Ogr Public Program per Biennale Democrazia 2019 - OGR Eventi - Torino

06/03/2019

Fino a venerdì 29 marzo 2019

Ore 18:00

TERMINATO

Torino - Grazie alla Fondazione CRT, quest’anno Biennale Democrazia ha potuto contare per la prima volta sulle Ogr-Officine Grandi Riparazioni. Nell’ambito del programma di formazione OGR Public Program– pensato dalla Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea CRT per le stesse OGR –  troveranno spazio eventi speciali, dialoghi e confronti dedicati in particolare all’arte e alla città.  Quella tra le OGR e Biennale è una collaborazione virtuosa, fondata sulla co-progettazione dei contenuti e sulla loro esposizione al pubblico, oltre che sulla messa a disposizione dei magnifici spazi ottocenteschi recentemente riqualificati.

Torino - Questo il programma:

Torino - GIOVEDÌ 28 MARZO, h 18.00 / Duomo
LA CASA COMUNE EUROPEA E LA FILANTROPIA A SOSTEGNO DEI VALORI DELLA DEMOCRAZIA

Massimo Lapucci e Vincenzo Spadafora
coordina Paola Severini Melograni
promosso da EFC - European Foundation Centre nell’ambito di OGR Public Program

1989-2019: trent’anni dopo la caduta del Muro di Berlino, l’Europa è attraversata da spinte centrifughe e da un progressivo scollamento tra cittadini e istituzioni. In questo contesto, la filantropia può svolgere un ruolo di “collante sociale”, sia attraverso il sostegno ai principi fondamentali su cui si regge la “casa comune” – democrazia, uguaglianza, libertà, pluralismo – sia attraverso la forza di un settore che muove oltre 50 miliardi di euro l’anno per interventi a impatto collettivo e di pubblica utilità.

L’incontro è accessibile alle persone sorde e ipoudenti. Prenota

VENERDÌ 29 MARZO, h 18 / Duomo 
CULTURE INVISIBILI

Roberto Beneduce
incontra Goran Bregović

I “nomadi”, i “rom” – o meglio: le rappresentazioni che ne offriamo e i rapporti che costruiamo con loro – sono la traccia persistente di una crisi dei principi di visibilità, inclusione e controllo dello Stato moderno. La loro è la storia di un dissidio, un piccolo enigma sociologico. Oscillando fra criminalizzazione e sguardo romantico, non vediamo le contraddizioni interne al loro mondo, e non riusciamo ad accettare la provocazione che essi rappresentano: quella di essere un singolare, ostinato altrove.

L’incontro è accessibile alle persone sorde e ipoudenti. Prenota

h 21.30 / Sala Fucine
THREE LETTERS FROM SARAJEVO, concerto di Goran Bregović accompagnato dalla Wedding & Funeral Orchestra (18 elementi)

SABATO 30 MARZO, h 16.00 / Sala Fucine 
L'ANONIMATO NELL'ARTE. DAL MEDIOEVO A BANKSY

Tomaso Montanari
introduce Olga Gambari

Chi è Banksy? Chi è Elena Ferrante? Siamo disposti ad arrampicarci sulle più improbabili congetture pur di riuscire a dare un volto, una biografia, una foto senza trucco ai pochi artisti o scrittori che hanno scelto di negarsi al circo mediatico. Non tolleriamo che qualcuno si nasconda dietro uno pseudonimo. E basterebbe la scelta del verbo nascondersi per rivelare lo spirito vagamente inquisitoriale col quale guardiamo a chi vuole parlare solo con le proprie opere. Molti che non hanno mai visto un Banksy, né letto una riga della Ferrante si sono appassionati all’abilissima cronaca della caccia alla loro identità anagrafica: ma – chiediamoci – qual è la storia, quale il futuro dell’anonimato dell’arte? Prenota 

h 18.30 / Sala Fucine 
LUCI E OMBRE,  APOLLO E DIONISO, NELLA STORIA DELL'ARTE

Flavio Caroli
introduce Fulvio Gianaria

Un affascinante viaggio alla scoperta dei capolavori dell’arte italiana, perennemente divisa fra Apollo e Dioniso: se il primo è  volontà, ordine, equilibrio e regola le leggi della bellezza e della felicità, l’altro è invece caos, che non equivale tuttavia a disordine, è energia pura. L’arte è dominata dai principi di cui le due divinità greche sono portatrici, in un continuo e vicendevole rapporto di affermazione e negazione, in un eterno alternarsi di luci e ombre. Prenota

DOMENICA 31 MARZO, h 18.00 / Duomo 
CITTÀ E DEMOCRAZIA

Carlo Olmo
introduce Luca Ferrua

Il rapporto fra architettura e cittadinanza è oggetto di un profondo mutamento. Sullo sfondo di una crisi epocale della rappresentanza e del conseguente proliferare di interessi particolari e territorializzati, l’architettura rischia di piegarsi alla tirannia dell’utilità. Per invertire questa rotta, deve recuperare il suo ruolo nella produzione sociale di immaginari. Perché la città torni a essere il luogo simbolico nel quale volontà e bisogni dei cittadini trovano espressione.

L’incontro è accessibile alle persone sorde e ipoudenti. Prenota

h 21.00 / Sala Fucine, INVISIBILI, LE CITTÀ. Da Le città invisibili di Italo Calvino spettacolo con Lella Costa

Per tutti gli eventi, ingresso a prenotazione facoltativa 5 euro. È possibile prenotare il posto in sala per tutti gli appuntamenti alle OGR-Officine Grandi Riparazioni. La prenotazione è possibile fino alle ore 12.00 del giorno precedente a quello dell’incontro. INGRESSO LIBERO Per tutti i posti rimasti disponibili fino a esaurimento: distribuzione dei tagliandi di ingresso a partire da un’ora prima dell’incontro davanti alla sede delle OGR. Non sarà garantito l’accesso in sala – anche se muniti di biglietto – dopo l’inizio dell’appuntamento. L’organizzazione non risponde di eventuali code spontanee formatesi prima dell’orario concordato.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 18/08/2019 alle ore 23:20.

Approfondisci con: Biennale Democrazia compie 10 anni: a Torino grandi ospiti per indagare il visibile e l'invisibile , Biennale Democrazia 2019: eventi, mostre, spettacoli da non perdere , Cosa fare nel weekend a Torino: Biennale democrazia, Mezza Maratona, Treno Verde ,

Potrebbe interessarti anche: Musei gratis a Torino tutti i mercoledì dell'anno, fino al 31 dicembre 2019 , Sere d’Estate alla Reggia di Venaria 2019, fino al 24 agosto 2019 , Biglietti gratis il giovedì sera alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, fino al 31 dicembre 2019 , Ferragosto al Museo Egizio, fino al 18 agosto 2019

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.