La Regina Margherita di Savoia in mostra al Palazzo Madama. Info e biglietti - Torino

La Regina Margherita di Savoia in mostra al Palazzo Madama. Info e biglietti - Palazzo Madama - Torino

18/10/2022

Fino a lunedì 30 gennaio 2023

CalendarioDate, orari e biglietti

Torino - Fino al 30 gennaio 2023Palazzo Madama dedica una mostra a Margherita di Savoia, la quale ha conquistato il cuore del suo popolo tanto quanto la prima Regina dell'Italia unita. L'esposizione, coordinata da Maria Paola Ruffino, ne ricostruisce la straordinaria figura.

Torino - Margherita di Savoia (Torino 1851 – Bordighera 1926) è figlia di Ferdinando di Savoia duca di Genova, eroe del Risorgimento e fratello del Re Vittorio Emanuele II. Sposa a sedici anni l’erede della corona, suo cugino Umberto, e sale sul trono il 9 gennaio 1878.

Torino - Il paese che l’accoglie è una nazione profondamente diseguale. In quello scorcio di secolo si costruisce l’Italia moderna: le ferrovie, l’industria, l’allargamento dell’istruzione, le prime organizzazioni dei lavoratori, dalla carrozza all’automobile, dai valori risorgimentali al sogno coloniale e al nazionalismo, dal romanticismo storico al futurismo.

La Regina Margherita, Regina tra due epoche, attraversa con gli italiani questo tempo denso di cambiamenti politici, sociali e culturali. Icona femminile di casa Savoia, musa e mecenate artistica, Margherita promuove la diffusione dell’istruzione e della formazione professionale, con particolare attenzione alle donne, più fragili e svantaggiate.

E con gli strumenti concessi a una donna, si adopera nella costruzione del consenso intorno a casa Savoia, che vuole promotrice di sviluppo e benessere per la nazione.

Il percorso espositivo

Il percorso immersivo dell’esposizione, con oltre settanta opere d’arte, tra ritratti, dipinti, sculture, abiti e gioielli, strumenti musicali, manoscritti, tappezzerie e mobili, racconta la Regina d’Italia in rapporto al suo tempo e al suo popolo, il suo essere madre, icona di stile, paladina dell’arte e della cultura, benefattrice pietosa, donna interessata al nuovo e alla modernità.

Dall’ingresso, con l’immagine della Regina che ci accoglie, alla ricostruzione dei suoi ambienti e del suo gusto, Margherita emerge pienamente nella sua personalità, col supporto immaginifico di un filmato ideato e montato per la mostra, fotografie storiche e musica d’epoca.

L’allestimento, progettato dall’architetto Loredana Iacopino nella sala del primo Senato d’Italia, si sviluppa per nuclei narrativi, anticipati nelle sale del piano nobile da dieci splendidi abiti della collezione privata di Mara Bertoli – sezione curata da Massimiliano Capella - creazioni sartoriali che ripercorrono l’evoluzione del gusto e dello stile dagli anni cinquanta dell’Ottocento alla metà del secondo decennio del Novecento, prefigurando il grande mutamento della società a cavallo tra i due secoli.

Le opere esposte provengono da importanti collezioni pubbliche, in particolare dal Musée d’Orsay di Parigi, dalle Gallerie degli Uffizi – Palazzo Pitti, dal Palazzo del Quirinale e dal Museo di Palazzo Boncompagni-Ludovisi di Roma, dal Palazzo Reale di Napoli e dalla Reggia di Caserta, dai Musei Civici di Venezia, dai Musei Reali e dalla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, dal Polo Museale del Piemonte.

L’esposizione a Palazzo Madama si colloca in stretta relazione e collaborazione con le collezioni e gli ambienti appartenuti alla sovrana sul territorio piemontese: la biblioteca della Regina, cui la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino dedica quest’anno un allestimento permanente, gli appartamenti nel Palazzo Reale di Torino e al castello di Agliè. Comprende inoltre l’ampio coinvolgimento di scuole superiori torinesi di diverso indirizzo - impegnate in fase progettuale per elaborare concerti e animazioni musicali, percorsi guidati, creazione di costumi d’epoca, rievocazione storica di balli, creazione di grafica di promozione e documentazione video - e del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università di Torino in collaborazione con il Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale.

Informazioni utili

La mostra è visitabile il lunedì e da mercoledì a domenica con orario 10.00-18.00. Martedì chiuso e il servizio di biglietteria termina un'ora prima della chiusura.

I biglietti sono da 12 Euro per l'intero e 10 Euro il ridotto. Gratuito per chi possiede l'Abbonamento Musei e Torino +Piemonte card.

I biglietti mostra + museo sono da 16 Euro per l'intero e 14 Euro per il ridotto. Per informazioni scrivere una mail qui o chiamare lo 011 4433501.

Per prenotare chiamare lo 011 5211788 oppure via mail qui.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 30/11/2022 alle ore 22:10.

Potrebbe interessarti anche: La Pista 500, fino al 1 gennaio 2023 , The World of Banksy-torino - The immersive experience, fino al 29 gennaio 2023 , Dario Argento The Exhibit, la mostra al Museo del Cinema, fino al 16 gennaio 2023 , Tony Cragg alla Reggia di Venaria. Info e biglietti, fino al 8 gennaio 2023

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.