Genova, annullata per maltempo la Festa Nazionale dei Bambini

Dove porto i bambini Genova piazza della Vittoria Venerdì 18 ottobre 2019

Genova, annullata per maltempo la Festa Nazionale dei Bambini

© Flickr

Attenzione: causa maltempo, l'evento è rinviato a data da destinarsi

Genova - Ridare dignità ai bambini, allontanandoli per un po' dallo smartphone e tecnologia. Questo l'obiettivo della Festa Nazionale dei bambini 2019 a Genova, in programma domenica 20 ottobre, dalle ore 10 alle 19, in piazza della Vittoria. Giunta all’undicesima edizione, l’iniziativa è ideata dalla Sergio Cingolani Editore e organizzata dall’associazione Adv Noi Genitori di Tutti.

Per una giornata, in una delle piazze più famose di Genova, sono previste moltissime le attrazioni, organizzate da associazioni e istituzioni, laboratori didattico-educativi e ludici, esempi di tecnologie più avanzate e robotica ed esibizioni di giovani artisti. La Festa Nazionale dei Bambini è gemellata con la StraGenova 2019, gara competitiva e non competitiva in programma domenica 20 ottobre 2019.

La manifestazione dedicata ai più piccoli sarà anche all'insegna della golosità. Tutti possono assistere alla creazione di zucchero filato, panera e cioccolato. Spazio ancora alla tecnologia, ma in forme più didattiche: i ragazzi avranno l’occasione di interagire e capire come dallo studio del cervello umano si arriva all’Intelligenza artificiale e al suo utilizzo nei robot, oppure curiosare nel Centro Mobile Informativo della Marina, un vero concentrato di meraviglie con i suoi maxischermi e la sua realtà virtuali.

Perché, poi, non aspettare che Polizia e Carabinieri delle unità cinofile sguinzaglino i loro cani dal fiuto infallibile, capaci di seguire le tracce più tenui? Chi vorrà può leggere ed imparare ad ascoltare un libro o magari vedere all’opera i volontari della Croce Rossa Italiana e i Vigili del Fuoco, veri eroi di tante situazioni difficili.

Uno spazio particolare è riservato ai giovani tra i 5 e i 13 anni che, accompagnati dai genitori, sperimentano l’antica arte del baratto: si tratta di Bimbo Rigattiere per un Giorno, dove il denaro è bandito, ma dove ciascuno può scambiare ciò che ha con ciò che desidera avere. E ancora, dalle ore 14 alle 19, è attivo un palco sul quale si alternano una serie di spettacoli di e per giovani: dai piccoli protagonisti del concorso canoro per piccole voci La Lanterna d’Oro ai T&M Live, compagnia che propone i più famosi musical, alle ballerine di Tap dance dell’Officina dell’Arte, allo spettacolo di Valley’s Got Talent, che tempo fa andò proprio nella sede di Noi genitori di tutti a Caivano ad esibirsi per loro. 

In altri spazi, c'è chi offre laboratori di inglese, con inseganti madrelingua: dopotutto, il futuro è di chi sa comunicare con il mondo grazie alla conoscenza delle lingue. Per i più grandi e per gli adulti ecco un settore dedicato ai veicoli a due e quattro ruote: dalle moto elettriche Trial dei Carabinieri al Lince dell’Esercito, dalle radiomobili della Polizia alle 500 d’epoca e alle auto più moderne; su questo si innestano i laboratori sulla sicurezza stradale di chi le strade le sorveglia giorno e notte. Ma bisogna difendere la sicurezza su tutte le strade, anche, anzi a maggior ragione trattandosi di bambini e adolescenti, su quelle scivolose del web: nel suo laboratorio, la Polizia Postale mostra come svolge il proprio delicato lavoro su internet.

L’osservazione del sole con un telescopio solare e altri modi per esplorare l’infinito sono proposti da un altro laboratorio, quello dell’Osservatorio Astronomico del Righi. Infine, in un altro stand, si parla di riciclo dei rifiuti, l’economia circolare e il rispetto dell’ambiente; si tratta del laboratorio preparato dall’associazione organizzatrice e beneficiaria dell’evento, l’Adv Noi Genitori di Tutti che segue i bambini oncologici della Terra dei Fuochi ed offre un sostegno alle loro famiglie; molti di quei ragazzi sono oggi ospiti dell’Istituto Gaslini.

«La Festa Nazionale dei Bambini è un'occasione per raccontare il mondo visto dagli occhi dei più piccoli, ma non solo - racconta Sergio Cingolani, ideatore nazionale dell’evento - Si vuole avvicinare la cultura, la legalità e le istituzioni verso i bambini. La manifestazione è nata quando avevo 7 anni: da diverse mie esperienze ho maturato la volontà di fare, un giorno, qualcosa per i bambini. Così a 50 anni ho registrato i marchi della manifestazione. Il mio desiderio più grande è quello di ridare dignità ai bambini, quella dignità che non hanno più da anni. Oggi, gli input che riceviamo dal mondo stanno creando bambini infelici: loro sono il futuro della nostra società, è il momento di fare qualcosa per loro».

«Come Comune di Genova, abbiamo voluto lavorare nella logica di una rivitalizzazione di Piazza della Vittoria - spiega Paola Bordilli, assessore comunale al Commercio, Grandi eventi e Vallate - La festa parte dai bambini per far vivere una giornata di festa e apprendimento anche ai genitori, nell'edizione zero di una manifestazione che senza dubbio vogliamo poi ripetere ogni anno nel capoluogo ligure».

Potrebbe interessarti anche: , Una Salsa Verde Drago: il gioco sulla nascita del pesto di Demoela , Zecchino d'Oro 2019: vince la sanremese Rita Longordo , Lilliput. A piccoli passi nei musei: il progetto dedicato ai bambini e alle famiglie , Riaprono Città dei Bambini e Genoa Port Center, tra tecnologia ed ecologia , Tornano le attività didattiche Coop: un nuovo anno all'insegna dell’ambiente

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.