Biennale Arte 2019 a Venezia: biglietti, prezzi, orari, come arrivare

Biennale Arte 2019 a Venezia: biglietti, prezzi, orari, come arrivare

Cultura Venezia Lunedì 28 ottobre 2019

Carlo Scarpa (Giardini, Venezia)
© Jean-Pierre Dalbéra - Flickr.com

Venezia - La Biennale Arte 2019 anima Venezia dall'11 maggio fino al 24 novembre 2019. Ogni anno, dal 1895, la Biennale di Venezia, fondazione culturale italiana, organizza una dell'esposizione d’arte contemporanea più prestigiose al mondo. Ogni anno si alternano le due maggiori discipline artistiche, architettura e arte figurativa.

La Biennale Arte a Venezia occupa diversi angoli espositivi della città con eventi collaterali, ma il fulcro dell’esposizione internazionaole d'arte lo troverete presso l'Arsenale e nei Giardini.

Passiamo ai primi consigli pratici per poter provare un’esperienza unica, immersi nel mondo dell’arte proveniente da tutto il globo. Il consiglio è quello di dedicare alla Biennale Arte di Venezia almeno due giorni.

Come acquistare i biglietti per la Biennale Arte 2019 a Venezia? Esistono due tipi di biglietti: i biglietti regular (costo: 25 Euro), che sono validi per un solo ingresso in ciascuna sede espositiva per più giorni, e i biglietti plus, se volete avere la possibilità di entrare più volte nell’Arsenale e nei Giardini: il biglietto ha una validità di tre giorni consecutivi, per un costo di 35 Euro.

È possibile acquistare i biglietti della Biennale Arte di Venezia 2019 presso la biglietteria, che si trova all’ingresso delle due strutture: i biglietti possono essere anche acquistati online sul sito ufficiale della Biennale Arte 2019.

Come raggiungere la Biennale Arte di Venezia 2019?

  • Giardini
    Per raggiungere i Giardini dalla stazione dei treni, è possibile imbarcarsi sui vaporetti numero 1, 41, 51, rotta senza cambi, in alternativa le linee numero 4, 71, 82 con fermata in piazzale Roma; qui si cambia salendo sui vaporetti numero 51, 61 in direzione Lido, scendendo alla fermata Giardini. Tempo di percorrenza nel primo caso 40 minuti, nel secondo 50. Sede tradizionale dell’esposizione, fin dalla prima edizione del 1895, il complesso verde è stato realizzato da Napoleone e, dal 1907, ha visto la costruzione dei padiglioni stranieri che si aggiunsero al Padiglione Centrale. I Giardini ospitano oggi 29 padiglioni di paesi stranieri, alcuni di questi ideati e realizzati da celebri architetti, ad esempio il padiglione dell'Austria di Josef Hoffmann, il padiglione dell'Olanda di Gerrit Thomas Rietveld o il padiglione della Finlandia, un prefabbricato a pianta trapezoidale progettato da Alvar Aalto.
  • Arsenale
    Dalla stazione dei treni è possibile prendere la linea dei Giardini, che dista pochi minuti dall’Arsenale, oppure prendere il traghetto della linea 5.2, raggiungibile a piedi dalla stazione in Riva de Biaso con un tempo di navigazione di 42 minuti, scendendo poi alla fermata di Celestia e raggiungendo in pochi minuti a piedi la struttura. L’Arsenale è il più vasto centro produttivo d’epoca preindustriale e nei periodi di piena attività vi lavoravano fino a 2000 lavoratori al giorno, un enorme complesso di cantieri dove si costruivano le flotte della Serenissima e, per questo, simbolo della potenza economica, politica e militare della città. Dal 1980 l’Arsenale è diventato luogo espositivo della Biennale, in occasione della prima Mostra Internazionale di Architettura. È possibile vedere le diverse installazioni artistiche diramarsi nei magazzini del complesso. Un percorso per lo più chiuso ed intenso, proprio per questo è meglio partire con questa struttura, per poi raggiungere il secondo cuore dell’esposizione e godervi il tramonto dal padiglione Venezia di Carlo Scarpa .

Le mostre della Biennale Arte di Venezia 2019 sono visitabili dalle 10 alle 18, e chiuse il lunedì.

Scopri cosa fare oggi a Venezia consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Venezia.