Coronavirus in Liguria, treni semivuoti: servizio ridotto e modifiche - Genova

Coronavirus in Liguria, treni semivuoti: servizio ridotto e modifiche

Attualità Genova Mercoledì 11 marzo 2020

Genova - Diminuiscono, per l'emergenza Coronavirus, i viaggiatori sui treni regionali e, come previsto dal contratto, Regione Liguria ha chiesto a Trenitalia di ridurre il servizio fino al 3 aprile 2020. "Manteniamo una frequenza essenziale di collegamenti - spiega l'asessore ai trasporti Gianni Berrino - ma cerchiamo di ottimizzare le risorse. È inutile far viaggiare treni semivuoti ed è necessario preservare l’equilibrio del contratto di servizio messo a rischio dal brusco crollo di biglietti e abbonamenti venduti. Gli studenti, in questi giorni, non viaggiano e anche i pendolari sono diminuiti moltissimo. La scorsa settimana abbiamo registrato un 50% di viaggiatori in meno, con punte del 60% su alcune linee. Con l'applicazione del dpcm del nove marzo prevediamo un ulteriore calo fino al 70%".

Il servizio regionale sarà ridotto mediamente di circa un terzo dei collegamenti: le modifiche sono già operative dalla mattina dell'11 marzo 2020. Le coppie di treni sulla linea Genova-Milano passano da 8 a 4. Sulla linea Genova Voltri - Genova Nervi i treni scendono da 48 a 19, sulla Genova-Busalla da 24 a 12. Rinviata al 4 aprile 2020 l'attivazione di Cinque Terre Express e dei treni del mare (i collegamenti di Milano, Bergamo e Gallarate per le riviere); anche il servizio tra Savona e Sestri Levante viene diminuito del 50%, ma solo nei weekend. Sono sostituiti con autobus gli ultimi treni serali sulle tratte Savona - Genova, Genova - Acqui Terme e Genova - Novi Ligure, così come la coppia di treni Genova - Parma di competenza della Liguria sulla tratta Pontremoli - Parma.

"La riduzione - prosegue Berrino - è stata pianificata tenendo conto delle esigenze di sicurezza sanitaria dettate dall'attuale emergenza: i viaggiatori avranno la possibilità tenere le distanze di sicurezza tra di loro e la sanificazione delle vetture, naturalmente, continua ad essere fatta ogni giorno. Nel frattempo abbiamo chiesto al Governo - conclude - un incremento del fondo trasporti per poter garantire, nonostante il crollo degli introiti, un livello essenziale di servizio".

Potrebbe interessarti anche: , Immuni App, sperimentazione in Liguria da giugno? La risposta della Regione , A Genova riapre il Cicloriparo, l'officina delle bici dove si impara a ripararle , Liguria, la nuova ordinanza su centri estivi, parchi divertimento, servizi per l'infanzia e aperture , Spiagge libere a Genova, aperte da sabato 30 maggio. Ecco come funzionano , Mascherine Coop in vendita in Liguria a 50 centesimi. Con limite d'acquisto

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.