Dove sciare in Trentino: le piste da non perdere e le migliori discese alpine - Trento

Dove sciare in Trentino: le piste da non perdere e le migliori discese alpine

Cultura Trento Martedì 14 gennaio 2020

© pexels.com

Trento - Il Trentino è ricco di tracciati su cui si sono sfidati i più abili sciatori del mondo, discese da brivido, e piste che hanno ospitato gare mozzafiato. Alcune piste sono celebri per la lunghezza, altre per le pendenze, altre ancora perché teatro dei più avvincenti eventi sportivi. Vediamo allora insieme dove sciare in Trentino, con una carrellata delle migliori piste da sci.

Pista Olimpionica 2, Dolomiti Paganella

L'Olimpionica 2 è tra le dieci piste nere in Paganella più ardue, la più tecnica di tutta l'area da sci della Paganella. È la pista da sci dei campioni, e accoglie infatti gli allenamenti della nazionale norvegese di sci alpino. Immersa in un'abetaia, conta 1.200 metri di lunghezza dalla pendenza mozzafiato, con un dislivello che va dai 1.774 metri fino ai 1.467 metri di altitudine. La pista parte dal Rifugio Albi de Mez e scende fino al Rifugio Pian Dosson. Complessivamente, l'Olimpionica copre 1.000 metri di dislivello, dalla Cima Paganella a 1.100 metri sopra Andalo. L'ultimo tratto - l'Olimpionica 1, ovvero gli ultimi 360 metri di dislivello, è distribuito su una lunghezza di 2 chilometri e 300 metri.

Pista Little Grizzly, Val di Sole

Se siete sciatori esperti amanti delle piste nere, la Little Grizzly a Marilleva è un'altra pista del Trentino da non perdere. Con partenza a 2.179m del Monte Vigo, la Little Grizzly, inaugurata durante la stagione invernale 2015/2016, scende lungo un vero e proprio canalone, toccando pendenze vicine al 70%, per poi infilarsi nel bosco e proseguire parallela alla pista Orso Bruno. 

Il Canalone Miramonti, Madonna di Campiglio

Progettato nel 1940 da Bruno Detassis, alpinista e direttore della prima scuola di sci di Madonna di Campiglio, il Canalone Miramonti è una pista tecnica e impegnativa, intervallata da definite variazioni di pendenza. Nel 1967, la pista ospitò la prima gara di Coppa del Mondo disputatasi in Italia. Su questa pista, inoltre, si sono disputati svariati appuntamenti della 3Tre, la storica manifestazione ideata nel 1948 divenuta tappa fissa del calendario FIS. La pista parte a 1725 merti di altitudine e termina a 1545 metri. Lunga 610 metri, registra un dislivello di 180 metri, con una pendenza media del 27% e massima del 60%.

Tognola 1, San Martino di Castrozza

Tognola 1 è una pista ampia e tecnica, che si snoda lungo i boschi dell'Alpe Tognola in Trentino per più di 5 km di lunghezza, con svariati cambi di pendenza e direzione e un muro finale che è un must per ogni sciatore esperto. Una variante più facile permette di giungere a valle evitando l'ultimo tratto, più ripido. La discesa è caratterizzata da una vista mozzafiato sulle Pale di San Martino e sulla Marmolada.

Olimpia, Val di Fiemme

La pista Olimpia in Val di Fiemme vanta 1.400 metri di dislivello e 7.5 km di lunghezza: si tratta del tracciato più lungo delle Dolomiti. Suddivisa in tre parti, l'Olimpia è una nera impegnativa, tecnica e selettiva e presenta condizioni ottimali sino a stagione inoltrata. L'Olimpia 3 è illuminata per lo sci notturno ogni mercoledì e venerdì, dalle 19.30 alle 22.30. Alla partenza, dai 2250 metri del Paion del Cermis e nei tratti pianeggianti, la cornice è quella delle Alpi, dalle Dolomiti di Brenta alle Dolomiti orientali fino alle Alpi Austriache.

Pista Tulot Audi Quattro

Nel giro di pochi anni, la Tulot Audi Quattro si è guadagnata la fama di una delle piste più belle dell'arco alpino. Impegnativa, ricca di cambi di direzione e muri inaspettati, si tratta di una pista nera per sciatori esperti nell'area del Doss del Sabion, con pendenza massima del 70% e 2,6 km di lunghezza.

Pista Agonistica, Alpe Cimbra

La Pista Agonistica, con un dislivello di 280 metri e una lunghezza di 850 metri, è stata scelta per lo svolgimento della competizione internazionale Alpe Cimbra Fis Children Cup e quale sede d'allenamento dei gigantisti della squadra A della Nazionale Italiana e della Nazionale Austriaca. Inoltre, ospita spesso importanti gare internazionali, che le sono valse il suo nome. In virtù della sua larghezza, questa pista è adatta anche agli sciatori di medio livello, che consente di allargare il raggio di curva e ridurre la velocità.

La Volata, Val di Fassa

Lunga 2.3 km, la pista La Volata in Val di Fassa parte da quota 2514 metri per approdare ai 1918 metri del Passo San Pellegrino, con pendenze medie che rasentano il 50%. Si tratta di una pista nera caratterizzata da una serie di muri che la rendono il campo d'allenamento ideale per i campioni della nazionale italiana di sci, nonché il palcoscenico di importanti competizioni europee.

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Trento consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Trento.