Peggy Guggenheim: l'ultima Dogaressa, la mostra - Venezia

Peggy Guggenheim: l'ultima Dogaressa, la mostra - Collezione Peggy Guggenheim - Venezia

05/11/2019

Fino a lunedì 27 gennaio 2020

© facebook.com/ThePeggyGuggenheimCollection

Venezia - La mostra Peggy Guggenheim. L'ultima Dogaressa, visitabile dal 21 settembre al 27 gennaio 2020 presso la Collezione Peggy Guggenheim a Palazzo Venier dei Leoni, celebra la vita veneziana di Peggy Guggenheim, scandendo le mostre e gli eventi che hanno segnato i trent'anni da lei trascorsi in città, dal 1948 al 1979, e ora considerati autentiche pietre miliari nella storia dell'arte del XX secolo.

Venezia - La mostra Peggy Guggenheim. L'ultima Dogaressa si concentra sul collezionismo post-1948 della mecenate, dopo la chiusura della galleria-museo Art of This Century (1942–47), la partenza da New York e il trasferimento a Venezia, e offre la rara opportunità di rivedere e ricontestualizzare celebri capolavori della collezione, come L'impero della luce (1953–54) di René Magritte, accanto a opere di artisti meno noti, come René Brô, o di origine giapponese, come Kenzo Okada e Tomonori Toyofuku.

Venezia - I dipinti, le sculture e le opere su carta esposti sono una selezione di quelli acquisiti tra la fine degli anni quaranta e l'ultimo decennio di vita. La mostra apre con una sezione dedicata alla Biennale d'arte di Venezia del 1948, dove Peggy Guggenheim presenta per la prima volta in Europa la sua collezione, e alla prima personale europea dell'espressionista astratto Jackson Pollock, tenutasi nel 1950. Procede poi con un omaggio alla prima mostra organizzata dalla mecenate a Palazzo Venier dei Leoni, nel 1949, la Mostra di scultura contemporanea.

Segue il monumentale dipinto della pittrice americana Grace Hartigan, unica donna tra gli espressionisti astratti a figurare in collezione. La mostra prende poi in esame il sostegno che la mecenate offre agli artisti italiani attivi dalla fine degli anni quaranta e, nelle ultime sale, il suo interesse per la pittura e la scultura inglese degli anni cinquanta e sessanta, per l'Arte optical e cinetica degli anni sessanta, e per il gruppo CoBrA.

Sono per la prima volta esposti anche alcuni album in cui Peggy Guggenheim raccoglie articoli di giornale, fotografie, inviti a mostre o documenti analoghi riguardanti i vari periodi della sua vita. Mentre Peggy Guggenheim: l'ultima Dogaressa presenta le ultime acquisizioni della collezionista, le opere da lei raccolte prima del suo arrivo a Venezia sono esposte nelle sale del palazzo, al di là del giardino.

La mostra rientra nella programmazione che quest'anno commemora il settantesimo anniversario dell'acquisizione del palazzo e della prima mostra qui organizzata, e il quarantesimo anniversario della scomparsa della collezionista, avvenuta nel 1979.

Info e prenotazioni: al sito della Collezione Peggy Guggenheim

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 07/12/2019 alle ore 11:27.

Potrebbe interessarti anche: Da Tiziano a Rubens. Capolavori da Anversa e da altre collezioni fiamminghe: la mostra, fino al 1 marzo 2020 , Breathless, senza respiro. Arte contemporanea a Londra: la mostra, fino al 1 marzo 2020 , Livio Seguso. In principio era la goccia: la mostra, fino al 12 aprile 2020 , Francesco Morosini: ultimo eroe della Serenissima tra storia e mito, la mostra, fino al 6 gennaio 2020

Scopri cosa fare oggi a Venezia consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Venezia.