Genova città dell'Inno: il programma delle Giornate Mameliane 2019

Cultura Genova Mercoledì 4 dicembre 2019

Genova città dell'Inno: il programma delle Giornate Mameliane 2019

© Wikipedia commons

Genova - Partono mercoledì 4 dicembre 2019, al Museo del Risorgimento - Istituto Mazziniano, le Giornate Mameliane 2019 a Genova, con manifestazioni comprendenti momenti dedicati alle celebrazioni ufficiali ed eventi culturali intorno alla figura di Goffredo Mameli, autore con Michele Novaro del Canto degli Italiani, Inno nazionale italiano.

La tradizione centenaria dello scioglimento del voto si rinnova martedì 10 dicembre, alle ore 9.30, al Santuario di N.S. di Loreto in salita di Oregina. Numerosi gli eventi culturali nell’ambito delle giornate mameliane 2019 a Genova, molti al Museo del Risorgimento - Casa natale di Giuseppe Mazzini (via Lomellini 11). Il primo, mercoledì 4 dicembre,  alle ore 16 (primo turno) e alle ore 17.15 (secondo turno), è Finché venga il tricolore come nostro regnatore con lettere, poesie, narrazioni, composizioni musicali da Mazzini a Verdi (testi e musiche a cura di Lorenzo Costa e José Scanu), con un intervento di Raffaella Ponte. Questi gli altri eventi in programma per le Giornate Mameliane 2019 a Genova:

  • Sabato 7 dicembre, alle 16, c'è la visita guidata a tema al Museo del Risorgimento Goffredo Mameli poeta, patriota, guerriero, nelle raccolte dell’Istituto Mazziniano a cura di Liliana Bertuzzi (Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano - Comitato di Genova). Ingresso gratuito, necessaria la prenotazione allo 010 5576430 oppure inviando una e-mail.
  • Mercoledì 11 dicembre, alle 17, è presentata al Museo del Risorgimento Il Canto degli italiani, poesia di G. Mameli e musica di M. Novaro, edizione critica della partitura a cura di Maurizio Benedetti, Edizioni del Conservatorio di Torino, 2019. Con l’autore intervengono Roberto Iovino (musicologo già direttore del Conservatorio di Genova) e Stefano A.E. Leoni (Conservatorio di Torino - Università di Urbino). Ingresso gratuito, necessaria la prenotazione allo 010 5576430 oppure inviando una e-mail.
  • Giovedì 5 dicembre, presso il Monumento a Balilla, in piazza Portoria, alle ore 10.30, c'è una deposizione di corone a cura del Comune di Genova e dell’Associazione “A Compagna”.
  • Lunedì 9 dicembre, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, alle 17, si parla del volume L'Italia chiamò. Goffredo Mameli poeta e guerriero di Gabriella Airaldi (Salerno editore, 2019). Oltre all’autrice, intervengono Barbara Grosso, assessore comunale alla Cultura, Mario Isnenghi, professore emerito Università di Venezia, e Raffaella Ponte, Istituto Mazziniano - Museo del Risorgimento.
  • Martedì 10 dicembre, al Parco dell’Acquasola, appuntamento con Un giorno da ricordare per la storia di Genova: alle 9.30 la partenza del corteo che rievoca gli avvenimenti del 10 dicembre 1847. Percorso: Acquasola - salita S. Caterina - via Garibaldi - via Cairoli - via Lomellini - via Balbi - piazza Acquaverde -salita Oregina Santuario N.S. di Loreto (a cura di Associazione GenovApiedi e-mail; sito Genovapiedi).
  • Martedì 10 dicembre al Santuario N.S. di Loreto, in salita di Oregina, inizia alle 9.30 la Cerimonia dello Scioglimento del Voto che, quest’anno, prevede lo Spettacolo itinerante Fratelli d’Italia tratto da L’Inno d’Italia raccontato ai bambini di Fiorella Colombo e messo in scena dai ragazzi delle classi 4salaA e 5salaA dell’Istituto Alberghiero “Marco Polo” coordinati dagli insegnanti Maurizio Borniotto, Fiorella Colombo, Flavia Pata, Mariacarla Zavaratelli. A seguire, la celebrazione della S. Messa, la Deposizione corone, i saluti delle Autorità e l’esecuzione dell’Inno Nazionale da parte della Banda musicale di Rivarolo.
  • Martedì 10 dicembre, alle 14.30, nell’aula magna del Liceo Classico e Linguistico “Colombo” (via Bellucci, 2) è la volta de “Il ‘Mameli’ di Ruggero Leoncavallo: un dono per Genova”, conferenza e musica con Giuseppe Tavanti, direttore dell’Accademia musicale Leoncavallo di Montecatini Terme e autore del volume “Un’idea di Ruggero Leoncavallo”. (a cura di Ufficio scolastico regionale per la Liguria e Associazione “Amici del Liceo Colombo”). Ingresso libero, fina a esaurimento dei posti.

Due date significative per la storia di Genova sono il 5 dicembre 1746 e il 1 dicembre 1847: nel 1746 Genova si ribellò all’occupazione austriaca, con il famoso gesto del Balilla che al grido che l’inse fece scattare la rivolta popolare; il 10 dicembre 1847, in ricordo di quel lontano avvenimento, oltre trentamila patrioti provenienti da ogni parte d’Italia sfilarono dall’Acquasola a Oregina cantando per la prima volta in pubblico il Canto degli Italiani di Mameli e Novaro, e sventolando il vessillo tricolore.

Potrebbe interessarti anche: , Musei di Genova: oltre 12 milioni e 700 mila euro per gli interventi , TEDx 2020 a Genova: lo spirito del luogo. Programma e presentazioni , Design Week di Genova 2020: il centro storico si tinge di verde. Le date , Teatro Nazionale di Genova, Davide Livermore: «Sono pazzo del teatro pubblico» , Paperino in Liguria, un borgo del Ponente protagonista del fumetto

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.