Loggia di Banchi, i resti della Genova medievale negli scavi per il Museo della Città: foto e video

Loggia di Banchi, i resti della Genova medievale negli scavi per il Museo della Città: foto e video

Mostre Genova Giovedì 26 agosto 2021

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Genova - Continuano i sopralluoghi nella Loggia della Mercanzia di Piazza Banchi, dove si stanno portando avanti i lavori di realizzazione del Museo della Città di Genova. E, proprio durante i lavori, è stato rinvenuto un intero settore dell'originario insediamento medievale nella città, ancora perfettamente conservato nonostante il tempo che passa. I rinvenimenti rappresentano una testimonianza preziosa di come la zona di Banchi attraverso i secoli abbia svolto il fondamentale ruolo di crocevia strategico tra il porto e la città. Strade e interi edifici, coperti nel 1595 con la costruzione della grande Loggia dei Banchi, sono emersi dagli scavi e sono un’eccezionale ed intatta testimonianza della grande Genova tardocinquecentesca. La storia di questi edifici è leggibile nella sovrapposizione delle loro murature a partire dal XII-XIII secolo, mentre al di sotto di esse sono emersi i primi livelli di epoca romana, ricchissimi di frammenti di anfore provenienti dalle navi che attraccavano in porto.

«Questa scoperta è un regalo. Il progetto di realizzare il Museo della Città proprio qui, nella Loggia di Piazza Banchi, si è rivelato lungimirante. Ora la storia di Genova non verrà raccontata solo multimedialmente, ma anche concretamente. Questo posto è unico, da nessun'altra parte abbiamo un posto così vasto in grado di restituire così tanta storia tutta insieme» commenta l'Assessore alla Cultura della Regione Liguria, Ilaria Cavo.

«Il rinvenimento di una porzione così ben conservata della città a soli 15 centimetri - sottolinea la Soprintendente Manuela Salvitti - è una conferma della collocazione strategica della Loggia di Banchi  e della ricchezza archeologica conservata nel sottosuolo di genova. Lavoreremo con le istituzioni locali per valorizzare questa importante scoperta all'interno del nuovo contenitore museale che, proprio grazie a queste scoperte, acquista il compito e l'opportunità di arricchirsi di nuovi e significativi spunti progettuali».

«I recenti rinvenimenti archeologici - commenta l’Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Genova Barbara Grosso - consentono al Museo della Città di rappresentare un vero e proprio simbolo della nostra storia. Una città stratificata dove ogni pietra racconta un'epoca e dove si può intraprendere un viaggio nel tempo. Si tratta di rinvenimenti assolutamente in linea con la mission del Museo della Città e naturalmente è intenzione dell’amministrazione comunale promuovere ogni forma di sinergia con gli altri enti per inserirli in un percorso scientifico all’interno della Loggia. Si tratta infatti di suggestivi elementi che, arricchiranno l’attrattività del futuro polo museale».

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.