Capodanno a Genova: botti vietati, ordinanze alcol e divieti. Le info

Capodanno a Genova: botti vietati, ordinanze alcol e divieti. Le info

Attualità Genova Domenica 30 dicembre 2018

Petardi
© Pixabay

Genova - In occasione della notte di Capodanno 2019 a Genova, l'amministrazione comunale richiama tutti i cittadini al rigoroso rispetto delle norme per evitare danni alle persone e agli animali e garantire la sicurezza. Su tutto il territorio cittadino, dalle ore 20 del 31 dicembre 2018 alle ore 7 del 1° gennaio 2019, è quindi vietata la detenzione di ogni tipo di artificio pirotecnico/materiale esplodente in area pubblica e/o aperta al pubblico.

L’inosservanza, fatte salve le sanzioni anche penali previste dalla normativa vigente, è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro. All’atto della contestazione della violazione è anche stabilito il sequestro degli artifici pirotecnici e del materiale esplodente detenuto dal trasgressore. È anche possibile l’applicazione di ulteriori sanzioni per le violazioni di speciali disposizioni legislative o regolamentari.

Qui tutte le disposizioni riguardanti il consumo degli alcolici a Genova nella notte di Capodanno 2019. A scopo di prevenzione finalizzata all’incolumità delle persone nell’intero territorio cittadino sono vietate:

  • dalle 19.30 del 31 dicembre alle 7 del 1° gennaio, la vendita di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallici da parte di qualsiasi attività commerciale, compresi i circoli privati e i titolari di autorizzazioni commerciali su aree pubbliche o aperte al pubblico, compresa l’area del Porto Antico di Genova.
  • dalle 20 del 31 dicembre alle 7 del 1° gennaio, la somministrazione di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallici all’esterno dei locali di pubblico esercizio e all’esterno dei relativi plateatici, compresa l’area del Porto Antico di Genova.
  • dalle 20 del 31 dicembre alle 7 del 1° gennaio, la detenzione ed il consumo di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallici in aree pubbliche o aperte al pubblico diverse dai locali di pubblico esercizio, compresa l’area del Porto Antico di Genova.

L’inosservanza di queste regole, fatte salve le sanzioni anche penali previste dalla normativa vigente, saranno punite con una sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro. All’atto della contestazione della violazione, qualora il trasgressore invitato a conferire l’oggetto della violazione negli appositi contenitori per lo smaltimento non aderisca alla richiesta, si darà luogo al sequestro dell’oggetto dopo averlo privato del liquido in esso contenuto ai sensi dell’art.13 della legge n. 689/81.

Dalle ore 20 del 31 dicembre alle ore 8 del 1° gennaio 2019, nell’intero territorio comunale è prevista la deroga al divieto di consumo di bevande alcoliche stabilita dalle ordinanze vigenti (331 del 4/10/2018 interdizione temporanea al consumo di bevande alcoliche centro storico, 330 del 4/10/2018 giardini cavagnaro e limitrofe, 356 del 17/10/2018 rivarolo certosa e zone limitrofe, 332 del 4/10/2018 municipio II) in area pubblica o aperta al pubblico purché queste siano esclusivamente in contenitori di plastica o cartone.

Su tutto il territorio comunale, nella notte tra il 31 dicembre 2017 ed il 1 gennaio 2018, è disposta la sospensione degli effetti limitativi stabiliti con le ordinanze sindacali (330 del 4/10/2018 giardini Cavagnaro, 356 del 17/10/2018 Rivarolo Certosa e zone limitrofe, 332 del 4/10/2018 Municipio II, 328 del 28/10/2017 centro storico) nei confronti delle attività di somministrazione di cibi e bevande, di quelle di artigianato alimentare nonché dei circoli privati, consentendo pertanto:

  • che le attività di somministrazione di cibi e bevande nonché quelle artigianali ubicate su tutto il territorio cittadino possano proseguire l’attività senza limiti temporali.
  • che i circoli privati ubicati su tutto il territorio cittadino possano proseguire la somministrazione di cibi e bevande di qualsiasi natura nonché le attività rumorose ad essi connesse senza limiti temporali, ferme restando le limitazioni stabiliti dai nullaosta acustici ai sensi di legge

Nella notte di Capodanno a Genova, limitatamente al territorio della Piazza de Ferrari compresa nel perimetro tra le vie Vernazza, XX Settembre, Dante, Petrarca, Cradina Boetto, Salita del Fondaco, Vico San Matteo, vico Falamonica, via Alla Cassa di Risparmio, via XXV Aprile incrocio via Roma e Piazza Labò, dalle ore 20 del 31 dicembre 2018 alle ore 7 del 1° gennaio 2019, è vietata la detenzione, in modalità che ne consentano l’immediato utilizzo, di dispositivi contenti spray urticante. In particolare, all’interno del suddetto perimetro, i dispositivi in questione, anche per scongiurare accidentali fuoriuscite del prodotto urticante, non potranno essere portati indosso alla persona ma esclusivamente in zaini, borse o simili. 

All'atto della contestazione, si procederà,  ai sensi dell'art.13 L.689/81 al sequestro del dispositivo contenente spray urticante, salvo il caso in cui, il responsabile della violazione, fuoriesca dall'area ove vige il divieto.

Potrebbe interessarti anche: , Una cometa sopra Genova e la Liguria: quando e come vedere Neowise , Un murale gigante sul Bic di Certosa: Tellas a Genova per il progetto On the Wall , Genova Città che legge: il riconoscimento dal Ministero per i beni culturali per 2020 e 2021 , EcoVan Amiu a Recco: il servizio di raccolta mobile dei rifiuti ingombranti , Il gigante dei mari Scarlet Lady torna a Genova, poi Miami per la crociera

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.