Coronavirus in Veneto: in arrivo coprifuoco e tamponi a tappeto - Venezia

Coronavirus in Veneto: in arrivo coprifuoco e tamponi a tappeto

Attualità Venezia Lunedì 16 marzo 2020

© pexels

Venezia - La seconda settimana di isolamento per tutta Italia preannuncia misure ancora più strette per contenere i contagi da Coronavirus in Veneto. «Le proiezioni sul contagio sono in crescita» spiega il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia «Se non si seguono le regole si rischia il crash sanitario e prima di questo c'è il coprifuoco». E si parla anche di una possibile ordinanza «per chiudere parchi pubblici e giardini».

Avanti anche l'idea del tampone a tappeto, dal momento che, nonostante nella maggior parte dei casi negli asintomatici il test risulti negativo, nella realtà dei fatti poi non sempre sia così: a Vò Euganeo, in provincia di Padova, dove tutti i 3.300 abitanti fatto fatto il tampone, sono state trovate 66 persone prive di sintomi ma positive. E sono proprio gli asintomatici a rappresentare la più grande incognita di espansione del Coronavirus. Peranto, via alla massima diffusione dei test, inclusi quelli a campione, che Zaia definisce on the road, sulla strada. L'idea, per il momento, è di effettuare una serie di controlli casuali, per esempio alle casse dei supermercati. Misura da affiancare a quella dei cosiddetti «centri concentrici» rispetto ai soggetti positivi asintomatici: «Per esempio, tampone su tutti i condomini e i colleghi di lavoro degli eventuali positivi asintomatici», spiegano dalla Regione.

Aggiunge ancora Zaia: «Ho dato mandato a tutte le Spisal (Servizio per la prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro) perché da domani si facciano controlli a tappeto in tutte le aziende per verificare il rispetto delle misure di sicurezza». Il Governatore del Veneto invita inoltre la popolazione a non recarsi più volte al giorno a fare la spesa per uscire: «se si dimentica qualche cosa, la si acquista con la spesa del giorno dopo». Ecco il modulo di autocertificazione per spostamenti, divieti, chiusure e cosa si può e non si può fare nel rispetto delle misure per il contenimento del contagio da Coronavirus.

Potrebbe interessarti anche: , Fase 2 in Veneto: l'ordinanza, dagli spostamenti alle mascherine: cosa si può fare dal 4 al 17 maggio , Coronavirus: nasce la mascherina made in Veneto. A Padova mille mascherine per la Protezione Civile , Coronavirus a Verona, il nuovo modulo per l'autocertificazione. Il sindaco Sboarina: «Restare in casa» , Coronavirus a Verona: vietato l'accesso ai parchi. Cosa si può fare e quando serve l'autocertificazione , Coronavirus a Padova: posso muovermi? Autocertificazione e regole per gli spostamenti

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Venezia consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Venezia.