SalottinOFF alla Libreria Trebisonda - Torino

SalottinOFF alla Libreria Trebisonda - Libreria Trebisonda - Torino

11/05/2022

Fino a lunedì 23 maggio 2022

CalendarioDate, orari e biglietti

Torino - Dal 19 al 23 maggio la Libreria Trebisonda ospita una miriade di iniziative legate ai libri e alla lettura inserite nel calendario del Salone del Libro Off. Per conoscere nel dettaglio i diversi appuntamenti clicca sui singoli eventi del SalottinOFF. A parte il laboratorio di lettura di sabato mattina e i due incontri alla Ginzburg, non è necessario prenotare; è richiesta la mascherina FFP2.

Torino - Giovedì 19 maggio ore 18:30. Parole Migranti presenta il primo numero della rivista di traduzione Intrecci; con Cristina Galimberti e Ilaria Stoppa di PM, traduttrici e traduttori che hanno collaborato alla realizzazione del numero. La rivista è pubblicata da Ibis edizioni. Ore 19:30. Marco Carlone presenta Binario Est. Un viaggio sulle ferrovie più ignorate, vecchie e scalcagnate d’Europa (Bottega Errante) in dialogo con Paolo Ciampi. Ore 21.00 Il Carletti illustrato: l’albo fuori formato che arreda, intrattiene e alleggerisce la conversazione. In rassegna archivi, contributi audio-visivi e le pagine illustrate dei primi due numeri della rivista. Carlo Zummo ne parla con Sara Casiraghi e Francesco La Rocca.

Torino - Venerdì 20 maggio alle ore 18.00 La scoperta del futuro di HG Wells (Luiss University Press). Simone Arcagni, curatore, e Gian Luigi Carlone della banda Osiris lo presentano tra letture, effetti sonori e musica, in una performance che ci porterà agli inizi del secolo scorso, in un’epoca piena di ottimismo e di speranze per il futuro dell’umanità. Alle ore 19. Città del Messico, immensa megalopoli; e Roberto Bolaño, autore che l’ha raccontata senza sosta nei suoi capolavori. Ce ne parla Alessandro Raveggi, autore di A città del Messico con Bolaño (Giulio Perrone editore) con Laura Pezzino e Andrea Sirna. Alle ore 20Costellazioni familiari: mondi in cui il quotidiano si mescola allo straordinario e il soprannaturale si insinua nella vita domestica. Ana Llurba ne parla con Radical Ging. Presente anche l’illustratrice Darkam. Il libro è pubblicato da Eris edizioni. Alle ore 21. Una ragazza, Caterina, e Coragrotta, borgo inquietante e isolato; il rapporto tra una madre malata e una figlia costretta a prendersene cura. L’autrice del romanzo Cos’hai nel sangue (nottetempo) ne parla con Andrea Donaera.

Sabato 21 maggio alle ore 10:30Laboratorio di lettura a 6 zampe con l’associazione Nel mondo di Maya e lo spinone Achille. Per bambine e bambini dai 7 ai 10 anni; si leggerà La strana storia di Cappuccetto blu, di Guia Risari, edizioni Settenove. Prenotazioni: Francesca, Nel mondo di Maya, 340 2549415. Alle ore 18.00 Presentazione di Confine donna. Poesie e storie di migrazione. Riflessioni sul tema dei confini geografici, linguistici, emozionali di poete straniere in Italia, fra le quali numerose autrici del Concorso Lingua Madre, come Irina Turcanu, fra le relatrici dell’evento. Con lei Alexandra Zambà e Marijana Sutic, l’illustratrice Valeria Bianchi Mian, Silvia Rosa, curatrice del volume, Gabriella Musetti, direttrice editoriale di Vita Activa Nuova. Alle ore 19.00 I grandi della letteratura romena: Liviu Rebreanu, Ioan Slavici, Duiliu Zamfirescu. A cura di Violeta Popescu, Roberto Merlo, Alina Monica Ţurlea, Irina Ţurcanu, presentazione di quattro classici della letteratura romena: La vita in campagna. Tănase Scatiu di Duiliu Zamfirescu, Il mulino fortunato di Ioan Slavici, La Ciuleandra e Tutti e due. Enigma di un omicidio, entrambi di Liviu Rebreanu. Alle ore 20.00 Natalia Guerrieri presenta Sono fame (Pidgin) con Andrea Sirna. Nella capitale tentacolare, le rondini schizzano da una zona all’altra per portare ogni genere di cibo ai clienti che aspettano affamati. Chiara è una di loro: le sue giornate sono scandite da una chat sempre attiva attraverso cui ogni suo gesto viene monitorato, le sue ali sono braccia smagrite che la portano in appartamenti asfittici, loculi semibui, incontro a situazioni paradossali e surreali. Alle ore 21. Presentazione – incontro con i curatori di Grazie Chanchúbelo di Alberto Laiseca (Wojtek Edizioni): Luca Mignola e Alfredo Zucchi. Alberto Laiseca non si distingue, tra gli scrittori ispanoamericani, per la moderazione e la misura. Specchio del loro creatore, i personaggi che vivono tra le pagine del Monstruo (com’è conosciuto in Argentina) non tollerano freni di nessun genere, seguono invece alla lettera le sue parole: Ciò che non è esagerato non vive.

Domenica 22 maggio alle ore 11. Veronica Raimo incontra lettrici e lettori di Niente di vero (Einaudi) nell’ambito del progetto Leggermente. In questo romanzo esilarante e feroce, Veronica Raimo apre una strada nuova. Racconta del sesso, dei legami, delle perdite, del diventare grandi, e nella sua voce buffa, caustica, disincantata esplode il ritratto sincero e libero di una giovane donna di oggi. Alle ore 17. Federico Guerri presenta Senza disturbare i tulipani (Spartaco) con Enrico Pandiani. Alberto ha sett’anni, è vedovo ed è il rider più anziano d’Italia. Ottiene ottime recensioni sui siti perchè è gentile, disponibile, ribatte con ironia alle battute di chi lo sfotte per la sua età, ma soprattutto sa ascoltare le persone. Il suo lavoro lo porterà a conoscere Margherita, Eva e Simona, e a vivere con loro un’avventura nei Paesi Bassi. Alle ore 18.00 Paolo Pasi presenta Il nuovo mondo. Trilogia del tempo (Prospero) con Laura De Donato. Alle ore 18, Sala Molinari, Biblioteca Natalia Ginzburg, Via Lombroso 16. Galia Oz presenta Qualcosa camuffato da amore (Sonda) in dialogo con Maria Isabella Ferrio. Introduce Carola Messina. Traduzione simultanea di Sarah Kaminski, che ha tradotto il volume. In collaborazione con Gruppo studi ebraici e Coordinamento Torino Pride. Fino all’età adulta, Galia Oz ha dovuto subire la violenza del padre, fisica e psicologica: botte, minacce, insulti gratuiti e crudeli. Dopo la morte di Amos Oz, nel 2018, ha deciso di denunciarne gli abusi, per dare voce a tutte quelle persone che, per paura o vergogna, non hanno il coraggio di parlare. Alle ore 19.00 Presentazione del volume Abbecedario del postumanismo (Mimesis) incontro con le curatrici Elisa Baioni, Manuela Macelloni e Lidia Maria Cuadrado Payeras. Modera Danilo Zagaria. Il postumanismo mette in discussione le radici umanistiche del pensiero occidentale e riflette sul rapporto tra techne e realtà, sull’evoluzione delle forme umane, sull’Antropocene. Per raccontare la contemporaneità è necessario aggiornare o ridefinire alcuni termini: attraverso 150 lemmi, questo dizionario si propone di raccontare il cambiamento in atto utilizzando la lente del pensiero postumanista. Alle ore 21.00 Maria Nadotti presenta Sesso & Genere (Mimesis) in dialogo con Monica Carutti. L’autrice indaga l’utilità tattica della separazione dei due termini, sesso e genere. Il sesso esiste fuori dalle determinazioni di genere? E se invece fosse proprio il confine tra maschile e femminile a sfumare, che utilità potrebbe avere riportarlo entro la gabbia sesso/genere? In collaborazione con il Coordinamento Torino Pride.

Lunedì 23 maggio alle ore 17.30  presentazione del primo numero della rivista di racconti Quattro (Nuova editrice Berti). Gli editori Cecilia Mutti e Pietro Iaccarino ne parlano con Davide Barilli (direttore responsabile), Mariolina Bertini, Marino Magliani, Ezio Sinigaglia, Giuseppe Girimonti Greco. Alle ore 18.00, presso la Sala Molinari, Biblioteca Natalia Ginzburg, Via Lombroso 16, Guia Risari presenta Il filo della speranza (Settenove) in dialogo con Elena Petrosino. Incontro realizzato in collaborazione con il Coordinamento Torino Pride, rivolto ai maggiori di 15 anni. Ispirato a una storia vera, il romanzo racconta la grande mobilitazione femminile del ’68 a Santa Caterina Villarmosa, un piccolo paese della Sicilia, dove le ricamatrici si opposero agli intermediari che le sottopagavano. Prenotazioni: 01101137671/72; biblioteca.ginzburg@comune.torino.it
Alle ore 19.00 Francesca Scotti presenta Il tempo delle tartarughe (Hacca) in dialogo con Danilo Zagaria. Ognuno di questi racconti è come un sasso lanciato sull’acqua: rimbalza, la increspa, affonda con un piccolo tonfo la cui eco riverbera nel cuore di chi legge.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 16/08/2022 alle ore 05:13.

Potrebbe interessarti anche: Ancora ti racconto un libro, il progetto invito alla lettura al Mausoleo della Bela Rosin. Il programma, fino al 25 settembre 2022 , ToLab - Todays Festival, dal 26 agosto al 28 agosto 2022 , Ricercatori alla spina. Serata di divulgazione multidisciplinare all'OFF TOPIC, 31 agosto 2022 , Pista del Lingotto, fino al 31 dicembre 2022

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.