglio del nastro, in presenza delle autorità cittadine e di Monsignor Nicolò Anselmi. Il Mercatino è ovviamente un luogo di shopping, ma anche di solidarietà, in cui si legano tutte le anime della collaborazione e della condivisione della città».

Tra le anime del Mercatino di San Nicola c'è Isforcoop, l'ente de formazione e incubatore di idee che, da oltre 30 anni, promuove progetti innovativi e di inclusione sociale e di inserimento lavorativo, indirizzati a ragazzi dai 16 ai 25 anni che si trovano in situazioni di svantaggio, attraverso il lavoro svolto nelle sedi di Genova, Savona e La Spezia. «Saremo presenti dal 16 al 21 dicembre con i nostri ragazzi, che gestiscono lo stand dove è possibile trovare i manufatti, frutto dei laboratori, il cui ricavato andrà in beneficenza al Centro Antiviolenza Pandora e al Centro Multidisciplinare per la Presa in carico del bambino con Stroke pediatrico e neonatale presso l'Istituto Giannina Gaslini. Il Mercatino è un'esperienza formativa e di cura per i nostri ragazzi», spiega Francesca Pioggia.

Presente, come sempre, anche la Band degli Orsi, l'associazione che sostiene i piccoli pazienti dell'Ospedale Gaslini: «Il nostro tentativo attuale è sempre quello di migliorare, perché coloro che sono veramente fragili meritano attenzioni che ancora forse la società non è riuscita a offrire. Incontrarsi e lavorare insieme ad altre associazioni è fondamentale», afferma il pediatra Pierluigi Bruschettini, in pensione da qualche tempo, ma sempre attivo in numerose attività.

Tutte le info si trovano sul sito del Mercatino di San Nicola.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.