Coronavirus in Liguria: supermercati la domenica chiusi alle 15. C'è l'accordo - Genova

Coronavirus in Liguria: supermercati la domenica chiusi alle 15. C'è l'accordo

Attualità Genova Mercoledì 1 aprile 2020

© Pixabay

Genova - Dovranno chiudere alle 15 i supermercati in Liguria alla domenica e nei giorni festivi per l'emergenza coronavirus. Questa la misura annunciata dall'assessore regionale allo Sviluppo economico della Regione Liguria Andrea Benveduti, frutto di un protocollo d'intesa con la grande distribuzione.

Nelle prossime ore, su proposta dell’assessorato allo sviluppo economico, sarà sottoscritto un protocollo d’intesa tra Regione Liguria, Confcommercio e i rappresentanti della grande distribuzione per regolamentare, a fronte dell’emergenza Covid-19 anche in Liguria, gli orari di chiusura degli esercizi commerciali nelle domeniche e nelle giornate festive. «Abbiamo raccolto l’appello di Cisl e Uil e, di comune accordo con le sigle rappresentative della grande distribuzione territoriale, abbiamo concordato, nei tavoli di lavoro convocati, la chiusura dei punti vendita alle 15»,dice l’assessore allo sviluppo economico Benveduti.

Si legge dal comunicato Cgil: l'Ordinanza della Regione Liguria sulla chiusura domenicale alle ore 15 di supermercati e ipermercati in Liguria è superflua e pericolosa. Oggi c’è già chi chiude alle 15 come Carrefour, chi ha portato la chiusura alle ore 13 come Basko, Ekom e Conad, chi ha deciso di chiudere per l’intera giornata, come Coop e alcuni Conad.

«Credo sia una soluzione di ragionevolezza e di equilibrio - aggiunge l'assessore - nei riguardi di chi come i medici da un lato ci raccomanda di diluire gli accessi delle persone, evitando gli assembramenti; e chi dall’altro, si trova in prima linea e ha la giusta necessità di tirare un po’ il fiato». Le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità garantiranno inoltre un accesso prioritario a medici, infermieri, operatori socio sanitari, membri della Protezione Civile, soccorritori e volontari muniti di tesserino di riconoscimento. «Con questo - conclude Benveduti - rinnoviamo la raccomandazione a tutti i liguri di programmare bene le proprie spese, per evitare di recarsi più del necessario presso i punti vendita».

Potrebbe interessarti anche: , Immuni App, sperimentazione in Liguria da giugno? La risposta della Regione , Frecce Tricolori a Genova: foto e video del sorvolo , A Genova riapre il Cicloriparo, l'officina delle bici dove si impara a ripararle , Liguria, la nuova ordinanza su centri estivi, parchi divertimento, servizi per l'infanzia e aperture , Spiagge libere a Genova, aperte da sabato 30 maggio. Ecco come funzionano

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.