Agrumi Studio chiude dopo il lockdown: addio alla casa degli illustratori - Genova

Agrumi Studio chiude dopo il lockdown: addio alla casa degli illustratori

Mostre Genova Martedì 15 settembre 2020

Genova - Agrumi Studio non ce l'ha fatta: «Mannaggia al lockdown!», si legge sulla pagina Facebook dello Studio di illustrazione attivo nel centro storico di Genova solo dal 2018: in pochi anni, però, Agrumi Studio aveva fatto parlare di sé grazie alle iniziative culturali originali, alle mostre d'arte e ai laboratori, anche dedicati ai bambini. Hanno esposto da Agrumi nomi noti nell'ambito dell'illustrazione: da Marco Somà a Isabella Labate, fino a Hikimi.

Il lockdown ha messo in ginocchio molte realtà genovesi di successo - una fra tutte la Locanda delle Favole, che ha chiuso i battenti dopo mesi di chiusura e a causa dell'incertezza per il futuro - e purtroppo Agrumi Studio dà la stessa brutta notizia tramite un messaggio, che recita così: «Anche per Agrumi è arrivata la fine del viaggio. Ma non ci va di piagnucolare. Avrete ancora un pochino di tempo per passare e frugare nel nostre amato bookshop».

La fondatrice di Agrumi è Letizia Iannaccone, illustratrice e scrittrice di libri per bambini. Da un mese si era unita a lei un'altra illustratrice genovese: Elisabetta Civardi. Di Letizia è da poco uscito il libro Il mio cane è come me (Terre di Mezzo editore, 2020), con le illustrazioni di Sonia Maria Luce Possentini, mentre di Elisabetta è uscito il libro Quando gli animali non avevano la coda (Terre di Mezzo editore, 2020), scritto da Anselmo Roveda.

Letizia Iannaccone racconta il suo lockdown: «Per Agrumi sono stati mesi davvero difficili a causa della lunga chiusura. Il cambio di sede, poi, non ha agevolato la ripresa. Ho fatto due conti e ho capito che per ora non è possibile continuare. In futuro si vedrà, ma al momento devo pensare a riorganizzare la mia vita».

Agrumi Studio chiuderà a fine ottobre 2020, ma solo dopo aver ospitato la sua ultima mostra: quella di Sonia Maria Luce Possentini, visitabile dal 26 settembre al 24 ottobre (l'inaugurazione della mostra è sabato 26 settembre, ore 18.30 e sarà presente l'autrice; l'ingresso è libero ma contingentato, ogni 30 minuti: ore 18.30, 19, 19.30 e 20; per partecipare è necessario inviare una mail. Sarà necessario indossare la mascherina). La mostra sarà poi aperta dal martedì al venerdì, dalle 14 alle 18.

Si legge ancora sulla pagina Facebook: «È stato un percorso bellissimo e di questo ringraziamo tutti voi. Le decine di ospiti e amici che hanno arricchito le nostre pareti, le nostre orecchie e i nostri sguardi. Ringraziamo i tantissimi appassionati che hanno partecipato negli ultimi anni ai nostri eventi e che, ad ogni Natale, hanno fatto spese da noi. Vi diciamo grazie e speriamo chissà... Di fare un nuovo viaggio, nel prossimo futuro, insieme».

Agrumi rimarrà aperto ancora fino al 30 ottobre 2020 in via San Luca 4/2C (dal martedì al venerdì, dalle 14 alle 18; sabato, domenica e lunedì chiuso).

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.