Elezioni regionali Liguria e referendum: regole e misure per un voto in sicurezza - Genova

Elezioni regionali Liguria e referendum: regole e misure per un voto in sicurezza

Attualità Genova Venerdì 18 settembre 2020

Votare
© Pixabay

Genova - Domenica 20 settembre e lunedì 21 settembre 2020 si torna a votare per il referendum costituzionale e le elezioni regionali in Liguria. Le operazioni di voto si svolgono con i seguenti orari: domenica 20 dalle ore 7 alle 23 e lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15. Si può andare a votare nel rispetto delle misure sanitarie stabilite. Gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare e quelli che si trovino in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per Covid-19 sono ammessi a votare presso il proprio domicilio nel comune di residenza.

Per accedere ai seggi elettorali in Liguria, si raccomanda il rispetto delle primarie regole di prevenzione del contagio, tra le quali evitare di uscire di casa e recarsi al seggio in caso di: sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37.5°C; essere stati in quarantena o isolamento domiciliare nei 14 giorni precedenti la data delle consultazioni; essere stati a contatto con persone positive nei 14 giorni precedenti la data delle consultazioni.

L’elettore deve presentarsi al seggio munito della tessera elettorale e di un documento di riconoscimento: i documenti di identità scaduti quest’anno hanno validità prorogata fino al 31/12/2020. Per accedere ai seggi elettorali è obbligatorio l'uso della mascherina da parte di tutti gli elettori ai sensi della normativa vigente che ne prevede l'uso nei locali pubblici. Al momento dell'accesso al seggio, l'elettore procede alla igienizzazione delle mani con il gel messo a disposizione e situato in prossimità della porta. Dopo essersi avvicinato ai componenti del seggio per l'identificazione e prima di ricevere le schede e la matita, provvede a igienizzarsi nuovamente le mani. Dopo aver votato e ripiegato le schede, l'elettore provvede a inserirle personalmente nelle urne corrispondenti. Si consiglia di igienizzare ulteriormente le mani prima di lasciare il seggio.

Gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare e quelli che si trovino in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per Covid-19 sono ammessi a votare presso il proprio domicilio nel comune di residenza. A tal fine, tra il 10 e il 15 di settembre, l'elettore deve far pervenire al sindaco del comune nelle cui liste è iscritto i seguenti documenti:

  • a) dichiarazione in cui si attesta la volontà di esprimere il voto presso il proprio domicilio indicando con precisione l’indirizzo;
  • b) certificato, rilasciato dal medico designato dalla ASL, in data non anteriore al 6 settembre che attesi l’esistenza delle condizioni o di trattamento domiciliare o di condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per Covid-19

Le modalità di trasmissione dei documenti, anche telematiche, sono individuate dai medesimi comuni. Entro il 19 settembre l'ufficiale elettorale del comune di residenza comunica a coloro che hanno fatto richiesta la sezione ospedaliera alla quale sono stati assegnati. Il voto viene raccolto presso il domicilio durante le ore in cui è aperta la votazione, ovvero dalle 7 alle 23 della domenica e dalle 7 alle 15 del lunedì.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.