Giuseppe Penone: Incidenze del vuoto - Torino

Giuseppe Penone: Incidenze del vuoto - Castello di Rivoli - Rivoli (Torino)

10/09/2019

Fino a domenica 2 febbraio 2020

© Archivio Penone

TERMINATO

Rivoli (Torino) - La mostra Giuseppe Penone: Incidenze del vuoto, realizzata in collaborazione con la Fondazione CRC alla Chiesa di San Francesco a Cuneo e giardini del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea dall'11 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020, include due grandi opere scultoree, dei “gesti vegetali”, una serie di disegni a Cuneo, nonché una grande scultura a Rivoli.

Rivoli (Torino) - Intessendo un dialogo che si dipana su una direttrice spaziale e temporanea binaria e mettendo in luce la relazione tra Cuneo e Rivoli la mostra è infatti presentata in due sedi espositive: il complesso monumentale dell’Ex Chiesa San Francesco di Cuneo e il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea. Riflettendo sul concetto di fluidità e persuaso che tutti gli elementi, umani o vegetali, minerali o animali, siano in verità fluidi, Penone intreccia un discorso intenso e complesso sull’analisi della realtà e della materia. Inoltre, l’artista traduce nel proprio codice linguistico il legame con la terra e con il paesaggio.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 25/02/2020 alle ore 18:55.

Potrebbe interessarti anche: Space Adventure: in mostra un viaggio sulla luna, fino al 22 marzo 2020 , Archeologia Invisibile, la mostra al Museo Egizio, fino al 7 giugno 2020 , Leonardo da Vinci, the genius. La mostra interattiva, fino al 30 aprile 2020 , Oliviero Toscani in mostra al Castello di Miradolo, fino al 3 maggio 2020

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.