The Liberation Project: Flowers festival 2019 - Torino

The Liberation Project - Lavanderia a Vapore - Collegno (Torino)

06/05/2019

Tutti gli eventi di Flowers Festival 2019

Lunedì 15 luglio 2019

Ore 21:30

TERMINATO

Collegno (Torino) - Lunedì 15 luglio, alle ore 21.30, nel Cortile della Lavanderia a Vapore nel Parco della Certosa di Collegno (To) il collettivo di musicisti di matrice sudafricana The Liberation Project suonerà dal vivo al Flowers Festival, uno dei festival più importanti a livello nazionale, organizzato e promosso dall’associazione culturale Hiroshima Mon Amour e Cooperativa Culturale Biancaneve, che dal 27 giugno al 20 luglio animerà l’estate della città di Torino.

Collegno (Torino) - L’edizione di quest’anno sarà ispirata dal tema e sottotitolo del festival: Building a new society. Da qui la presenza di questo collettivo – che in Italia vede anche la straordinaria partecipazione di Phil Manzanera, N’faly Kouyate e Cisco Bellotti – che si pone l’obiettivo di portare in tutto il mondo il messaggio di libertà e armonia tra i popoli attraverso i canti di liberazione che hanno ispirato le più importanti lotte di liberazione come quelle di Italia, Cuba e Sudafrica. L’ensemble risponde alla necessità di cambiamento del mondo ricordando l’importanza di integrazione e raggiungimento dei diritti civili: un’altra declinazione del tema Building a new society.

Collegno (Torino) - Il triplo disco del The Liberation Project intitolato Songs That Made Us Free (Sud Africa - Italia - Cuba) è stato pubblicato a livello internazionale a Johannesburg il 3 ottobre. Questo esclusivo concept album comprende 37 canzoni e presenta 142 musicisti provenienti da 18 paesi diversi ed è stato prodotto da Neill Solomon, Dan Chiorboli e Phil Manzanera. I tre volumi hanno temi separati, ovvero Celebration, Introspection and Inspiration, con la musica su ogni CD che riflette diversi stati d'animo sia musicalmente che sonoramente.

Il progetto è guidato con orgoglio dal Sud Africa e presenta una collaborazione multiculturale unica di musicisti che hanno unito le forze per celebrare le loro lotte di liberazione da varie parti del mondo. Hanno contribuito anche musicisti di paesi diversi come Francia, La Reunion, Guinea, Burundi, Stati Uniti, Brasile, Regno Unito e altri. Pesi massimi della musica internazionale come Phil Manzanera (Roxy Music & Pink Floyd), Juan de Marcos (del leggendario Buena Vista Social Club di Cuba), Cyril Neville (stimato Neville Brothers di New Orleans), icone italiane Cisco Bellotti (Modena City Ramblers), Roberto Formignani (The Bluesmen) e il pioniere DJ Miki the Dolphin così come il maestro guineano griot e kora N'Faly Kouyate (Afro-Celt Sound System e Peter Gabriel) sono tra i tanti che hanno supportato disinteressatamente e prestato il loro immenso talento per la causa.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 08/12/2019 alle ore 12:47.

Approfondisci con: Flowers Festival 2019: «Building a new society». L'intervista al direttore Fabrizio Gargarone , Flowers Festival 2019, da Joan Baez a Ezio Bosso e Yann Tiersen. Programma ed eventi ,

Altri eventi di Flowers Festival 2019:

Potrebbe interessarti anche: I Modà in concerto al Pala Alpitour, 8 dicembre 2019 , Renato Zero in concerto a Torino, dal 14 dicembre al 15 dicembre 2019 , Demiurgos: concerti In Villa Tesoriera, fino al 19 maggio 2020 , Tiziano Ferro in concerto allo Stadio Olimpico, 11 giugno 2020

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.