Camaleontika ad Almese. Il programma - Torino

Camaleontika ad Almese. Il programma - Almese - Torino

01/10/2019

Fino a sabato 9 maggio 2020

Torino - Camaleontika/2020 è la sesta stagione teatrale organizzata dalla compagnia Fabula Rasa diretta da Beppe Gromi, grazie al sostegno del Comune di Almese e della La Fondazione Piemonte dal Vivo – Circuito Regionale Multidisciplinare, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Regione Piemonte. Tra il 12 ottobre 2019 e il 14 maggio 2020 sono in programma 16 appuntamenti al Teatro Magnetto di Almese (TO), comune della bassa Valle di Susa, con spettacoli di teatro, musica e danza che proseguono il cammino intrapreso sei anni fa tra tinte dense e vivaci e con una cifra stilistica che colorerà il teatro valsusino di divertimento, emozioni, domande, riflessioni e impegno civile.

Torino - Quest’anno viene dedicata un’importante attenzione al mondo femminile con molte ospiti e uno sguardo particolare sul tema della violenza contro le donne, viene organizzata una serata con doppio spettacolo al Centro Giovani della frazione di Milanere e, come oramai da tradizione, viene dato spazio alla compagnia teatrale dei detenuti del carcere di Saluzzo e a Teatro senza Confini, progetto della compagnia Fabula Rasa che coinvolge ragazzi diversamente abili.
Anche questa edizione offrirà appuntamenti musicali di grande qualità, a partire dalla serata inaugurale del 12 ottobre insieme all’eccellente sestetto delle Vocal Boutique, sei donne che provengono da realtà musicali differenti e che condividono la passione per la musica a-cappella. Il 6 febbraio è in programma A night with Gaetano Pellino e Soul Sarah, concerto in cui con le chitarre, la voce blues e le infinite sfumature di Gaetano Pellino incontreranno la magica voce di Soul Sarah.
L’ultimo appuntamento musicale coincide con l’ultima giornata di rassegna e sarà il 14 maggio con il trio The Blue Laws, band con repertorio che spazia dal tributo a Stevie Ray Vaughan alla composizione di brani originali di genere rock/blues/funk fino alla riproposizione dei classici del genere dal Delta Blues di Robert Johnson ad oggi.
Gli appuntamenti di teatro e danza riservano piacevoli sorprese e la scommessa della programmazione in diversi giovedì sera, a cominciare con l’appuntamento di giovedì 17 ottobre al Centro Giovani della frazione di Milanere in cui è in programma un doppio spettacolo. Alle ore 20.30 il Collettivo Occasionale Promiscuo di Valentina Padovan mette in scena uno spettacolo sulle libertà civili intitolato “Insegna a tua figlia, a tuo figlio, lo splendore della disobbedienza. É pericoloso, è vero, ma è più pericoloso non farlo mai” e a seguire la performance di danza afro-contemporanea We are afro-rock con la fusione tra il Rock dei Dialcaloiz, le percussioni africane dei Black Fabula e la danza di giovani danzatori coreografati da Katia Bolognesi.
Il 7 novembre si prosegue all’insegna del divertimento con il comico di Zelig Alessandro Fullin, la nota attrice del duo “Le Sorelle Suburbe” Tiziana Catalano e altri attori della compagnia Nuove forme in Suore nella tempesta, anteprima del nuovo spettacolo ambientato in un convento durante la seconda guerra mondiale.
Il 23 novembre viene affrontato il tema della violenza sulle donne con lo spettacolo Volo della compagnia Tecnologia Filosofica, scritto, diretto e interpretato da Francesca Brizzolara, rivolto principalmente alle donne, ma anche agli uomini, come due metà dello stesso cielo, a tutti coloro che sopportano sofferenti rapporti di dipendenza e a tutti i ragazzi che entrano nel mondo delle relazioni d’amore.
Il 5 dicembre è in programma un viaggio nei meandri della mente femminile ispirato a Medea, sia di Euripide che di Seneca, con lo spettacolo Medea scritto da Roberto Girardi e messo in scena dalla compagnia Silenzioinsala Teatro e da ragazzi del DAMS dell’Università degli Studi di Torino.
Il 14 dicembre la rassegna ospita con grande gioia il noto Greg, al secolo Claudio Gregori, attore comico e geniale che si misura come solista, senza il socio Lillo, nel suo primo monologo intitolato Aggregazioni, tratto dal suo omonimo libro e trasformato in pièce teatrale. Aggregazioni narra, con scanzonato stile noir anni ‘40, la squallida parabola esistenziale di un ragazzetto della periferia romana che un bel giorno, senza preavviso alcuno, si trova a confrontarsi con un problema decisamente imprevisto e spiazzante.
L’11 gennaio è in programma Ali della compagnia Teatro La Ribalta-Kunst der Vielfal, uno spettacolo molto originale e poetico di teatro danza con la regia di Antonio Viganò e due personaggi in sena, un giovane uomo qualunque, un po' disilluso e pessimista, e un individuo con due ferite rosse sulle spalle, un angelo caduto dal cielo che ha voglia di soffrire e di amare come fanno tutti gli esseri umani.
Ci sarà ancora tanto teatro al femminile negli spettacoli in programma tra gennaio e marzo. Il 16 gennaio sarà la volta di Rita Pelusio, attrice e autrice che da anni sperimenta un teatro che sa essere al contempo comico e civile, che porterà sul palco di Almese lo spettacolo Urlando furiosa che ha come protagonista un’eroina all’incontrario, piena di dubbi, in crisi e perennemente bastonata dalla realtà. Il 29 febbraio è in programma Nina / Un soggetto per un breve racconto della compagnia Eccentrici Dadarò, vincitore del Premio Nazionale Calandra 2013 per il Migliore Spettacolo e Migliore Attrice a Rossella Rapisarda.
Il 12 marzo la compagnia Teatro C’art presenta Rosa con Teresa Bruno e regia di André Casaca, uno spettacolo provocante e comico con una donna clown che si rivela in tutte le sue forme, sostenuta nel suo sbocciare dall’arte del flamenco.
Il 21 marzo è dedicato ai detenuti alla ricerca di una nuova vita, oltre e dopo il carcere, con frate Beppe Giunti autore di Padre nostro che sei in galera e Amunì delle compagnie Voci Erranti e Compagnia dei detenuti del Carcere di Saluzzo, spettacolo che parte dalla riflessione dei detenuti sul tema della paternità, dell’essere contemporaneamente figli e padri, padri assenti e figli difficili…
Il 9 aprile ci sarà il teatro canzone di Mamè, tentativi vergini di stare al mondo, progetto musicale che nasce attorno alle canzoni originali di Ivana Messina in collaborazione con Martina Spalvieri. Il 23 aprile è la volta della Piccola Scuola Popolare di Teatro diretta da Alessandro Tessitore che presenta Cenere, spettacolo nato dagli incendi della ValSusa dell’autunno del 2017. Il 25 aprile si festeggia la Liberazione con il nuovo spettacolo dei “padroni di casa”, la compagnia Fabula Rasa , intitolato “Mosaico/piccole storie di grandi donne resistenti”, ideato e diretto da Beppe Gromi con testi di Patrizia Nicola e dello stesso Gromi. Uno spettacolo che mette in scena storie di donne che resistono alle intemperie della vita con la forza dell’amore, donne che lungo la storia dell’umanità hanno subito persecuzioni e ingiustizie, donne che sono state tenute ai margini della conoscenza, della cultura, della politica, della vita sociale, ma ciononostante qualcuna è riuscita a emergere, lasciando un segno nella storia.
Il 9 maggio termina la programmazione dedicata al teatro con lo spettacolo Petronia dei Maniaci e D’amore, giovane compagnia di nuova drammaturgia ormai affermata nel panorama italiano in coproduzione col Teatro Stabile di Torino. Uno spettacolo con due donne protagoniste, divertente, amaro e coraggioso, che cortocircuita finzione e realtà, interrogandosi sull’immaginazione come unica forza capace di rivoluzionare le vite.
INFO E PRENOTAZIONI
Fabula Rasa Ass.ne Onlus  -mob. 3348785494 - mail.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 18/11/2019 alle ore 07:58.

Potrebbe interessarti anche: Capodanno 2019 al Teatro Regio con Roberto Bolle e Friends, fino al 31 dicembre 2019 , Vertigo Christmas Show, fino al 6 gennaio 2020 , Carmen, fino al 22 dicembre 2019 , Così è (se Vi Pare) di Filippo Dini, fino al 3 maggio 2020

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.