Libri nell'Arte, dal Medioevo all'Età Contemporanea. La mostra a Palazzo della Meridiana

Palazzo della Meridiana Cerca sulla mappa
DA Giovedì28Marzo2024
A Domenica14Luglio2024

Nell'anno in cui Genova è Capitale Italiana del Libro, l'Associazione Amici di Palazzo della Meridiana Aps organizza una mostra dal titolo Libri nell'Arte - Dal Medioevo all'Età contemporanea a cura di Agnese Marengo e Maurizio Romanengo in programma dal 28 marzo al 14 luglio 2024.

Evento conclusivo proprio del ciclo di iniziative all'interno di Genova Capitale Italiana del Libro, la mostra è dedicata alle trasformazioni dell'immagine del libro nelle opere d'arte in Italia con ottanta opere tra dipinti, sculture, incisioni, installazioni e manoscritti e libri esposti tra Palazzo della Meridiana, sede principale della mostra, e musei e biblioteche della città. Sono opere provenienti da musei, fondazioni e collezioni private di tutta Italia. Tra queste sono presenti quelle di Ludovico Brea, Bernardino Licinio, il Moretto, Guercino, Giacomo Ceruti, Xavier Fabre, Angelica Kauffmann, Francesco Hayez, Silvestro Lega, Fortunato Depero, Bruno Munari, Alighiero Boetti, Giulio Paolini, Vincenzo Agnetti, Maria Lai, Claudio Parmiggiani e molti altri.

La mostra si sviluppa in cinque sezioni tematiche che evidenziano le caratteristiche distintive dei diversi periodi storici, secondo focus cronologici. La sacralità del libro nel Medioevo: dal codice al libro d'ore, L'Umanesimo laico: scienziati, letterati e lettori, Barocco e Illuminismo: luci e ombre dell'universalità del sapere, Ottocento e Novecento: la borghesia tra ordine e rivoluzione (curata in collaborazione con Matteo Fochessati e Anna Vyazemtseva della Wolfsoniana) e L’età contemporanea: il libro simbolo (curata in collaborazione con Laura Garbarino). La mostra apre al pubblico con il seguente orario: da martedì a venerdì dalle 10 alle 18 e sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19, lunedì chiuso. Il costo del biglietto d'ingresso è 10 euro (intero), 8 euro (ridotto) e 4 euro per scuole e bambini.

«La presenza del libro nelle opere d'arte riflette in maniera affascinante e puntuale le trasformazioni della società attraverso i secoli, a volte come simbolo, a volte come attributo», raccontano i curatori Agnese e Maurizio Romanengo. «Nel passaggio da prezioso tesoro destinato a pochi eruditi alla fruizione di un ampio pubblico, il libro si mostra per raccontare un'infinità di storie».

«Anche quest'anno abbiamo voluto organizzare un’ importante mostra d’arte facendoci promotori del restauro dell’opera di Bernardo Licino del Comune di Genova e del restauro delle due tavole di Bicci di Lorenzo e di Paolo Di Giovanni Fei del Museo Amedeo Lia di La Spezia per conservare al meglio il patrimonio artistico della nostra città», afferma Davide Viziano, Presidente dell’Associazione Amici di Palazzo della Meridiana Aps, «e lo abbiamo potuto realizzare grazie ai numerosi Partner dell’Associazione che anche per il 2024 ci hanno sostenuto con grande generosità: la cultura è motore di attrattività e ottimismo in questo periodo storico molto complesso».

«Un'esposizione unica che mette in luce le trasformazioni dell'immagine del libro nelle opere d'arte italiane attraverso i secoli, offrendo agli spettatori un viaggio affascinante nella storia e nell'evoluzione sociale, osserva l'assessore del Comune di Genova Mario Mascia. «Sono grato ai curatori e ai numerosi partner che hanno reso possibile questo evento culturale di grande rilievo per la nostra città. Spero che questa mostra possa ispirare e arricchire le menti dei visitatori, promuovendo il valore dell'arte e della conoscenza nel nostro territorio»

Il percorso della mostra si snoda nelle cinque sale espositive al primo piano nobile del Palazzo della Meridiana, la dimora cinquecentesca che fu dei Grimaldi uno dei 42 Palazzi dei Rolli Patrimonio Unesco dal 2006. Oltre che Palazzo della Meridiana i curatori hanno coinvolto altre sedi espositive: Palazzo Reale e a Palazzo Spinola dei Musei Nazionali di Genova oltre a Palazzo Rosso dei Musei di Strada Nuova, alla Biblioteca Berio, alla Wolfsoniana, all’Accademia delle Belle Arti, e a Palazzo Lomellino.

Durante il periodo di apertura della mostra sono organizzati incontri e viste guidate con i curatori, oltre a laboratori didattici dedicati alle scuole di ogni genere e grado. Ulteriori informazioni e aggiornamenti sul sito di Palazzo della Meridiana Genova.

Argomenti trattati

Newsletter EventiResta aggiornato su tutti gli eventi a Genova e dintorni, iscriviti gratis alla newsletter