La mia Liguria: l'app per conoscere il territorio. Lo spot con De Devitiis: «Posti unici, da vivere» - Genova

La mia Liguria: l'app per conoscere il territorio. Lo spot con De Devitiis: «Posti unici, da vivere»

Cultura Genova Martedì 4 agosto 2020

Nicolò De Deviitis
© atteo Bosonetto - Lucerna Films
Altre foto

Contenuto in collaborazione con Liguria Digitale

Genova - La Liguria non finisce mai di stupire. I suoi angoli più nascosti, che siano calette dall'acqua cristallina o vette con un panorama mozzafiato, possono sorprendere anche un ligure doc. Borghi storici, piatti tipici, sentieri tra mare e monti, intrattenimento e molto altro. Come scoprire il ricco patrimonio della nostra regione? Si può usare La mia Liguria app, la nuova app prodotta da Liguria Digitale. Un servizio per far vivere ai turisti una vacanza indimenticabile.

Quanto è semplice e utile questa app lo ha scoperto anche la "Iena" Nicolò De Devitiis, protagonista nella campagna #LaMiaLiguria. Con una forte passione per la bicicletta, ha girato la Liguria in lungo e in largo: dal Forte Diamante sopra Genova a Portofino, da Capo Noli alla scalinata di Monesteroli, fino all'Abbazia di Borzone. A piedi e in mountain bike, la Liguria regala emozioni. «Non sono sorpreso. Sono un grande fan di questa regione, avendo molti amici a Genova. Quando posso, scendo per godermi mare e montagna. Sono orgoglioso di aver partecipato a questo spot, che mi ha fatto scoprire posti davvero unici».

Con un touch si può organizzare il proprio soggiorno e il tempo libero, scegliendo esperienze e itinerari attraverso la ricerca su mappa o in elenco. In più non perdere le esclusive promozioni riservate agli utenti dell’app #lamialiguria: sconti, gadget, coupon e tanto altro con una semplice sottoscrizione totalmente gratuita. De Devitiis ha provato l'app LaMiaLiguria, che dà anche una spiegazione dei siti sul territorio. «Aiuta ragazzi e persone che non conoscono la regione a raggiungere e scoprire luoghi meravigliosi, organizzare la loro giornata, partecipare ad eventi e scoprire locali e ristoranti locali. Momenti che non dimenticherò? Fantastica l'escursione in sup a Portofino, nella baia di Paraggi. Poi la scalinata di Monesteroli alle 5 Terre, a strapiombo sul mare, l'arrampicata a Capo Noli e il canyoning nel Rio Argentina, un'esperienza pazzesca e che consiglio. Mi sono trovato in mezzo al torrente, che aveva una capienza di 150 litri al secondo. Non è mancato uno scivolone, ma fa parte del gioco».

Nicolò ha percorso 1000 km in 4 giorni, da Balzi Rossi alle Cinque Terre, raggiunte da Levanto e poi ammirate con la monorotaia: «Ho visto panorami unici - prosegue - La bellezza di questa regione e di tutta l'Italia non si è scoperta di certo con il Covid. Ho sempre viaggiato nel Bel paese, in camper e in moto. Amo sia il mare che la montagna, e la Liguria è tutto questo». Poi c'è il cibo e i prodotti tipici, dai vini all'olio, promossi nell'App La mia Liguria: «Sono un super amante della focaccia, quella classica genovese, che puggio nel capuccino e mangerei tutto il giorno. Adoro anche focaccia al formaggio di Reccofarinata, squisite».

Soffermandoci su Genova, bellissima l'esperienza alla scoperta dei forti di Genova, tra città e monti: «Ho raggiunto forte Diamante con una mountain bike a pedalata assistita - conclude la Iena De Devitiis - Un'esperienza davvero divertente, con escursioni sull'erba mentre si saliva. Ho goduto di una vista pazzesca su Genova. Consiglio ai turisti di venire in Liguria, usare l'app per orientarsi e trovare angoli nascosti. Pensate che questo spot è stato girato da ragazzi liguri, e alcuni posti non li conoscevano nemmeno loro».

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.