Fiera dell'oca 2019 a Mirano: il programma - Venezia

Cultura Venezia Giovedì 7 novembre 2019

Fiera dell'oca 2019 a Mirano: il programma

Fiera dell'oca a Mirano
© facebook.com/ProlocoMirano

Venezia - A Mirano torna la Fiera dell'oca. Sabato 9 e domenica 10 novembre il centro storico di Mirano si trasforma in una piazza della Belle Époque durante la fiera paesana. Ad animarlo centinaia di figuranti: la venditrice di uova, quella di cappelli, la fioraia, la cartomante che legge i tarocchi. E poi el caregheta, che impaglia le sedie sul selciato, lo strillone che distribuisce i giornali dell'epoca, le servette, che passeggiano curiose tra i banchi, i carabinieri che verificano che i prezzi di vino e cibo non superino quelli previsti dal Decreto Municipale affisso alle bacheche. E i baracconi con il fucile a elastici, i barattoli da abbattere a pallate e altri giochi di una volta.

Il gioco dell'oca

La piazza di Mirano, come ogni anno, si trasformerà in un grande gioco dell'oca, con 63 caselle di due metri per due, disposte in modo da formare una passerella di 130 metri, con dadi e pedine giganti, con le quali dar vita a delle vere e proprie prove di abilità. Attorno all’ovale costituito dalle caselle vengono innalzate ampie tribune ad anfiteatro, cui si accede attraversando tre grandi portoni simili ai frontespizi delle giostre di una volta. Il gioco è stato realizzato dalla Pro loco a partire dal Zogo de l'oca de Miran del pittore Carlo Preti, che realizzò illustrazioni per ogni casella con aneddoti e proverbi legati alla storia miranese. A sfidarsi domenica pomeriggio, in una sorta di palio tra contrade, saranno le squadre del capoluogo e delle cinque frazioni: Ballò, Campocroce, Scaltenigo, Zianigo e Vetrego.

Specialità e stand

Non meno importanti della gara gli appuntamenti culinari, in cui la protagonista assoluta sarà come sempre l'oca, che i contadini di Mirano erano soliti mangiare per festeggiare la chiusura dell'anno agrario che coincideva con la festa di San Martino, da cui il detto chi no magna l'oca a San Martin no fa el beco de un quatrin ovvero chi non mangia l'oca a San Martino non fa il becco di un quattrino. In giro per l'Ocaria, il tradizionale mercato che aprirà sabato 9 novembre alle 15.30, si potranno trovare specialità come prosciutto o salame d’oca, il rinomato fegato o souvenir a tema. Anche nei ristoranti del centro sarà possibile gustare menù a tema. I più piccoli invece potranno divertirsi con gli spettacoli di saltimbanchi e giocolieri e il teatro dei burattini.

Fiera dell'oca 2019: il programma

Sabato 9 novembre

  • ore 15.30
    Apertura FIERA de l'OCA con l'OCARIA, il mercato dell'Oca (ingresso libero)
  • ore 16
    INIZIO SPETTACOLI DI STRADA: Il teatro dei burattini, saltimbanco, musici, giocolieri, artisti di strada, attori
    I FIOI DEL FIO’, MUSICI, I TRAMPOLI di ACQUALTA TEATRO DI STRADA, GLI ARTISTI DI STRADA, IL TEATRO DEI BURATTINI, GIOCOLIERI, MIMI
  • ore 16
    APERTURA BARACCONI "OCA PARK" PER BAMBINI
    GIOCO DELL'OCA PER BAMBINI (potranno partecipare tutti i bimbi)

Domenica 10 novembre

  • ore 9.30
    Riapertura FIERA de l'OCA con l'OCARIA e il Teatro di Strada
  • ore 11
    LA CUCCAGNA, pregioco per assegnazione ordine partenza con gli atleti del GRUPPO SERENISSIMA
  • dalle ore 12
    RISOTTO D’OCA E RAVIOLI D’OCA
  • ore 15
    Sfilata dei figuranti e ZOGO DE L'OCA IN PIAZZA

Potrebbe interessarti anche: , Biennale Arte 2019 a Venezia: biglietti, prezzi, orari, come arrivare , Padova, le librerie indipendenti da non perdere , Visitare Verona spendendo poco: dove mangiare e cosa vedere. Idee e consigli , Cosa fare a Venezia gratis: cosa vedere spendendo poco , Verona: le librerie più suggestive della città

Scopri cosa fare oggi a Venezia consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Venezia.