Coronavirus in Liguria, Toti: «Obiettivo 13 mila vaccini al giorno e 150 farmacie coinvolte» - Genova

Coronavirus in Liguria, Toti: «Obiettivo 13 mila vaccini al giorno e 150 farmacie coinvolte»

Attualità Genova Martedì 30 marzo 2021

Clicca per guardare la fotogallery

Genova - "La Liguria è la prima regione in Italia a partire con la somministrazione dei vaccini nelle farmacie. Si tratta di un passo avanti ulteriore nella campagna vaccinale, per consentirci, con questa possibilità in più per i cittadini, di arrivare all’obiettivo dei 13mila vaccini somministrati al giorno, fissato dalla struttura commissariale. Un traguardo che, a questo punto, viste le forze in campo, sarà raggiungibile il giorno stesso in cui arriveranno i vaccini". Lo ha detto il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in occasione dell'avvio del servizio di vaccinazione nelle farmacie di Genova e della Liguria, apripista nazionale.

Dal 30 marzo 2021, in 52 farmacie distribuite su tutto territorio ligure, i cittadini con età tra 70 e 79 anni hanno la possibilità di ricevere vaccino Astrazeneca, somministrato esclusivamente su prenotazione, effettuata attraverso il portale online o il numero verde dedicati oltre che nelle farmacie. Si parte con circa 2400 vaccini a settimana in 52 farmacie: a regime, entro alcune settimane, con 150 farmacie coinvolte e le ulteriori consegne dei vaccini dalla struttura commissariale nazionale, si arriverà a 10mila somministrazioni settimanali.

"Tante volte guardiamo a Israele, agli Stai Uniti e all'Inghilterra e ci chiediamo perché loro camminano così veloci e noi no: camminano così veloci - aggiunge Toti - perché sono in grado di coinvolgere tutte le categorie in un grande sforzo nazionale, mentre in Italia l'azzeccagarbuglismo del nostro Paese molto spesso frena ciò che tutti auspichiamo: noi oggi, in Liguria, siamo a dire che se si vuole è possibile farlo, grazie alla collaborazione di tante persone e di tanti professionisti, come i titolari delle farmacie e grazie al servizio sanitario regionale. Ringrazio i titolari delle farmacie, con cui il 17 marzo scorso ci siamo seduti al tavolo, molto prima che l’accordo nazionale fosse firmato ieri a Roma, fornendo un quadro che aiuterà anche noi ad allargare ancora di più questo sforzo. Noi siamo partiti prima e oggi arriviamo per primi".

"Finalmente è arrivato il grande giorno - conclude il presidente di Federfarma Genova Giuseppe Castello - L’accordo è stato siglato un mese fa e fortemente voluto dal presidente Toti. Noi ci siamo messi subito a disposizione come farmacie, e immediatamente, dopo aver oliato la macchina, abbiamo messo in campo le nostre forze. Purtroppo la carenza di dosi ci ha costretto a diminuire il potenziale: eravamo pronti a partire con oltre 5mila vaccinazioni a settimana per poi arrivare, con circa 150 farmacie operative, a circa 10mila a settimana, ma il contingentamento ci ha costretto a ridurre a circa 2000/2400 a settimana, in attesa ovviamente che ci sia un maggiore afflusso di dosi e che finalmente sia disponibile anche il vacchino Johnson&Johnson. Quello che ci auguriamo è che, all’arrivo di quantità maggiori, si possano aggiungere nuove farmacie perché la forza della farmacia è la capillarità e, con nuove adesioni, potremo dare un servizio davvero vicino alla cittadinanza".

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.