Cheese 2019 a Bra: 10 cose da non perdere - Cuneo

Food Cuneo Venerdì 23 agosto 2019

Cheese 2019 a Bra: 10 cose da non perdere

© Cheese

Cuneo - Dal 20 al 23 settembre Bra, in provincia di Cuneo, diventerà la capitale dei grandi formaggi con la dodicesima edizione di Cheese, dal tema Naturale è possibile, in linea con la filosofia di sostenibilità che guida la manifestazione. Saranno tre giorni affollati di assaggi, laboratori, incontri, gusti e profumi, per questo ecco qualche idea sulle dieci cose che, se parteciperete, non dovete farvi sfuggire. E ricordate, il jingle di questa edizione di Cheese sarà «tutto il cacio minuto per minuto»: non c’è tempo da perdere, andiamo alla nostra lista:

1) Se siete a Cheese è per via dei caci provenienti da tutto il mondo, che qui saranno a totale disposizione dei palati più esigenti e curiosi nel Mercato italiano e internazionale di Piazza Carlo Alberto, Piazza Roma e Via Audisio. Formaggi di ogni tipo, forma, dimensione, stagionatura, a pasta molle, dura, filata, pressata, ma anche mieli, confetture, mostarde… Ospiti d’eccezione del mercato i produttori delle aree laziali colpite dal terremoto, che propongono i loro prodotti sul Food Truck Street Foody, acquistato grazie alla raccolta fondi di Slow Food La buona strada: storie di resistenza, rinascita e speranza, all’insegna del buon formaggio.

2) Via Principi di Piemonte ospita come sempre i Presìdi Slow Food dall’Italia e dall’estero, simbolo dell’impegno di Slow Food a tutela delle produzioni locali tradizionali che racchiudono storia, sapori e tradizioni da proteggere.

3) E a proposito di presidi: perché non fare un salto fuori confine? La Gran sala dei Formaggi torna in Corso Garibaldi con oltre 100 caci provenienti da Francia, Spagna, Portogallo, Regno Unito e Irlanda solo per citarne alcuni, con i Presìdi internazionali e italiani e altri prodotti scovati per voi, da abbinare in Enoteca alle 600 etichette selezionate dalla Banca del Vino e sapientemente illustrate dai sommelier Fisar. Un posto d’onore è riservato ai prodotti naturali, ai formaggi fatti senza fermenti industriali e ai vini Triple A.

4) Le piccole, a volte piccolissime, aziende agricole che trasformano solo il latte dei propri animali, praticano prevalentemente il pascolo e producono formaggi a latte crudo e senza fermenti selezionati o con fermenti autoprodotti saranno ospitate nella piazzetta Valfrè di Bonzo (ex Mercato dei polli). Non fatevele sfuggire: sono una delle novità del 2019!

5) Altra novità che segue al punto uno sono gli appuntamenti con le storie delle biblioteche viventi. Siria, Somalia, Perù, Haiti, Serbia…Quale modo migliore per approfondirle se non affidarsi alle biblioteche viventi, dove i libri sono donne e uomini in carne e ossa pronti a raccontarsi? Seduti l’uno di fronte all’altro, il visitatore e i migranti avranno a Cheese un’occasione per dialogare e confrontarsi senza barriere sulle proprie tradizioni culinarie e i percorsi di vita. Un’esperienza unica di incontro per favorire una maggiore comprensione della diversità e della coesione sociale, affrontando i temi della migrazione, dell’identità e dell’intercultura.

6) Per scoprire il mondo dei formaggi accompagnati da veri esperti tornano come sempre i Laboratori del Gusto, ospitati nelle scuole di Bra e presso la Banca del Vino di Pollenzo: da quelli sardi a quelli spagnoli, dalla Francia alla Puglia, per un viaggio indimenticabile. Occhio perché invece si trasferiscono in toto a Pollenzo gli Appuntamenti a Tavola, le cene condotte da chef stellati e chiocciolati che per l’occasione apparecchiano i tavoli del Ristorante Garden dell’Albergo dell’Agenzia e delle Tavole Accademiche.

7) Via Vittorio Emanuele II ospita L’erba che vorrei, il percorso ludico e didattico a tappe, studiato per il pubblico di tutte le età. Dalle erbe al benessere animale, dai latti ai mestieri: tante tessere per mostrare quanto sia articolata la filiera casearia e le principali differenze fra i formaggi naturali a latte crudo e le produzioni industriali.

8) Da non mancare: Casa Slow Food, nella sede dell’associazione nata tra queste mura nel 1986: qui lo spazio riservato all’accoglienza dei soci nuovi e di quelli storici, dove ottenere tutte le informazioni per una visita consapevole e informata dell’evento, approfondirne i contenuti e scoprire cosa non perdere.

9) Voglia di uno spuntino? A Piazza Spreitenbach trovate un boccale scelto alla Piazza della Birra, da abbinare alle preparazioni di Cucine di strada e Food truck. Lo spazio di Assopiemonte Dop & Igp – Regione Piemonte, dedicato alle Terre Alte e animato da molti appuntamenti, porta alla ribalta il tema delle aree collinari e montane, intese come una via possibile per una agricoltura viva e sostenibile, che produca reddito e speranza, per un turismo capace di rispetto e desideroso di autentica conoscenza.

10) Per gli appassionati del grande schermo c’è Cheese on the Screen, un ciclo di proiezioni di film e documentari in collaborazione con i due cinema di Bra dedicato ai temi dell’agricoltura sostenibile, delle battaglie per la salvaguardia dell’ambiente e della produzione lattiero-casearia artigianale. Ancora spettacolo: al Teatro Politeama va in scena lo spettacolo di Aboca AquaDueO, dove la Banda Osiris e il filosofo della scienza Telmo Pievani raccontano i delicati equilibri del pianeta blu.

Ricordate infine che alcune navette speciali sono a disposizione per facilitare gli spostamenti tra Bra e Pollenzo, ma per il resto, sono raccomandate scarpe comode. Cheese si visita esclusivamente a piedi nelle vie e nelle piazze del centro storico di Bra. 

Il programma completo è disponibile su online sul sito di Cheese 2019. 

Scopri cosa fare oggi a Cuneo consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Cuneo.