Primavera nel Tigullio, la festa a Portofino: concerto, corteo ed eventi - Genova

Primavera nel Tigullio, la festa a Portofino: concerto, corteo ed eventi

Musica Genova Martedì 2 aprile 2019

di A.S.
Portofino
© Pixabay

Genova - Sabato 6 aprile 2019 appuntamento con una grande festa per la riapertura della strada che collega tra Santa Margherita e Portofino, distrutta dalla mareggiata di fine ottobre 2018. È una sfilata di bambini, armati di fiori, a inaugurare la provinciale di Portofino. Poi il concertone con grandi ospiti nel borgo dalle 14.30, prodotti tipici e aperture straordinarie, tutto con partecipazione libera e gratuita. La via di accesso alle auto per uno dei borghi più famosi del mondo, gioiello del Tigullio e della Liguria, è dunque restituita al traffico veicolare a tempo di record nella mattina di domenica 7 aprile 2019.

Il 6 aprile appuntamento alle 10 ai giardini a mare di Santa Margherita Ligure, da dove inizia la festosa passeggiata verso Portofino. Tutti i cittadini sono invitati. Il corteo incontra i bambini di Rapallo e Santa Margherita nella zona della Cervara, e sono proprio loro a inaugurare la strada, percorrendola per primi in testa al corteo. Come arrivare? Qui info, trasporti, battelli, permessi e transiti. Ora il programma completo di Primavera nel Tigullio 2019.

  • A partire dalle 9, appuntamento ai Giardini a Mare di Santa Margherita. Dopo il saluto da parte delle autorità, partenza del corteo, attorno alle 10.30. A disposizione da Atp dei bus per persone con disabilità. Inoltre, grazie all’Associazione Paratetraplegici Onlus e all’Informadisabili di Santa Margherita Ligure, città Bandiera Lilla, sono messi a disposizione 3 scooter elettrici per consentire a persone con disabilità motoria di partecipare al corteo.
  • Attorno alle 11.30 è previsto l’arrivo alla Cervara, dove inizia il cantiere della strada verso Portofino. In programma aperitivo a base di prodotti locali a cura dei commercianti di Santa Margherita Ligure e delle Associazioni Festa Primavera e Scoglio Sant’Erasmo sotto il coordinamento di Ascom Santa Margherita Ligure - Portofino e Civ Costa dei Delfini.
  • Dopo il taglio del nastro della strada 227, il corteo prosegue fino a Portofino, accompagnati da un carosello di barche che affianca i partecipanti alla festa.
  • A Portofino, in piazza della Libertà, spazio all’intrattenimento con giochi per bambini, sapori di Liguria e, a seguire, al grande concerto organizzato per festeggiare la primavera del Tigullio e la fine dell’isolamento di Portofino: sul palco nella storica piazzetta, dalle 14.30, ci sono Mahmood, Anna Tatangelo, Il Volo, Noemi, Elodie e Mario Biondi. Presenta Daniele Battaglia e Ylenia; fine del concerto alle 18 circa.
  • Ai Giardini a Mare di Santa Margherita Ligure è allestito un maxi schermo per seguire il concerto di Portofino.
  • Alle 17.45, sempre a Santa Margherita, concerto di street bands itineranti per le vie della città, alle 20.45 va in scena Moonlight, performance itinerante su trampoli con costumi luminosi e lune fluttuanti. Alle 21 in piazza Caprera concerto di pianoforte di Andrea Bacchetti.

Sono previste una serie di aperture straordinarie:

  • Villa Durazzo: domenica 7 ingresso gratuito al polo museale dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17. Visite guidate gratuite (prenotazione consigliata) alle 10.30, 11.30, 15 e 16.30.
  • Il Museo Multimediale Camillo Sbarbaro rimane aperto dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17. È visitabile anche nell’ambito delle visite guidate.
  • Biblioteca Fondo Bertoni (Villa Durazzo) aperta domenica 7 dalle 15.30 alle 17.30, con letture ad alta voce per bambini a cura dei Servizi Bibliotecari del comune di Santa Margherita Ligure.
  • Abbazia della Cervara: visite guidate a pagamento sabato 6 alle ore 14, 15 e 16 - domenica 7 aprile ore 10, 11 e 12.

L’obiettivo dichiarato all’inizio dei lavori, necessari dopo i crolli dovuti alla violenta mareggiata del 29 ottobre che l’avevano resa pericolosa e impraticabile, era riaprire entro Pasqua 2019. «Avevamo fatto una promessa non solo ai cittadini di Portofino, ma a tutte le persone in Italia e nel mondo che amano questo luogo straordinario - dice il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti - Non solo è stata mantenuta, ma i tempi sono stati più rapidi del previsto».

«Vogliamo che questa sia una grande festa di popolo - aggiunge Toti -, un appuntamento a cui sono tutti invitati per festeggiare la riapertura di una strada che è anche il simbolo di quello che vogliamo per la Liguria: una terra che non si arrende di fronte alle difficoltà, che si rimbocca le maniche ed è pronta ad accogliere i turisti in uno dei luoghi più belli del mondo».

Già da prima di Natale era stata allestita una passerella pedonale per accedere al borgo, divenuta a suo modo una attrazione turistica e utilizzata di circa 35mila persone. A metà febbraio, invece, la 227 era tornata carrabile, ancora interdetta al traffico privato ma utilizzabile dai mezzi di lavoro e, nel caso, da quelli di soccorso.

I lavori sono stati effettuati con un riempimento massivo dei vuoti sotto la sede stradale, vuoti causati dalla roccia irregolare sulla quale era costruita che lasciavano troppo spazio all'azione erosiva del mare. La scelta di realizzare i riempimenti con grosse pietre e cemento ha accelerato le operazioni e consentito un consolidamento che difenderà l'opera dall'erosione e dalla violenza delle mareggiate. È stato ricostruito del muro a monte e recuperato il passaggio pedonale.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.