Attualità Genova Martedì 23 luglio 2019

Allarme caldo a Genova: bollino rosso giovedì 25 luglio. I locali climatizzati aperti

di
© Pixabay

Genova - Continuano a salire le temperature a Genova e in Liguria, con clima torrido e umidità in crescita. Emesso il bollino rosso per ondata di calore a Genova giovedì 25 luglio 2019. La previsione è indicata nel nuovo bollettino del Ministero della Salute, mentre è confermato il livello arancione per le giornate di martedì 23 e mercoledì 24 luglio. La persistenza del caldo torrido fa, però alzare al massimo l’allerta a Genova e in altre 12 città italiane del Centro-Nord d'Italia. Bollino rosso anche per la giornata di venerdì 26 luglio.

Le temperature massime percepite sono di 36 gradi a Genova (il 23 e 24 si arriva a 35°), con punte più elevate nelle zone interne meno ventilate (dove si toccano i 38-39°). E, visto il caldo, il Museo d'Arte Orientale Chiossone di Genova, il 25 e il 26 luglio cambia l'orario d'apertura: 9-14.

Il livello 3 (bollino rosso) indica condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche. Il numero utile da chiamare è 800 995988, attivo nei giorni feriali e festivi dalle ore 8 alle ore 20. Numero verde per anziani e famiglie in difficoltà, gestito da Auser e valido su tutto il territorio regionale.

La task force creata da Alisa, l’agenzia regionale sanitaria ha invitato tutte le strutture sanitarie e socio-sanitarie a predisporre le misure per prevenire danni da calore eccessivo. Tra queste, l’attivazione della climatizzazione dove gravitano pazienti e degenti (emergenza che ha creato non pochi problemi al San Martino nella passata ondata di calore); far trascorrere agli ospiti delle strutture almeno 8 ore diurne nelle aree climatizzate; monitorare lo stato di idratazione degli ospiti; richiamare il personale sui segni che possono indicare un colpo di calore, attivando i protocolli di intervento; ricordare che le persone affette da deterioramento cognitivo sono particolarmente suscettibili ai danni da calore; considerare con attenzione la somministrazione per via generale di farmaci ad attività anticolinergica.

I bollettini indicano il rischio di eventi avversi in presenza di determinate condizioni di pre-allerta (codice giallo) e di allerta (codice arancione e codice rosso) che potrebbero verificarsi nelle successive 72 ore: quando la combinazione tra temperatura, umidità e inquinamento ambientale supera per un periodo di tempo prolungato i limiti previsti, si verifica una situazione di potenziale pericolo per la salute dei soggetti maggiormente suscettibili.

Il Comune di Genova, attraverso gli Ambiti Territoriali Sociali, continua il servizio dei “custodi sociali”, coordinati dalla Cooperativa Televita Agapè, che assicurano il monitoraggio e la tutela delle situazioni in carico per l’adozione di tutte le misure possibili da parte degli Ambiti Territoriali. Sono disponibili diversi Centri Sociali per le persone di età superiore ai 55 anni. Si possono trovare ambienti climatizzati o ventilati in alcune biblioteche del Sistema Bibliotecario Urbano:

  • Municipio I Centro Est: Berio - De Amicis
  • Municipio III Bassa Valbisagno: Lercari
  • Municipio IV Media Valbisagno: Saffi
  • Municipio VI Medio Ponente: Bruschi Sartori
  • Municipio VII Ponente: Benzi

e in queste biblioteche:

  • Biblioteca di Storia dell’Arte - via ai Quattro Canti di S. Francesco
  • Biblioteca Museo dell’Attore - via del Seminario 10

Locali climatizzati anche presso:

  • Centro Sociale Auser, via Imperiale (San Fruttuoso) - da lun. a dom. ore 14.30-18
  • Centro Civico Quarto, via delle Genziane 15-17 - ore 9 alle 12
  • Centro Anziani e Giovani, via Torricelli 16 (Borgoratti) - da lun. a ven. ore 14.30-19
  • Centro Aggregazione Giovanile, via Sagrado 9 (Sturla) - da lun. a ven. ore 15- 19
  • Sala Consiglio Municipale Media Valbisagno, piazza dell’Olmo 3 (Molassana) - da lun. a giov. ore 11-16; ven. ore 11-13.30
  • Parrocchia di Santa Zita, via di Santa Zita - mart. e giov. ore 14.30-17.30
  • Centro Sociale Monaco, via Cialli 11 (Pegli) – lun. merc. e giov. ore 15-17.30
  • Centro Sociale, via Narisano 12 (Cornigliano) - dal lun. a giov. ore 15.15-17.45
  • Villa Giuseppina (ex Centro sociale anziani), via Bologna 21 canc. (San Teodoro) - dal lun. al ven. dalle ore 14.30 alle 18.30
  • Sede educativa territoriale del Centro Servizi Famiglia, via Pellegrini 19 (Sampierdarena) - lun. merc. e
  • Centro Sociale Auser - vico Monachette 4 - merc. ven. e sab. ore 14.30-18
  • Gruppo Amici del Lagaccio - via del Lagaccio 82r -86r - dal lun. alla dom. ore 15-18.30.

15 consigli per combattere il caldo

  • Evitare di uscire e svolgere attività fisica nelle ore più calde della giornata (dalle ore 11 alle ore 19). Non rimanere all’interno di auto parcheggiate.
  • Se possibile recarsi qualche ora al giorno in zone all’aperto ombreggiate e ventilate oppure al chiuso, dotate di aria condizionata (evitando l’utilizzo di ventilatori meccanici in caso di temperature elevate).
  • Ripararsi la testa dal sole con un cappello e in auto usare tendine parasole.
  • Bere molti liquidi, almeno un litro e mezzo/due litri al giorno, anche se non se ne sente l’apparente necessità;
  • Assumere liquidi con regolarità
  • Durante il giorno usare tende per non fare entrare il sole e chiudere le finestre e le imposte, mantenerle invece aperte durante la notte.
  • Evitare bevande gassate, zuccherate, troppo fredde o alcooliche, in quanto aumentano la sudorazione.
  • Fare pasti leggeri, preferendo frutta, verdura, pesce, pasta e gelati a base di frutta e riducendo carne, fritti e cibi molto conditi e piccanti.
  • Indossare abiti leggeri di cotone o lino, di colore chiaro non aderenti e privi di fibre sintetiche.
  • Non modificare o sospendere le terapie in atto senza consultare il proprio medico.
  • Non assumere integratori salini senza consultare il proprio medico.
  • Evitare bruschi sbalzi di temperatura corporea (ad esempio entrare sudati in un grande magazzino condizionato), non respirare con la bocca aperta ma solo con il naso.
  • Se si è affetti da diabete, esporsi al sole con cautela per il maggior rischio di ustioni, stante la minore sensibilità al dolore.
  • In caso di cefalea provocata da esposizione al sole, bagnarsi subito con acqua fresca per abbassare la temperatura.
  • Se si è affetti da patologie croniche, con assunzione continua di farmaci (esempio diabete, ipertensione, scompenso cardiaco, bronchite cronica, malattie renali) consultare il proprio medico di famiglia per conoscere eventuali comportamenti particolari o misure dietetiche specifiche.

Potrebbe interessarti anche: , Funicolare Zecca-Righi ferma il 20 e 21 agosto: orari e bus sostitutivi , Strada Provinciale di Portofino riaperta a doppio senso di marcia fino a settembre , Genova, alla Foce il nuovo semaforo con multa automatica: dov'è e come funziona , Via Porro riaperta al traffico dopo la demolizione del Morandi: mobilità, disposizioni e divieti , Acquario di Genova: è nata una cucciola di Lamantino. Video e foto

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.