Food Genova Giovedì 18 luglio 2019

Too Good to Go a Genova: l'app contro lo spreco alimentare. Come funziona

© Pixabay

Genova - Arriva a Genova Too Good To Go, l’applicazione per smartphone che permette ai ristoratori di mettere in vendita a prezzi ridotti il cibo invenduto a fine giornata. Ad aderire all’iniziativa, non solo locali storici della città, come l’Antico Forno Patrone e il pastificio Danielli, ma anche i supermercati Doro, i punti vendita Eataly e Carrefour e il Mentelocale Bar Bistrot di Palazzo Ducale.

Raggiunti oltre 140mila utenti in soli tre mesi dal lancio nelle città di Milano, Torino, Bologna, Firenze e Verona, Too Good To Go, l'app che combatte lo spreco alimentare arriva anche in Liguria nella città di Genova. Nata nel 2015 in Danimarca, Too Good To Go è presente in 12 Paesi d’Europa con oltre 12 milioni di utenti ed è tra le prime posizioni negli App Store e Google Play. In Italia è stata accolta con grande entusiasmo, permettendo da aprile ad oggi di salvare oltre 30.000 pasti.

Ogni anno, in Italia, si sprecano oltre 10 milioni di tonnellate di cibo, pari a circa 15 miliardi l'anno: Too Good To Go sta creando una rete impegnata nella lotta agli sprechi e nella tutela dell’ambiente, considerando che ogni Magic Box acquistata permette di evitare l’emissione di 2.5 kg di CO2.

Come funziona Too Good To Go

I ristoratori e i commercianti di prodotti freschi iscritti all’applicazione possono mettere ogni giorno in vendita le Magic Box, delle bag con una selezione a sorpresa di deliziosi prodotti e piatti freschi, rimasti invenduti a fine giornata e che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo. Ciascun commerciante ha la possibilità di indicare ogni giorno la quantità di Magic Box disponibili a seconda di quanto invenduto prevede di avere a fine giornata.

Dall’altra parte, i consumatori possono acquistare con un semplice tap sull’applicazione ottimi pasti a prezzi minimi, tra i 2 e i 6 euro, impegnandosi allo stesso tempo nella lotta agli sprechi e nella tutela dell’ambiente, considerando che ogni Magic Box acquistata permette di evitare l’emissione di 2 kg di Co2.

Basta geolocalizzarsi e cercare i locali aderenti, che sono visualizzati sulla mappa della città con dei pallini di tre colori: verde per quelli che hanno ampia disponibilità di Magic Box, giallo (disponibilità limitata), rosso (Magic Box esaurite o non disponibili per la giornata: nessuno spreco!). Una volta scelto il locale preferito, l’utente può ordinare la propria Magic Box e pagarla tramite l’app con Carta di Credito (Mastercard, Visa o Maestro), Paypal o il servizio Google Pay.

Poi basterà recarsi al negozio nella fascia oraria specificata, mostrare la conferma al rivenditore tramite app e ritirare la Magic Box per scoprire cosa c’è dentro. Inoltre, per limitare l’uso di imballaggi, i negozi aderenti a Too Good To Go incoraggiano i clienti stessi a portare da casa contenitori e sacchetti propri.

Da Eataly alla Cremeria Ciarapica, Too Good To Go conquista Genova

Scegliere i prodotti delle Magic Box significa quindi sostenere tutti i commercianti che si impegnano a limitare sprechi di cibo e risorse. Nel caso di Genova, sono numerosi i punti vendita che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa e in prima fila ci sono rappresentanti della GDO: Eataly, che continua a estendere la propria rete sostenibile dopo aver coinvolto i punti venditi di Torino, Milano e Firenze; Carrefour, che ha scelto Too Good To Go per accelerare il raggiungimento dell’obiettivo di riduzione dello spreco alimentare non soltanto a livello sociale ma anche ambientale; anche Doro supermercati, che è presente in maniera capillare nella regione, ha ugualmente aderito.

Il progetto ha poi incontrato il favore di diversi locali storici della città genovese, tra i quali l’Antico Forno Patrone, un laboratorio artigianale a conduzione familiare che annovera tra le sue specialità la tipica fugassa ligure. Ha ugualmente aderito alla lotta anti-spreco il pastificio Danielli, la Cremeria Ciarapica e il Bar Bistrot Mentelocale, situato all’interno dell’edificio storico di Palazzo Ducale.

«La forza di Too Good To Go sta nell’utilizzare la tecnologia in maniera consapevole e con lo scopo di riportare i consumatori - ormai sempre più abituati agli acquisti online - negli esercizi commerciali di prossimità - commenta Eugenio Sapora, Country Manager Italia di Too Good To Go - Dal lato esercenti poi, stiamo riscontrando con grande piacere l’adesione entusiasta all’iniziativa non solo di grandi nomi del mondo della gastronomia, ma anche di piccole attività che hanno particolarmente a cuore il tema della lotta agli sprechi».

Potrebbe interessarti anche: , Latte Tigullio: al Mentelocale Bistrot le bevande di soia e mandorla di Cappuccino Lovers , Pesto di Prà: la nostra storia profuma di basilico , Sagra del Nostralino 2019: a Ranzi torna l'evento enogastronomico del Ponente. Il programma , Pizzeria Gino Sorbillo apre a Genova: ecco dove gustare la pizza napoletana , A Pegli apre la Pizzeria Genovese Emme: pizza croccante, farinata e cocktail

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.