Teatro Genova Teatro Gustavo Modena Lunedì 15 ottobre 2018

Pezzo di plastica al Teatro Modena, ritratto di una famiglia borghese in crisi

Pezzo di Plastica
© Lanna

Contenuto in collaborazione con Teatro Nazionale

Genova - Martedì 23 ottobre 2018, alle ore 20.30, alla Sala Mercato del Teatro Modena di Genova va in scena Pezzo di Plastica di Marius von Mayenburg, drammaturgo e regista presso la Schaubühne am Lehniner Platz di Berlino, nonché uno degli autori del teatro tedesco contemporaneo più rappresentati al mondo. Lo spettacolo, presentato in prima nazionale nella Rassegna di Drammaturgia Contemporanea del 2017, ha ottenuto buoni riscontri dalla critica e dal pubblico, tanto da guadagnarsi un posto fra le produzioni della nuova stagione del Teatro Nazionale di Genova.

Il cast di Pezzo di Plastica è rimasto invariato: Gabriele Furnari Falanga, Federica Granata, Marisa Grimaldo, Roberto Serpi, Federico Vanni, per la regia di Simone Toni. La scena è realizzata da Angelo Palladino, mentre le luci sono di Fausto Perri. I contributi audio visivi sono curati da Claudio Torlai. Lo spettacolo è in scena fino al 27 ottobre alla Sala Mercato dal 23 al 27 ottobre, dal martedì al sabato alle ore 20.30, giovedì ore 19.30.

Pezzo di Plastica, prodotto dal Teatro Nazionale di Genova (versione italiana di Umberto Gandini), è il ritratto di una famiglia borghese in crisi: Ulrike, la moglie, è assistente dello stralunato artista concettuale Haulupa, un punk esaurito ed invadente. Michael, il marito, è un medico depresso che per tonificare il suo ego ferito, decide di candidarsi volontario in una regione colpita dall’ebola. E poi c’è Vincent, il figlio adolescente che si veste da femmina, nel pieno di una crisi di identità e di genere. 

Gli oggetti di scena avvolti nel cellophane, sono metafora di una vita familiare di “plastica” in cui ogni rapporto è fasullo, pronto a disgregarsi: epicentro della distruzione e della commedia dalle sfumature nerissime, è l’arrivo della nuova colf che scatena un gioco divertente e malvagio, diventando la valvola di sfogo delle frustrazioni altrui. E una volta rotto l’involucro, niente sarà più come prima.

Nato 47 anni fa a Monaco di Baviera, Marius von Mayenburg è drammaturgo e regista presso la Schaubühne am Lehniner Platz di Berlino e collaboratore di Thomas Ostermeier. Il suo dramma Feuergesicht è stato tradotto in più di 30 lingue e messo in scena in tutto il mondo. Tra le sue opere tradotte in italiano ricordiamo Brutto, Eldorado, Faccia di fuoco, La pietra.

Potrebbe interessarti anche: , Teatro Carlo Felice, la stagione 2019/2020: il programma, dall'Opera ai concerti , A Vado Ligure l'Abbecedario di Valerio Bacigalupo: due inedite serate-spettacolo nel giardino di Villa Groppallo , Estate 2019 con il Teatro Carlo Felice: dal Festival di Nervi al Porto Antico , Ad agosto all'Isola delle chiatte del Porto Antico torna il Sea Stories Festival. Musica, danza e teatro. Il programma , La Tosse d'Estate 2019 raddoppia: il programma tra centro storico, Liguria e non solo

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.